domenica 10 aprile 2011

Quartiere Europa: gli orti socialisti per anziani.

L'ombra della recinzione in basso a destra ci dice che siamo a Fidenza, "un unieco e grande cantiere", il traliccio dell'alta tensione ci dice che siamo nel quartiere dell'ecologia, il quartiere Europa. Il cemento colorato ci dice poi che siamo in vista degli orti sociali per i più o meno anziani. Cosa c'era prima, lasciamo stare, neanche agli anziani degli orti gliene frega più di tanto, meglio uno zucchino oggi che un panorama ieri. 

Forse è preferibile questo panorama per sentirsi in città anche se si è negli orti sociali per anziani.


Gli orti sociali sono uno dei vanti della nostra città, essi rappresentano praticamente tutto quel che resta di una lunga ed antica tradizione socialista. Può sembrare uno sgarbo averli spostati per rendere fabbricabile l'area prestigiosa in cui erano prima sistemati, ma qui almeno  si posto rimedio all'apparente anarchia dei vecchi orti. Merito dei parallelepipedi in cemento colorato interrompono i verdi ed i grigi degli orti primaverili.
D'altra parte la tradizione fidentina, non importa il colore politico del momento, è sempre stata  legata al contado rurale. Facile quindi il successo per le iniziative che tendono a  valorizzare le ancestrali virtù contadine borghigiane che neanche le torri della stazione riusciranno a scalfire. Ben lo dimostra questo riconoscimento che viene dagli anni che, pavidi, neghiamo di aver vissuto:
Elogio per l'utilizzazione delle aree incolte
Al Podestà è pervenuto dal Sottosegretario di Stato agli Interni il seguente telegramma: « Il Duce Vi elogia per diligenza e l'operosità con cui avete obbedito alla sua consegna per l'utilizzazione delle zolle terreno incolto ».
L'elogio del Duce è premio al Comune e alla Cittadinanza per quanto è stato fatto per la migliore utilizzazione delle aree incolte. Trattasi di ben 70.000 metri quadrati di terreno che nel passato era completamente abbandonato e che oggi invece concorre colla produzione a rendere più facile l'alimentazione dei cittadini.
25 ottobre 1942 XX


Poco più in la rispetto agli orti comunale, lungo la pista ciclabile, troviamo il cemento della nascente centrale di teleriscaldamento e cogenerazione che, con tecnologie avanzate dagli altri, darà luce e calore e refrigerio ai palazzi del quartiere. Si effettivamente al quartiere Europa il sociale e comunitario è di casa, anche i palazzi ci ricordano tutta la variabilità costruttiva ed estetica che si può nascondere sotto la parola falansterio.
La centrale di cogenerazione. Nella foto si può vedere come ormai
 immagini reali e rendering si fondono armoniosamente.


http://fidenza.ponziettore.it/quartiereeuropa.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi