mercoledì 26 marzo 2014

Francesca Gambarini candidata alla carica di Sindaco

(Dalla Gazzetta di Parma del 25 marzo 2014)
Dalle colonne della Gazzetta si ha la conferma scritta di quanto si diceva ormai da tempo. Il centrodestra di Forza Italia ha indicato Francesca Gambarini come Candidato Sindaco alle prossime amministrative fidentine. A sostegno della candidatura la formazione "Identità e valori" di Lina Callegari, mentre per ora non si hanno hanno notizie circa l'eventuale sostegno di altre formazioni dell'area di destra, della Lega Nord e del Nuovo Centro Destra.
La scelta è commentata in un corsivo di Carduccio Parizzi che proponiamo integralmente più sotto.

La candidatura di Francesca Gambarini raccoglie quindi l'eredità del gruppo uscito dalla maggioranza che si era dato appuntamento nell'area,  oltre il terrapieno della ferrovia, destinata alla costruzione del nuovo Solari nel settembre 2012. Presenti nell'occasione anche Giuseppe Comerci, Manfredo Pedroni, Benvenuto Uni e Germano Meletti.
Carduccio Parizzi con Francesca Gambarini
Basta guardarsi intorno e si capisce che non è più così.
 Ad esempio, c'è un partito, ora si chiama Forza Italia anche se in realtà ancora non c'è e al suo posto c'è un Club Forza Silvio che a sua volta è affiliato a Forza Italia. 
Bene, nei giorni scorsi questo Club ha tenuto una riunione dei tre circoli fidentini per definire in vista delle elezioni il loro candidato alla carica di Sindaco. Presenti, convocate in tutta fretta, 10/15 persone hanno "democraticamente" deciso di candidare Francesca Gambarini.  In realtà lo Statuto dei Club dice altro... non per questo andrò a piagnucolare dal Prefetto e nemmeno presenterò un esposto  da qualche parte  previo comunicato ala Gazzetta... , in realtà lo Statuto del Club, all'art. 11 stabilisce che il Club "svolge ogni attività di collaborazione con il Movimento Politico Forza Italia ritenuta utile ed in particolare: stabilisce il sistema di selezione per individuare soggetti da proporre al Movimento Politico Forza Italia quali candidati per le elezioni amministrative".
Dunque, questione di forma ma anche di sostanza, il candidato Sindaco  di Forza Italia non lo dovrebbero decidere i 10/15  di Forza Silvio ma, come sempre,  il coordinatore regionale di Forza Italia... 
Lasciando perdere - ma che cazzo me ne frega, canterebbero gli Stiron River-  parliamo del Pd. 
Come ho già scritto, per il Pd questo è l'atto finale della crisi di un partito che non ha saputo rinnovarsi. Non è una novità,  ma si ha la sensazione, con il raffreddarsi delle ideologie, che si annaspi in un contesto che è diventato altro.
Insomma,  per il Pd, con questo balzo all'indietro che si chiama Massari, siamo al canto del cigno. 

Non è un caso se alcune persone che si è date da fare per sostenere Massari sono le stesse delle "torri" in piazza della stazione e non è un caso se diversi iscritti ed elettori del Pd non voteranno per Massari che, fra l'altro,  deve fare i conti con la gente che vive e lavora autonoma dalle compromissioni del potere, cittadini-elettori che non ne possono più e di sicuro, conoscendo la rava e la fava, sapranno rispondere in modo adeguato con la scheda elettorale.
(cp)


--
Postato da Blogger su blog fidentino il 3/26/2014 05:58:00 AM

3 commenti:

  1. Un tempo c'era anche gente seria che manteneva gli impegni presi con gli elettori e meno intellettuali sapienti che vorrebbero apparire sopra le parti.
    Un Forza Silvio

    RispondiElimina
  2. Germano Meletti26 marzo 2014 13:46

    Caro Carduccio, ma di cosa stai parlando? Hai portato avanti un discorso di destra vincendo le elezioni, cosa non da poco da uno come te che proveniva, con gloria, dai radicali. Sei stato il primo assessore ad essere defenestrato, sei andato in conseguenza per vie legali. Poi sei ritornato amico di una giunta che ha cambiato nel frattempo ben otto assessori (record per Fidenza, credo), naturalmente ritirando l'esposto. Hai fondato Fidenza Obiettivo Comune, tanto per rimescolare le carte ed oggi lanci critiche a tutti i tuoi avversari politici (dopo aver lanciato segnali amorosi dal tuo blog, per il momento non corrisposti). Alla luce di tutto questo processi la sinistra per il suo candidato e la destra per il suo operato, ma tu non fai parte nè di una nè dell'altra, credo che di rogne per casa (politicamente parlando) ne hai già abbastanza. Alla luce di tutto questo e dal punto di vista degli altri, ti dico con tutto il cuore: "Mo cu t'nin frega?"

    RispondiElimina
  3. Franco Bifani26 marzo 2014 15:57

    Carduccio, ma quando mai c'è stato qualcuno, da migliaia di anni, che abbia mantenuto gli impegni e le promesse anticipate in vista delle elezioni? Ora abbondano gli intellettualoidi, non gli intellettuali, quelli che guardano solo i films cecoslovacchi sottotitolati in estone e leggono libri di radical-chic, snob come loro; non ci capiscono un'acca stracca, ma sai, fa molto in e trendy.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi