domenica 31 luglio 2011

Verso una soluzione per Palazzo Arzaghi?

Nessun commento:
Le nostre continue segnalazioni sembrano finalmente aver ottenuto il risultato sperato. Il palazzo esce dall'abbandono ed un intervento finalizzato a mettere in sicurezza la struttura è iniziato.

giovedì 28 luglio 2011

Agosto polveroso

Nessun commento:
Lavori passerella di piazza Grandi
Dunque, quest'anno ferragosto polveroso.
La notizia non è Palazzo Arzaghi finalmente messo in sicurezza; non è nemmeno quella dell'intervento sulla passerella in piazza Grandi, rimessa a nuovo o quella del sistema "rotonde" finalmente migliorato...

martedì 26 luglio 2011

Fantasmi di cemento

Nessun commento:
Fidenza: fantasma urbano

Una nostra nuova Campagna, Fantasmi di cemento
Parliamo spesso di sprechi e soldi spesi male: uno dei casi più eclatanti di spreco e sfregio ai paesaggi è quello della presenza, su tutto il territorio nazionale, di quegli edifici in costruzione da anni, generalmente di cemento, oggi abbandonati.

venerdì 22 luglio 2011

Il palazzo delle Canossiane a Fidenza

2 commenti:
La facciata e l'ingresso dell'Istituto delle Canossiane oggi
L'imponente edificio, progettato dal concittadino Luigi Bormioli, che prospetta su tre vie tra Via Milani e Via Giusti, in pieno centro, è comunemente conosciuto come Istituto Canossa o semplicemente "il Canossa". E' infatti la sede delle scuole elementari e del liceo gestiti dalle suore Canossiane la cui presenza a Fidenza risale a cent'anni fa, allora Fidenza si chiamava ancora Borgo San Donnino. I bombardamenti dell'ultimo conflitto mondiale arrecarono notevoli danni alle strutture ed agli edifici delle canossiane, questo non impedì loro di continuare la loro missione sia in campo assistenziale che scolastico. Alla fine degli anni cinquanta data la costruzione del nuovo edificio che allora veniva indicato come Casa delle Orfanelle.

martedì 19 luglio 2011

La viabilità a Fidenza tra snodi e nodi

Nessun commento:


Fidenza, 14 luglio 2011 – Proseguono a pieno ritmo i lavori per il completamento della Tangenziale Sud.

«Stamani sono state effettuate le prime prove di collaudo statico del nuovo ponte sul torrente Rovacchia, che collegherà il quartiere artigianale di Coduro con il quartiere artigianale La Bionda. A parte alcune opere di completamento come il tappeto d’usura, l’illuminazione, la pavimentazione delle piste pedonali e ciclabili, che saranno terminate nell’arco di un mese, i lavori di questo tratto importante della tangenziale sono ormai conclusi – ha spiegato il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Stefano Tanzi, nel corso del sopralluogo al cantiere - Restano ancora da completare le due bretelle trasversali prima dell’innesto con la grande rotatoria di Coduro. Contiamo di consegnare e inaugurare la Tangenziale Sud il 3 settembre».

sabato 16 luglio 2011

Sabina Guzzanti a Salsomaggiore Terme

Nessun commento:

Teatro Nuovo

A Salsomaggiore, domenica 17 luglio alle ore 21, l’anteprima nazionale del nuovo spettacolo di Sabina Guzzanti

Sarà il Teatro Nuovo di Salsomaggiore ad ospitare, domenica 17 luglio alle ore 21, l’anteprima nazionale del nuovo spettacolo di Sabina Guzzanti, il recital “Si! Si!… Si…Oh.. Si!”, per la regia di Giorgio Gallione.
La Guzzanti torna in scena per riproporre, lei spera per l’ultima volta, un excursus tra le persone e i personaggi della vita politica e civile dell’ultimo ventennio.
 
I ricordi e gli aneddoti, personali e pubblici, raccolti negli oltre vent’anni di carriera dall’attrice, intessendosi con le maschere e le parodie che l’hanno resa popolare al pubblico televisivo, ricompongono la storia recente del nostro Paese fino a intravedere una flebile luce alla fine del tunnel.
 
Certamente il domani non sarà facile e le speranze di un nuovo risorgimento si scontreranno necessariamente con le difficoltà di un’Italia in crisi e tutta da ricostruire, per molti versi simile a quella del secondo dopoguerra.

giovedì 7 luglio 2011

Palazzo Arzaghi: qualcosa si muove

Nessun commento:


Giornata importante per lo storico palazzo Arzaghi di fine cinquecento. A questo punto "boia a chi molla". 

Fidenza Due

1 commento:
Il progettato quartiere nell'area tra Via Croce Rossa
 e il torrente Stirone (arch. Del Boca)
http://fidenza.ponziettore.it/territorionord.html


L'idea o proposta che i giovani architetti hanno presentato alla città merita attenzione e ci da l'occasione per tornare sull'argomento del nuovo Piano di Sviluppo Comunale (PSC).
Portare Fidenza a giocare un ruolo baricentrico rispetto ad "un comprensorio più vasto che può essere identificato nel Distretto delle Terre Verdiane" è uno degli obiettivi, il principale, che i sei giovani architetti affidano al PSC. Come ottenere questo se non "attraverso l’individuazione di un’area all’interno del Comune di Fidenza che, a nostro giudizio, possieda la potenzialità per giocare un ruolo strategico nel futuro della città e del suo territorio"?

lunedì 4 luglio 2011

Bandita l'asta pubblica per il Palazzo Littorio

Nessun commento:

Con avviso del Dirigente del Settore UTC-Assetto del Territorio in esecuzione della determinazione 606 del 1 luglio 2011 viene proposto avviso di asta pubblica dell'immobile posto in Fidenza, Piazza Matteotti e piazza Verdi denominato "Ex Casa del popolo" per un valore base di Euro 2.700.000.
Si perfeziona quindi un ulteriore atto che dovrebbe cambiare la proprietà dell'edificio che confina con area pubblica di incerta destinazione. 

domenica 3 luglio 2011

Ridisegnare la Fidenza del futuro: la proposta di sei giovani architetti

Nessun commento:
Appunto scritto il 29 maggio 1948, ma si può, parafrasando, riportarlo all'oggi.
Martedì prossimo 5 luglio 2011 alle ore 18 all'auditorium del Palazzo delle Orsoline sei giovani architetti (Anna Giulia Parizzi, Paolo Conforti, Alessia Chiepperino, Paola Di Salvo, Michele Di Santis, Sergio Savini) presenteranno un loro studio-proposta per ridisegnare la Fidenza del futuro. L'iniziativa è chiamata Laboratorio Fidenza e si inserisce, appunto come proposta, nel percorso che porterà alla definizione degli strumenti urbanistici e di sviluppo il cui iter è da poco iniziato con l'affidamento dell'incarico ad un raggruppamento di professionisti guidato dall'architetto Francesco Kerrer. Il lavoro dei sei architetti ha il merito, qualsiasi evoluzione il loro progetto abbia, di rappresentare una novità nel piatto scenario partecipativo della città.

Nel 1956 eravamo così

Il destino del Cinema Cristallo in Consiglio Comunale

Nessun commento:

Il destino del Cinema Cristallo è stato oggetto di una interrogazione urgente del Consigliere Francesco Ghisoni nel Consiglio Comunale di mercoledì 29 giugno 2011. L'interrogazione faceva riferimento all'allarme lanciato dal responsabile della gestione del Cinema don Mario Fontanelli sulle pagine della Gazzetta di Parma e ripreso anche da questo blog. La risposta del sindaco Mario Cantini è stata possibilistica, precisando che un incontro con il gestore era già avvenuto e che si attendevano proposte precise.
Come già più volte detto il problema del cinema Cristallo è quello che incontrano i cinema tradizionali a seguito del proliferare di altre strutture più commercialmente orientate e comunemente chiamate Multisala. 
Il successo dell'iniziativa Cineforum di questi ultimi anni ha dato un po' di ossigeno al bilancio del Cinema Cristallo ed ha permesso di capire che esiste un tipo di utenza cinematografica di qualità che difficilmente può essere soddisfatta in altro modo. E' quindi una battaglia anche di cultura cinematografica quella che ruota attorno a questa storica sala cinematografica, l'ultima rimasta nella nostra città.