venerdì 28 marzo 2014

Viabilità cittadina al quartiere luce: chi getta fango addosso? di Germano Meletti


Era il 1973 quando gli inglesi diedero vita a una bizzarra competizione: una gara nel fango. Ora questa moda è arrivata a Borgo e coinvolge le massime autorità cittadine ultimamente prendendo spunto dal rapporto degli ispettori ministeriali. Non ci occupiamo di questo, è la Gazzetta a tenerci informati facendo parlare i protagonisti. Riportiamo invece questo intervento di Germano Meletti che probabilmente anticipa temi e toni della prossima tornata elettorale cittadina.



DI SOLITO LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE, IN POLITICA INVECE SONO IL SOFFIONE PER TENERE SEMPRE ATTIZZATE LE BRACI, MA COMPORTARSI COSI' NON E' ONESTA', SOPRATUTTO QUANDO PREDICHI DEL NUOVO. COSI' FACENDO MENTI SAPENDO DI MENTIRE E VAI A RAZZOLAR MALE PUR PREDICANDO BENE.


Caro Ambrogio, sono appena tornato dal bar, dove c'era una persona, militante del M5S di Fidenza, persona che da sempre abita a Castione Marchesi e che conosco fin dalla nascita. 

Da sempre persona onesta, sia intellettualmente che di fatto, da sempre persona obiettiva e sincera e sostanzialmente corretta. Il motivo per cui scrivo ciò è che mi ha detto di non essere d'accordo con il mio post "Viabilità a Fidenza: un argomento per la campagna elettorale, di Germano Meletti". Lui non sarà d'accordo, mica la si può sempre pensare bene per tutti, ma il fatto è che lui non lo ha letto, ma gli hanno riferito il tutto. 

Lui dice sopratutto di non essere d'accordo con la mia proposta perché è impensabile far deviare le auto dirette a Salsomaggiore attraversando il Quartiere Luce. A questo punto io dico che certa gente o ci è o ci fà. Andate un po' a vedere se ho menzionato o solo dato modo di pensare al Quartiere Luce, del resto mi sembra assurdo incentivare il traffico all'uscita di una scuola ed immettendolo in una strettoia artificiale come quella all'incrocio con Largo Leopardi. 

Questi signori, parlo dei riportatori ma parzialmente anche del "credulone senza verifica", si sono integrati bene nel modo di fare della politica, si sono fatti loro il raccontar balle tradizionale della vecchia politica che tanto combattono: unica assente l'onestà intellettuale di chi abitualmente affronta la politica. 

Eh no, signori, non è così che si fà, non cercate di imitare il vostro trascinatore nazionale, lui distruggerebbe tutto ma senza proporre nulla di nuovo. Qualcosa di nuovo voglio urlarlo io: IL CITTADINO HA BISOGNO DI VERITA', NON DI BALLE, NON DI DENIGRAZIONI VOLTE SOLO A METTERE IN CATTIVA LUCE QUELLO CHE POTREBBE ESSERE L'AVVERSARIO DI TURNO, QUESTA NON E' ONESTA', QUESTO NON E' VOLTAR PAGINA NEL LIBRO DELLA POLITICA, QUESTO E' RIPERCORRERE LA STRADA PIENA DI PROMESSE NON MANTENUTE TIPICHE DELLA POLITICA DALLA FINE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE AD OGGI. SIGNORI "GRILLINI", SE VOLETE PROPORRE DEL NUOVO ATTEGGIATIVI IN MODO NUOVO, ALTRIMENTI NON FARETE CHE GLI INTERESSI DEL VECCHIO. MA VOI NE SARESTE CAPACI? MI DISPIACE PER VOI, MA OGGI NON LO AVETE DIMOSTRATO.

PROPONGO QUI IL COLLEGAMENTO CON IL PEZZO IN QUESTIONE PER PERMETTERE A TUTTI LA VERIFICA DI CIO' CHE HO SOSTENUTO.

Germano Meletti




2 commenti:

  1. Franco Bifani28 marzo 2014 11:48

    Germano, ma qui non si tratta di fango gettato addosso, anche solo sulle scarpe. C'è gente che, quando legge le lettere o i commenti dei vari blog, poverini, non ce la fanno ad andare a capo e poi alla riga seguente; ne saltano perlomeno una, ma anche di più. Giunti poi a metà lettura, gli comincia a fumare il cervello, per lo sforzo di decriptazione, e gli escono nuvole grigiastre dalle orecchie; sempre che non siano otturate dal cerume. Onde ragion per cui, non capiscono una mazza. Ma ci sono anche quelli che, leggendo, ad esempio, Meletti o Bifani, partono subito prevenuti, cominciando a borbottare: "Mo c'è encora cuei due spacamaroni e coglioni? Il Sindico di Chestione e il prufesùr? Desso leggo, pò dopa ce ne dico mica cuattro, ma cincue o sei! Va' mo là, vacio can e vaca madòi!" Io son 12 anni che scrivo sui blog; su Alicenonlosa c'era gente che capiva uno schioppo per un confessionale, come diceva mia nonna milanese. Uscivano fuori dei litigi beceri e melensi, con gente che non aveva il minimo senso dell'humour. Vedrai che da Salso per Piacenza e viceversa, ci sarà qualcuno che devierà per il Quartiere Luce il traffico dei TIR e degli autobus di linea, ed anche quello dei trattori per i lavori agricoli. Infine, invece di perder tempo con dei 5 Stelle, se venivi al Bacio di Vino, e mi chiamavi, potevamo darci una mano di botte noi due; botte nel senso di contenitore di vino, o di birra, perlomeno. Che ti serva di lezione, e non ti faccio nemmeno pagare la parcella, per 'sta volta.

    RispondiElimina
  2. Germano Meletti28 marzo 2014 13:36

    Ma come ti permetti di dirmi che non mi fai pagare la PORCELLA? Adesso lo vado a raccontare in giro così poi qualcuno ti richiamerà e apostroferà per questo tuo linguaggio scurrile, saranno in pochi a sapere ed essere informati che tu invece hai scritto PARCELLA. Ciao Franck Bif

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi