mercoledì 30 novembre 2011

Il palazzo dell'ex Collegio dei Gesuiti a rischio decomposizione

Nessun commento:
Ex-Collegio dei Gesuiti: l'ala nord in un immagine del febbraio 2009
L'immagine del febbraio 2009 documenta lo stato di degrado del palazzo. Gli interventi "a stralcio" attuati nei due anni successivi non hanno migliorato la situazione e l'intero palazzo, su cui pende da almeno un decennio un ambizioso e velleitario progetto di riqualificazione, in realtà va rapidamente in malora.

Il martirio di S. Andrea nell'arte

Nessun commento:

Immagine ripresa dal sito "Santi e Beati"

Andrea, già discepolo di Giovanni Battista, comunicò al fratello Pietro di aver incontrato il Messia. Entrambi furono chiamati dal Maestro sulle rive del lago per diventare "pescatori di uomini". Crocifisso a Patrasso é particolarmente venerato nella Chiesa greca.

Nel giorno a lui dedicato proponiamo alcuni importanti dipinti relativi al suo martirio. Ricordiamo che un bel dipinto di Girolamo Cenatiempio di proprietà della Cattedrale di Fidenza è conservato nel Museo del Duomo della nostra città che abbiamo commentato  in un precedente post Girolamo Cenatiempo: il “Martirio di S. Andrea" 

"Una composizione originalissima, con grande affollamento in terra ed in cielo: davvero notevole questo "Martirio di S. Andrea", di proprietà della Cattedrale di Fidenza, e stabilmente entrato a far parte delle collezioni del Museo del Duomo."
Girolamo Cenatiempo  è stato un pittore italiano napoletano  del XVIII secolo, della scuola di Luca  Giordano, attivo fra il 1705 ed il 1742.
Immagine dall'archivio del Museo del Duomo di Fidenza.

Bartolomé Esteban Murillo, Martirio di sant'Andrea, Madrid, Museo del Prado


"Il mondo cattolico oggi ricorda la figura di Sant'Andrea Apostolo. Vediamolo insieme in alcune raffigurazioni! (M. Carmela)", con queste parole la pagina "IO" e L'arte presenta alcuni dipinti dedicati al santo ed al suo martirio due dei quali ripresi qui sotto. 





Il torrente Stirone: non solo parco

Nessun commento:


Stupisce e fa riflettere la segnalazione della precaria situazione degli argini dello Stirone in località San Michele Campagna apparsa sul maggior quotidiano locale ieri 29 novembre 2011. Ricordiamo infatti che appena due anni fa era iniziato un intervento di difesa del suolo che interessa il torrente Stirone nel tratto a valle del ponte ferroviario della linea Milano- Bologna e, a proseguire, fino all'abitato di Soragna ed oltre.

martedì 29 novembre 2011

Elena Francani nuova segretaria del circolo PRC di Salsomaggiore Terme.

Nessun commento:


Apprendiamo da "vocelibera-fidenza" che Elena Francani, già candidata sindaco al Comune di Salsomaggiore,  è approdata alla segretaria del circolo PRC di Salsomaggiore Terme.

Il futuro del patrimonio naturalistico della regione e del Parco dello Stirone

Nessun commento:

In Emilia Romagna abbiamo 17 parchi (2 nazionali, 14 regionali, uno interregionale), 16 riserve naturali, 3 paesaggi naturali e seminaturali protetti, 33 aree di riequilibrio ecologico, a cui si aggiungono i 153 siti della Rete Natura 2000 che coincidono per circa il 50% con i territori delle aree protette. Complessivamente parliamo di oltre 350.000 ettari, circa il 15% della superficie dell’intera regione. 

lunedì 28 novembre 2011

“Quando il cielo contemplo e la luna”

Nessun commento:


La bellezza e l’armonia del Creato, un riflesso dell’Amore di Dio per l’uomo
Basilica Magistrale di Santa Maria della SteccataCiclo di incontri offerti da: Associazione Cavalieri Ordini Dinastici della Casa Reale e Ducale di Borbone Parma
Quando il cielo contemplo
e la luna / e le stelle che accendi
nell’alto, / io mi chiedo davanti
al creato: / cosa è l’uomo perché
lo ricordi? / Cosa è mai questo
figlio dell’uomo / che tu abbia
di lui tale cura?
- salmo 8 -

sabato 26 novembre 2011

Usi funerari dell'età romana

Nessun commento:
L'archeologa Manuela Catarsi 

Nell'Aula Magna dell'Università della Terza Età (UNITRE) nell'ex Collegio dei Gesuiti di Fidenza Manuela Catarsi, archeologo della Soprintendenza per i Beni archeologici dell'Emilia Romagna, terrà la seconda conferenza di un ciclo d'incontri dedicati al nostro territorio.
L'iniziativa, coordinata dal prof. Guglielmo Ponzi e aperta a tutta la cittadinanza, è per



mercoledì 30 novembre alle ore 15


e avrà come argomento



Usi funerari dell'età romana

L'Oratorio della Visitazione di Chiusa Viarola

1 commento:
Nel nostro post del dicembre scorso (il post è stato poi riproposto) relativamente all'attribuzione della tela dell'Oratorio della Visitazione di Chiusa Viarola (una frazione di Fidenza) si affermava: 
"L'incontro tra le due madri avviene infatti in uno spazio aperto, al centro di un 'ampia corte, dove si affacciano solide case in legno caratterizzate dai tetti spioventi e da quel tipico impianto a graticcio che richiama l'architettura tradizionale dei borghi e delle città d'oltralpe; sulla sinistra, l'edificio archi travato, visto di scorcio, farebbe pensare, con la sua struttura complessa, alla soglia di una casa padronale ma anche alla porta d'ingresso di un piccolo villaggio rurale. C'è da chiedersi se questa marcata impronta architettonica nordica non sia dovuta all'osservazione di una stampa fiamminga (come, ad esempio una nota incisione di Johan Sadeler, derivata da una tela di analogo soggetto di Martin De Vos), oppure se ci troviamo effettivamente di fronte all'originale invenzione di un pittore transalpino."
Ora mi informano che anche nella chiesa della Visitazione della città di Avella era conservata una pala ispirata dall'icisione del Sadeler su disegno di Martin de Vos. 
Il quadro è stato rubato negli anni '80 e l'unica immagine disponibile è in bianco e nero e di scarsa qualità.

Il quadro avellano, a differenza dell'originale di Martin De Vos, o
 meglio dell'incisione del Sadeler, mostra il villaggio  fiammingo
coperto da una nuvola e in basso il ritratto del committente.

Nota: Avella è un comune italiano di circa 8.000 abitanti nella provincia di Avellino in Campania, conserva testimonianze storiche di epoca romana e la sua storia risale alle guerre sannitiche.

venerdì 25 novembre 2011

Petrolio ed agricoltura

2 commenti:


Petrolio ed agricoltura, il vecchio binomio degli anni '60 che ha segnato lo sviluppo di questa parte dell'Emilia occidentale con epicentro a Cortemaggiore, torna attuale.

giovedì 24 novembre 2011

Salsomaggiore ricorda Gian Domenico Romagnosi

Nessun commento:

Romagnosi Gian Domenico. - Giurista e filosofo (Salsomaggiore 1761 - Milano 1835). Di formazione illuministica, R. fu un fautore dell'unità italiana, idea che gli costò varie traversie (tra cui, a partire dal 1821, il divieto di insegnare). Come giurista è considerato uno dei fondatori del diritto penale moderno (Genesi del diritto penale, 1791). Come filosofo fu un convinto assertore della 'filosofia civile', ossia di una riflessione che studia l'uomo nella sua concreta evoluzione storico-sociale, unendo la dimensione morale a quella giuridico-politica ed economica
Enciclopedie on line

Avvento: una raccolta di composizioni di Don Lino Cassi

Nessun commento:
Fidenza, il viale d'ingresso del Seminario Vescovile
"L'Avvento pone in questione la disponibilità ad aprirsi a un Altro, che il linguaggio delle profezie annuncia come il dono promesso da Dio all'uomo. E' punto cruciale, questo, oggi: ciò che rende spesso impossibile la fede è l'autosufficienza, l'incapacità a guardare oltre se stessi, l'indisponibilità a ridiscutere l'affermazione che siamo noi stessi al centro della vita e della storia. Chi proclama il venire di un Altro nella storia degli uomini, interpella a questo livello di profondità l'interlocutore d'oggi immerso in un clima culturale e di costume che fa riferimento ai problemi sopra evocati. L'anno liturgico si snoda, a partire dall'Avvento, in continua dialettica con il problema della fede: conduce a interrogarsi sulla possibilità e sul senso del vivere in maniera autenticamente religiosa. Porta cioè alle questioni decisive che originano poi la possibilità di una vita cristiana."
Dalla lettera pastorale 1988-89 del Cardinale Carlo Maria Martini 



" ... come in trasparenza ..." pubblica alcune composizioni di Don Lino Cassi, Sacerdote in Fidenza, raccolte sotto il titolo di "Avvento".  Il brano del Cardinal Carlo Maria Martini riportato all'inizio è una possibile chiave di lettura delle composizioni che potrete trovare alla pagina:
  http://lino-trasparenza.blogspot.it/2012/12/avvento-composizioni.html

Fidenza, il viale d'ingresso del Seminario Vescovile





mercoledì 23 novembre 2011

“Salviamo il Paesaggio”: Il censimento degli edifici sfitti e/o non ultimati

Nessun commento:

Fidenza, quartiere Europa

“Salviamo il Paesaggio” (Forum Italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio) è nato “ufficialmente” con l’assemblea di Cassinetta di Lugagnano del 29 ottobre scorso ed ha ormai raggiunto l’adesione di 500 associazioni su tutto il territorio italiano, tra cui tutte le storiche associazioni dell’ambientalismo italiano e oltre 5 mila soggetti individuali. 
L'iniziativa si propone come obiettivo quello di rispondere alle seguenti semplici domande:
  1. Perché negli ultimi 30 anni abbiamo cementificato un quinto dell’Italia, circa 6 milioni di ettari.
  2. Perché in Italia ci sono 10 milioni di case vuote, eppure si continua a costruire.
  3. Perché i suoli fertili sono una risorsa preziosissima e non rinnovabile. E li stiamo perdendo per sempre.

domenica 20 novembre 2011

Oltre certi limiti non conviene

1 commento:


Occhio a non fare scorciatoie!
Se provieni dalla via Emilia e vuoi immetterti su via Trento attraversando la strada per Salso, è preferibile seguire lentamente la strada con una S senza fare scorciatoie, altrimenti può capitarti quello che è successo alla macchina di questa notte.
Ha attraversato in via diretta la strada per Salso abbattendo i due pilastrini di sostegno del terrazzo ed è stata investita e sommersa dal terrazzo stesso senza più supporti.
Fortunatamente sembra senza danni alle persone.
Ciao, 
Pignolo Attento

Grazie,



mercoledì 16 novembre 2011

Alle origini romane di Fidenza: ipotesi per un museo

1 commento:
L'ex-palazzo delle orsoline probabile sede del Museo Archeologico
Il relatore Manuela Catarsi con il prof. Guglielmo Ponzi
Presupposti per la costituzione di un Museo Archeologico locale
Nell'Aula Magna dell'Università della Terza Età (UNITRE) nell'ex Collegio dei Gesuiti l'archeologa Manuela Catarsi sovrintendente per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna ha tenuto la prima di un ciclo di conferenze dedicato al nostro territorio. 

Riflessioni sulla città

Nessun commento:
Condividendone le preoccupazioni ed apprezzando lo sforzo dell'estensore, riproduciamo integralmente un articolo del "blog fidentino", un'immagine in chiaroscuro della nostra città. Evitiamo ogni commento, abbiamo però scelto liberamente delle immagini che vanno viste/lette come nostra sottolineatura di alcuni passaggi, senza con questo voler indirizzare la lettura dell'articolo stesso.

martedì 15 novembre 2011

Conferenza sulle origini romane di Fidenza

Nessun commento:

Ponte Romano di Fidenza (acquaforte di Ettore Ponzi)

L'associazione di promozione sociale Unitrè 

UNIVERSITA' DELLA TERZA ETA'
invita la cittadinanza alla conferenza che si terrà
Mercoledì 16 novembre alle ore 15
presso l' Aula Magna di Via Berenini 151
(ex Palazzo dei Gesuiti di Fidenza)
sul tema


ALLE ORIGINI ROMANE DI FIDENZA.
Presupposti per la costituzione di un Museo Archeologico locale


Relatrice la dottoressa Manuela Catarsi 
della Soprintendenza dell'Emilia Romagna. 

venerdì 11 novembre 2011

Autunno tempo da barbieri e da tosaerba

1 commento:

Nel giorno in cui il Comune ci avvisa della potatura autunnale delle alberature cittadine precisando preventivamente che: "Gli interventi prevedono inoltre l’abbattimento di alcune alberature che presentano particolari problematiche di stabilità o sono ormai secche. Dove necessario, si procederà in seguito alla piantumazione di nuovi esemplari a sostituzione di quelli abbattuti", l'amico Franco ha deciso per una salutare  e personale tosatura. Il fatto sembrerebbe di scarsa o nulla importanza se non fosse per il fatto di aver sperimentato un parrucchiere non autoctono ma mirabilmente integrato e, a detta di Franco, assai professionale.

giovedì 10 novembre 2011

Celebrazioni romagnosiane

Nessun commento:
Il medaglione in marmo rosa con l’effigie del Romagnosi, opera del Sangiorgio, conservato nella sala consiliare del municipio di salsomaggiore

Come si vive nel quartiere Frati?

Nessun commento:

Riceviamo e pubblichiamo questa nota inviateci con riferimento al nostro post: http://fidenza-luoghi.blogspot.com/2011/11/ma-come-si-vive-nel-quartiere-i.html


"Ambrogio, io vivo in fondo a via Gobetti, in un condominio che mi piace molto, perchè fornito di parcheggio, contornato,davanti  da alberi ed aiuole e  dietro  protetto, non so ancora per quanto tempo, da un prato che arriva fino a via Togliatti. Però, anche qui, a parte un’edicola aperta solo la mattina e, da pochi giorni, ed una panetteria-pasticceria dietro al bar Bacio di Vino, altro non esiste, per ogni necessità, anche minima, ci deve portare in centro o in qualche supermarket.

Prova muscolare: secondo atto

Nessun commento:
consiglio-homepage_30_1

Avevamo lasciato il Consiglio Comunale di lunedì scorso con abbandono dell'aula da parte dei consiglieri pidiellini che aveva bloccato i lavori, in quel momento l'assemblea era presieduta, in assenza del Presidente, dal consigliere Rita Sartori del PD, che ha seguito i suoi compagni uscendo dall'aula e concludendo di  fatto la seduta. 
La deliberazione in discussione riguardava la realizzazione di un impianto di recupero di materiali inerti non nocivi nell'area già interessata dal cantiere TAV  nei pressi dell'abitato di Castione Marchesi, vedi il posto:
La prova di forza (o "muscolare" come l'ha battezzata il consigliere Luigi Toscani) ha oggi, dieci novembre avuto il suo scontato epilogo: la delibera contestata è stata approvata.
Undici i voti a favore, quelli della maggioranza consiliare e un solo voto contrario, quello del consigliere Giuseppe Cerri. Coerente il comportamento dei consiglieri PD che hanno abbandonato l'aula al momento del voto.
Al completo lo spazio della sala consiliare riservato al pubblico per la presenza di abitanti della frazione.

mercoledì 9 novembre 2011

Prova muscolare in Consiglio Comunale

Nessun commento:
L'ottavo punto all'ordine del giorno del consiglio Comunale di Fidenza del 7 novembre 2011 era così formulato: "8. PRG. Piano Urbanistico Attuativo di iniziativa pubblica in variante denominato “La corte del recupero” (ex cantiere Tav di Castione Marchesi). Controdeduzioni. Approvazione (Relatore Sindaco).".

Ma come si vive nel quartiere "I Gigliati"?

1 commento:

Per capire come si vive nel quartiere "I Gigliati" non occorre seguire il dibattito del Consiglio Comunale su cui abbiamo riferito nel post precedente, basta lasciar parlare i residenti. Visto che oltre a parlare i residenti scrivono, e scrivono bene, riportiamo sotto integralmente la lettera di uno di loro, già vecchia conoscenza di questo blog. Il contenuto della stessa è stato già in parte pubblicizzato dal maggior quotidiano locale in data odierna.

domenica 6 novembre 2011

"Tu es Petrus" eseguito dalla Corale S. Donnino Città di Fidenza

Nessun commento:

Il brano che proponiamo è stato eseguito dalla Corale S. Donnino Città di Fidenza, diretta dal Maestro Giovanni Chiapponi, il 29 ottobre 2011 nella Cattedrale di Fidenza in occasione del concerto per il 50 anniversario di fondazione.
"Tu es Petrus" è stato composto dal Maestro Don Lorenzo Perosi, il quale venne nominato Direttore Perpetuo della cappella sistina dal 1998, fino alla scomparsa. 
Il brano fu eseguito dalla Corale in San Pietro a Roma, davanti a S.S. Paolo VI, il 18 settembre 1966.

Il Maestro Giovanni Chiapponi ringrazia i coristi ed il pubblico.


La Sacra Famiglia della chiesa di Borghetto di Noceto

Nessun commento:

Questo bel dipinto, adottato come emblema per l'anno pastorale 2011-2012, appartiene alla chiesa parrocchiale di Borghetto, ove risulta genericamente attribuito a un ignoto pittore fidentino della seconda metà del Seicento.
In effetti il vivace colorismo e la figura della Vergine sembrano risentire dell'eco cremonese e in particolare malossiana, che contraddistingue le opere dei più noti pittori borghigiani del tempo.

Ma la piccola tela dedicata alla Sacra Famiglia merita attenzione soprattutto per la singolare iconografia che ne caratterizza il soggetto. Vediamo così la Famiglia di Nazareth, il Padre, San Giuseppe, la Madre, la Vergine Maria, e il Figlio, Gesù Bambino (dall'età di circa 10-12 anni, alla sua aggraziata figura sono perfettamente applicabili le parole di Luca: " Intanto il bambino cresceva , si fortificava, ed era pieno di sapienza , e la grazia di Dio era sopra di lui.") riunita attorno ad un tavola apparecchiata per il pranzo o la cena. I tre si accingono a recitare la preghiera del ringraziamento, il Benedicite. Il loro atteggiamento sembra ricordare il fiabesco racconto dei cosiddetti apocrifi. 
In particolare il Vangelo dell'infanzia dello pseudo Matteo: "Quando erano tutti riuniti Gesù li santificava e li benediceva e cominciava per primo a mangiare o bere ".
Ma la nota forse più interessante è quella riguardante gli ambienti spaziosi, i mobili importanti, la foggia degli abiti e la figura sullo sfondo della domestica indaffarata presso il camino, che rimandano chiaramente a un interno borghese del Seicento: immagine terrena dell'Amore Trinitario, come chiaramente lascia intendere lo schema triangolare che unisce le tre figure, questa Sacra Famiglia viene dunque proposta come un concreto modello di vita per la famiglia cristiana.
Guglielmo Ponzi

La chiesa parrocchiale del Borghetto della Diocesi di Fidenza.



Articolo in pubblicazione sul settimanale diocesano "Il Risveglio" del 28 ottobre 2011

venerdì 4 novembre 2011

Restauri senza idee, idee da restaurare.

Nessun commento:
L’abbazia di Castione de’ Marchesi.
Il "caso" Castione Marchesi di Fidenza


Ritorna agli onori della cronaca il caso di Castione Marchesi con un articolo a quattro colonne dal titolo "Salviamo l'antica abbazia di Castione: sta crollando" a poca distanza di tempo dalla seduta del 2 febbraio 2011 in cui il Consiglio Comunale di Fidenza che ne aveva deliberato il recupero con uno stanziamento di 850.000 euro da spendersi in più annualità. Dal tenore dell'articolo si può arguire che i lavori non siano ancora iniziati.

mercoledì 2 novembre 2011

Chi paga il Solari?

1 commento:



Estratto della  delibera che ha dato il via libera ai TERRAGLI p.zza Stazione

Punto di rilievo:
"In particolare Fidentia s.r.l. si obbliga inoltre , per sè e per eventuali suoi successori , a realizzare, con le anzidette modalità e nei tempi e limiti di spesa di cui all'accordo ex art. 11 L.n. 241/90, le seguenti opere di urbanizzazione di interesse generale:
1)   a propria cura e spese, in conformità al progetto esecutivo che verrà consegnato dal Comune di Fidenza, la nuova scuola in sostituzione di quella attualmente insistente in parte delle aree interne al piano urbanistico;
2)  a propria cura e spese, nel sottosuolo (intero secondo sottopiano)  dell'area del Foro Boario posti macchina che, in considerazione del diritto del Comune di Fidenza di edificazione nello stesso sottosuolo, verranno automaticamente acquisiti al patrimonio comunale. Il sottopiano in questione dovrà essere progettato in modo da assicurare non meno di n. 190 posti macchina. Viene allegata al presente atto planimetria nella quale è individuata l'area ove dovranno essere realizzati i posti macchina in questione;
3)  a propria cura  e spese, in conformità al progetto esecutivo  che verrà consegnato dal Comune di Fidenza, il sottopasso viario di piazza  della stazione;
4)  a propria cura e spese, in conformità alle linee guida  del programma approvate con deliberazione del consiglio comunale n. 60 del 30 luglio 2001, la sistemazione dello spazio antistante il fabbricato alberghiero, tra il limite del fabbricato stesso ed il prolungamento della via Gramsci."


martedì 1 novembre 2011

La stagione 2011-2012 al Teatro Magnani di Fidenza

Nessun commento:
"Lo stile del Teatro di Fidenza, come quello dei suoi confratelli maggiori di Parma, Piacenza e Reggio, è una specie di rinascimento infranciosato che, pur non avendo pregi artistici nel vero senso della parola, possiede indubbiamente le doti per emergere specialmente dal lato decorativo. Il vestibolo rivestito di stucco a crosta, a finto marmo, conserva ancora, dopo un secolo, la primitiva freschezza. Attorno al cornicione spiccano nel chiaroscuro fregi, maschere e putti mentre al centro della volta, la Musica e la Poesia, in un morbido affresco, ci danno la prima visione delle successive bellezze." 
N. Musini 1961
Centro della vita culturale fidentina il Teatro Gerolamo Magnani presenta per la stagione 2011-2012 un interessante cartellone di musica e prosa.