domenica 30 ottobre 2011

Istituto Solari: intervengono i "blog".

Nessun commento:
Lo sbocco del passante ferroviario che collega
il centro con la zona dei parcheggi e del Cimitero. 
Ad arricchire il dibattito, aperto da un articolo pubblicato dal settimanale "Il Risveglio" (ripreso integralmente da questo blog) che criticava la localizzazione cimiteriale del Nuovo Solari, l'istituto superiore di indirizzo agrario, si registrano alcuni interventi.

giovedì 27 ottobre 2011

Fidenza: il "piccolo miracolo" d'iniziativa popolare.

1 commento:
Immagine simbolo del "piccolo miracolo"

Grazie al sostegno del pubblico il Cristallo riapre: via alla nuova stagione con
 "Cose dell'altro mondo".

mercoledì 26 ottobre 2011

Passeggiata tra i Nuovi Terragli di Fidenza

Nessun commento:
Costruzioni fuori scala con l'assetto urbanistico della città hanno creato spazi di degrado. Quello che presentiamo è solo l'evidenza visiva del degrado urbano delle superfici e degli spazi, altri aspetti di degrado sono facilmente ipotizzabili.

Conferenza pubblica OF Orsoline Fidenza

Nessun commento:


Il "Cubo", in via Clericetti, Sede della Scuola Steineriana di Milano

Venerdì 28 ottobre, ore 20:45
presso Auditorium OF Orsoline Fidenza – Via Berenini 134
L'Associazione per la pedagogia steineriana di Fidenza invita alla Accompagnare il bambino con fiducia attraverso i passaggi di crisi e crescita" dal titolo:
"PRINCIPI DELLA PEDAGOGIA STEINERIANA.
Accompagnare il bambino con fiducia attraverso i passaggi di crisi e crescita"

martedì 25 ottobre 2011

I 150 anni del Teatro Comunale di Fidenza

Nessun commento:


L'interno del Teatro Magnani in occasione di un veglione anni '20
 in un cartone preparatorio di Ettore Ponzi eseguito alla fine degli anni '80.


 Sempre l'interno del Teatro Magnani  anni '20 
 in un cartone preparatorio di ettore Ponzi eseguito negli anni '80. 
Sul palcoscenico la "camera da ballo" si è riempita di figure.


L'interno del Teatro Magnani  anni '20 
 in un cartone preparatorio di Ettore Ponzi eseguito nel 1988. 
Sul palcoscenico una "camera da ballo" . 
Come è facile osservare dimensionalmente la camera è 
paragonabile alla "camera acustica" recentemente restaurata.

La locandina della rappresentazione dell'opera di Giuseppe Verdi "Trovatore" nella serata di apertura del "Nuovo Teatro Municipale" 
del 26 ottobre 1861. 
Il maestro Giuseppe Verdi non fu presente e declinò l'invito con la seguente lettera:

Sig. Sindaco,
Non si può essere più delicatamente cortese, di quello che Ella si mostra verso di me, Signor Sindaco, in questa circostanza, ma con sommo dispiacere non posso accettare il gentile invito. Io devo partire il venturo mese per Pietroburgo, dove darò la nuova opera che sto scrivendo, e a finir la quale mancami ancora buona parte del lavoro che occupa ogni mio momento e mi vieta di distrarmi per qualunque sia causa.
Voglia quindi scusare, Sig. Sindaco, se non approfitto della sua squisita amabilità, ed aggradìsca i miei più sentiti ringraziamenti.
Colla più profonda stima
dev. servitore G. Verdi

Le scene dello spettacolo furono preparate dal Magnani, ma ecco il racconto del nostro concittadino Nullo Musini: 
"L'inaugurazione fu naturalmente per i fidentini un avvenimento di speciale importanza e il pubblico accorse da ogni centro del Comune ed anche della Provincia. Lo splendore degli ori e degli stucchi sotto la vivida luce del lampadario alimentato allora a petrolio, riempì di stupore e di meraviglia gli spettatori che gremivano la platea e i palchi.
Ammiratissime furono le scene del “Trovatore” che erano tra le migliori del Magnani, scene che fatalità di eventi ed insipienza di uomini andarono completamente perdute; colla scusa che esse erano sorpassate e non rispondevano più alle moderne esigenze, vennero rimosse dalle impalcature - ove si potevano conservare, se non altro come documenti dell'antica scenografia - e, date in prestito a compagnie filodrammatiche, furono ridotte in miserrime condizioni e andarono disperse; così queste scene che Girolamo Magnani aveva dipinto con tanta passione e tanta abilità, non sono più ormai che un nostalgico ricordo."
Nullo Musini 1961

"Via Francigena come patrimonio dell'Unesco" Approvata dal Consiglio Provinciale di Parma

Nessun commento:


La Proposta di candidatura come patrimonio Unesco degli itinerari culturali e di pellegrinaggio che rientrano nel progetto portato avanti dall'Associazione delle Vie francigene, proposta già avanzata in un convegno in terra senese, è approdata oggi nel Consiglio Provinciale di Parma ottenendo l'unanime consenso dei Consiglieri. La proposta era iscritta all'ordine del giorno per iniziativa dei consiglieri provinciali Manfredo Pedroni, Giuseppe Conti e Simone Orlandini che avevano presentato il seguente documento

lunedì 24 ottobre 2011

Il biciparco del piazzale della stazione di Fidenza

1 commento:

Ottobre 2011 - Le immagini mostrano da varie angolature la voragine aperta nell'ex piazzale della stazione ferroviaria che dovrebbe contenere il biciparco dei pendolari fidentini e, fuori terra, la volumetria per un'edicola. Una costruzione di tutto rispetto che segnerà la completa cementificazione del vecchio piazzale già ricco di piante in doppia fila su due lati. Alla fine in superficie avremo, a dispetto dei rendering propinateci in più edizioni a segnare i ritardi di realizzazione, poco più di un piazzale condominiale chiuso tra la muraglia in cemento del tunnel, l'ala ovest della stazione e l'ex condominio dei ferrovieri, pregevole costruzione del dopoguerra. 

Vedi anche: fidenza/stazione

sabato 22 ottobre 2011

I 150 anni del Teatro Comunale di Fidenza e il restauro della Camera Acustica di Girolamo Magnani

Nessun commento:


Nel Ridotto del Teatro Gerolamo Magnani è avvenuta oggi la presentazione del programma di manifestazioni e spettacoli legati alla ricorrenza della inaugurazione del Teatro Magnani avvenuta il 26 ottobre 1861 con la rappresentazione dell'opera "Il Trovatore" di Giuseppe Verdi. La ricorrenza è altamente significativa in quanto coincidente con quella del 150° di Unità d'Italia.

venerdì 21 ottobre 2011

Istituto Solari: interviene il Popolo delle Libertà

Nessun commento:
Siamo nel 1955 ed il Solari ed è al terzo anno di vita
Vogliamo preparargli la festa dei sessantanni o il funerale?

Registriamo con piacere questa presa di posizione nel senso da noi desiderato.

“Insensato il Solari vicino al cimitero”

L’ipotesi di edificazione della nuova sede della scuola agraria“Istituto Solari” a pochi passi dal cimitero fidentino di via Marconi sta suscitando un ampio dibattito all’interno del Popolo della Libertà di Fidenza e, nonostante la discussione non sia ancora arrivata in seno alla maggioranza di governo in Comune, il PdL borghigiano commenta così le dichiarazioni del consigliere provinciale Manfredo Pedroni in merito della vicenda.

giovedì 20 ottobre 2011

Istituto Solari: interviene un cittadino di Fidenza

Nessun commento:



Un cittadino di Fidenza ha lasciato il seguente commento sul post "Istituto Solari: interviene il Consigliere provinc..." :

"Alcune considerazioni di Pedroni sono condivisibili, altre meno. Ad esempio, la distanza con la ferrovia sarebbe la stessa di quella attuale, la scuola rimarrebbe separata dal cimitero grazie all'ampio parcheggio, inoltre in via croce rossa gli studenti avrebbero a disposizione aree verdi in cui sperimentare quanto appreso nel corso di agraria.
Infine, la scuola Solari versa attualmente in una condizione molto precaria, sia come struttura che come istituzione (c'è il rischio che venga cancellata), parlare di una sede diversa da quella programmata da anni non rischia di affossare definitivamente il futuro di questa scuola?un cittadino di Fidenza"

mercoledì 19 ottobre 2011

Istituto Solari: interviene il Consigliere provinciale Manfredo Pedroni

1 commento:
Il campo nei pressi del Cimitero
dove il Solari dovrebbe essere trasferito

Si riceve, si condivide e si pubblica questo appello di Manfredo Pedroni

Le cicale alla fine di una lunga estate

Nessun commento:
Edifici residenziali, in primo piano lo scheletro
di una delle querce secolari vittime del cantiere
Il Quartiere I Gigliati
Nella prima giornata piovosa di questo autunno che sembrava non dovesse mai arrivare rispuntano "I Gigliati".

giovedì 13 ottobre 2011

La nuova scuola? Facciamola al cimitero!

Nessun commento:

Riportiamo il testo dell'articolo del settimanale
 "il Risveglio" in distribuzione oggi 12 ottobre 2011

I lavori di riqualificazione della strada che unisce il centro allo svincolo intermedio della tangenziale, attualmente a senso unico e assolutamente inadeguata, sono un'occasione per ripensare questa area racchiusa tra Via Marconi, Via Crocerossa e la tangenziale nord della città, area per la quale molti premono per un'urbanizzazione intensa. Ricordiamo il progetto per un nuovo grattacielo nei pressi dello stabilimento conserviero e il quartiere nel l'ultimo riquadro di terreno delimitato dall'argine del torrente Stirone. Altri appetiti riguardano altri terreni che di riflesso verrebbero valorizzati dalle nuove costruzioni. In questa zona i piani urbanistici legati al PRG del 1996 prevedono il trasferimento della scuola di agraria, istituto Solari, attualmente localizzata in Via Cornini Malpeli che deve essere abbattuta per lasciar posto a condomini in attuazione della terza o quarta fase del progetto urbanistico denominato "Nuovi Terragli".  La nuova scuola insisterà su un terreno, inserito attualmente in contesto agricolo, in parte acquisito dal Comune in parte ancora di proprietà privata, la localizzazione è il campo a fronte del parcheggio che, a sua volta, fiancheggia il cimitero urbano.

Le pietre parlanti del Duomo di Fidenza

Nessun commento:
...................
La cattedrale è lì, aperta.
Sulle pagine di pietra
giorni, vento, pioggia e smog
non cessano di scrivere
il loro quotidiano racconto.
.........................
Dalla composizione di Lino Cassi "I due volti"

mercoledì 12 ottobre 2011

Italia Nostra - Settimana dei paesaggi agrari

Nessun commento:


RIPRENDIAMOCI LA TERRA!

17-23 OTTOBRE 2011

SETTIMANA DEI PAESAGGI AGRARI

Visite guidate, degustazioni, escursioni, incontri da Nord a Sud del Paese per riscoprire il valore della terra e del nostro paesaggio tanto prezioso ma altrettanto devastato

martedì 11 ottobre 2011

Pinguino, quanto è la metà di 21? Ovvero, come si fa a votare a favore votando contro

Nessun commento:


STATUTO COMUNALE  (approvato con deliberazione del C.C. n. 72 del 9.12.2003)Titolo II Ordinamento politico Sezione I Il Consiglio comunale Capo IIl Consiglio comunale3. Le sedute sono valide soltanto con la presenza di almeno la metà dei consiglieri
assegnati al Comune (
n.d.r.: 21 consiglieri, seduta valida con 11 presenti) ); le deliberazioni soltanto se ottengono la maggioranza assoluta dei voti, tranne i casi per cui una diversa maggioranza sia prescritta da norme vigenti.

lunedì 10 ottobre 2011

Passeggiata ecologica a Fidenza

Nessun commento:
Si riceve e si pubblica:
Il prossimo 15 ottobre il M5Stelle organizza una passeggiata ecologica a Fidenza. La passeggiata avrà lo scopo di scoprire un'area di campagna verso le colline cui s'addensano oggi appetiti urbanistici di vasta portata ed in grado di privare la città dell'ultimo “polmone” naturale tra la città e le prime colline.

Civiltà d'Asfalto

Nessun commento:

Sabato 15 ottobre nel Ridotto del Teatro G. Magnani a
Fidenza convegno organizzato dall'associazione "Le Vie del Sale"
Carlo Giavarini presenta il suo libro Civiltà d'Asfalto

domenica 9 ottobre 2011

All'insegna di Verdi

Nessun commento:
Giuseppe Verdi in questo lavoro di Paolo Pelosi
Nella cornice della Chiesa di San Michele una esposizione di lavori di artisti locali organizzata dalla Famiglia Fidentina nell'ambito delle iniziative dell'Ottobre Fidentino è stata dedicata al Maestro Giuseppe Verdi. Sempre a Fidenza nel palazzo dell'ex-collegio delle Orsoline, proprio di fronte alla chiesa, il Gruppo Filatelico locale ha allestito una imperdibile esposizione di cartoline e francobolli mantenendo come filo conduttore il Maestro e le sue opere. 

sabato 8 ottobre 2011

9 ottobre - San Donnino Patrono di Fidenza

Nessun commento:

San Donnino attraverso il torrente
(Ettore Ponzi: olio su tavola conservato nel seminario vescovile di Fidenza)

Secondo la tradizione fu martirizzato nella città di Fidenza il 9 ottobre del 299. Si narra fosse un soldato al servizio dell'imperatore Massimiano Erculeo; secondo i bassorilievi del Duomo di Fidenza, che ne narrano la storia, sarebbe stato destituito dal suo incarico a causa della sua conversione al Cristianesimo, sentendosi in estremo pericolo fuggì, fu inseguito per ordine dell'Imperatore e raggiunto lungo le rive del torrente Stirone ed in quel luogo decapitato. Il culto di San Donnino è stato decisivo in molti momenti della storia della nostra città, più volte pesantemente offesa e sempre rinata.
San Donnino nei momenti difficili

San Donnino protegge la cattedrale
(Ettore Ponzi: cartone preparatorio)

In quei tempi le notti bianche non erano un evento di festa e San Donnino non era una data del calendario. Il breve articolo datato 22 maggio 1943 racconta di una processione propiziatoria avvenuta due mesi prima. 
Un anno dopo il terribile bombardamento del 13 maggio 1944 in cui la cattedrale rimase intatta tra le rovine, segno di sicura ripresa. 


Processione propiziatoria
Diecimila fidentini presero parte domenica 21 marzo, alla solenne processione col corpo del Santo Protettore Donnino. Il corteo era aperto dal Gonfalone del Comune che era seguito dalle rappresentanze religiose e delle varie Parrocchie cittadine ed extraurbane. Dopo il Capitolo della Cattedrale ed altri sacerdoti, veniva l'Ecc. Rev.ma Monsignor Vescovo seguito dell'Urna contenente le ossa del Santo Martire scortata da soldati e militi. Al suo passaggio tutta la gente che era numerosissima ai lati della strada s'inchinava reverente. Chiudevano la processione le Autorità Civili e Militari della città, i gagliardetti delle Associazioni ed il popolo. Ai soldati che erano schierati in Piazza Garibaldi Mons. Vescovo rivolse brevi elevate parole esortandoli a servire sempre fedelmente la Patria.
Quando l'Ecc.mo Mons. Vianello e la Sacra Urna giunsero nella piazza del Duomo, quella era rigurgitante di folla che attendeva la parola del Pastore.
Salito sul podio costruito all'ingresso principale del Duomo, parlò ai presenti esaltando prima di tutto i nostri valorosi soldati ed enumerando poi tutti i nostri doveri di italiani in questa ora solenne che la Patria sta vivendo, tesa con tutte le sue migliori forze al raggiungimento della Vittoria finaIe.
L'Ecc.mo Presule stigmatizzò coloro che da questa ora non pensano che a trarre illeciti benefici finanziari ed a divertirsi apertamente senza alcun riguardo per i fratelli che combattono, muoiono per un solo ideale, la Patria.
Il discorso del Vescovo suscitò profonda commozione ed ottenne applausi entusiastici.
Asso di bastoni Anno II n°22 del 22 maggio 1943 - XXI

venerdì 7 ottobre 2011

Armonie nel Tempo

Nessun commento:
Esposizione di campane ed orologi da torre
Diocesi di Fidenza
Circolo Culturale "San Lorenzo"
Associazione "Le Vie del Sale"

Inaugurazione sabato 8 settembre
Fidenza, Chiesa di san Giorgio Martire

Il Cinema Cristallo e la "prossima apertura"

Nessun commento:
Ecco che, finalmente, la lunga estate del Cristallo volge al termine. Oggi, alle ore 18, è infatti apparso sulle bacheche del cinema questo annuncio rassicurante per l'immediato futuro (per quanto?). Ma qualcosa è  cambiato come si affrettano ad annunciare i due  foglietti in basso.

giovedì 6 ottobre 2011

Le Torri dei Nuovi Terragli replicate a Genova diventano Torri Faro

Nessun commento:


Genova - Due torri a pianta semicircolare, rispettivamente di 20 e 18 piani, raccordate da un’ampia piazza parzialmente coperta, sopraelevata rispetto alla rete viaria: questo è in sintesi il progetto architettonico di Torri Faro in costruzione netta città ligure.
La costruzione delle Torri di Genova ricorda in modo singolare le torri del piazzale della stazione di Fidenza rendendo in qualche modo legittima la domanda, sottesa nel titolo di questo post, circa la titolarità dell'idea che sta alla base del progetto Torri dei Nuovi Terragli al di la del contributo degli architetti normalmente associati alle torri di Fidenza: Adolfo Natalini e  Vittorio Savi.  

mercoledì 5 ottobre 2011

Architetti allo sbaraglio: il caso Fidenza

1 commento:


E' stato consegnato il terzo stralcio dell’intervento di "ricomposizione di piazza Repubblica", davanti alla stazione ferroviaria di Fidenza che dovrebbe realizzare la parte più importante del nuovo piazzale della stazione.

martedì 4 ottobre 2011

Il sogno dell'archivista

Nessun commento:
Don Amos Aimi in un fotogramma del filmato.
"Il vero volto di Dante" è il titolo di una trasmissione televisiva dello show "Mistero" in onda domenica 2 ottobre in prima serata.

domenica 2 ottobre 2011

I fidentini amano la loro cattedrale?

Nessun commento:
Partendo da destra: Enrico Mattei, Lina Callegari, mons. Carlo Mazza e Fausto Negri.
Nella cornice suggestiva della Chiesa di San Giorgio, convertita a sala conferenze, è stata presentata l'ultima fatica di Fausto Negri che ha realizzato una guida alla lettura della cattedrale di Fidenza. Il volumetto, sostenuto da una eccellente veste grafica curata da Enrico Mattei, e di un ampio corredo fotografico, porta il titolo "Le pietre "parlanti" della Cattedrale di Fidenza". Nelle sue pagine ripercorre, partendo dalla torre del "folletto" le sculture ed i rilievi della facciata. Non mancano richiami alle scritture ed a riferimenti poetici. La presentazione, che ha radunato un pubblico numeroso e particolarmente attento, aveva come relatori gli stessi autori affiancati dall'assessore alla cultura, Lina Callegari, e dal vescovo Mons. Carlo Mazza.

sabato 1 ottobre 2011

“Sarvél e cör”

Nessun commento:
Franco Giordani tra Claretta Ferrarini e Gianni Raminzoni

“Sarvél e cör” è il titolo della bella, ironica e commovente pubblicazione di Franco Giordani, numero 49 dei quaderni fidentini, che è stato presentato sabato 24 settembre presso il Centro Culturale San Michele.