domenica 23 marzo 2014

Lunedì in Campidoglio la scuola secondaria di I grado “Pietro Zani” di Fidenza

Sono partiti pochi minuti fa gli alunni che, in rappresentanza
della scuola P. Zani, saranno domani in Campidoglio.
Nella Sala della Protomoteca in Campidoglio, lunedì 24 marzo, si svolgerà la cerimonia di premiazione della 64esima edizione del "Premio della Bontà - Livio Tempesta". Una cerimonia organizzata dal Centro Nazionale della Bontà sotto l’Alto Patronato del Capo dello Stato e con il patrocinio di Roma Capitale.
Verranno premiati tutte quelle realtà scolastiche che nel corso dell'anno scolastico si sono distinte per aver compiuto atti di bontà e solidarietà. La sala si riempirà di ragazzi provenienti da tutte le regioni d'Italia che verranno premiate da  Valentina Grippo, vice presidente della commissione Scuola, in rappresentanza del sindaco Ignazio Marino.

"Il fine del Premio è quello di esaltare la generosità, l’altruismo e la bontà nei ragazzi all'interno del mondo scolastico, che sono il primo e più efficace antidoto per contrastare violenza, bullismo e assenteismo degli alunni" ha spiegato in una nota Valentina Grippo. 

Tra le scuole vincitrici la scuola secondaria di I grado “Pietro Zani” di Fidenza, l’istituto scientifico statale “Galileo Galilei” di Catania i cui alunni hanno compiuto gesti di solidarietà verso gli immigrati sbarcati sulle coste della Sicilia, l'istituto ad indirizzo musicale “Salice Salentino” di Lecce in cui gli alunni  hanno "intrecciato le loro voci con quelle degli amici disabili offrendo la più grande testimonianza del fatto che - commenta la Grippo - tutte le barriere, fisiche e culturali, si possono superare". 

Questa la motivazione per il nostro istituto: “La Scuola Pietro Zani di Fidenza PR, fucina di iniziative culturali, sociali e formative è esempio di scuola attiva, che proietta gli alunni verso un futuro caratterizzato dalla Cultura, dalla Fede, dalla Solidarietà”.

Anche gli istituti comprensivi "Galatone" o l’istituto agrario “Munerati” di Rovigo si sono assicurati alcuni premi. Altre sette le scuole riceveranno un Diploma di Merito in quanto si sono distinte per iniziative di natura interculturale, folkloristica, sportiva e di solidarietà.

"Ho sempre creduto nella scuola come principale fabbrica di energie positive e di trasformazione qualitativa della società - aggiunge la consigliera Grippo - per questo sono orgogliosa di premiare questi bambini che, nei loro vari contesti, si segnalano per aver dato un esempio a tutti noi". 





Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi