lunedì 28 aprile 2014

Alessia Gruzza ci scrive

Alessia Gruzza, indicata dal candidato sindaco Andrea Massari come sua vice nella nuova Giunta di Fidenza, in caso di vittoria del centrosinistra alle elezioni amministrative del prossimo 25 maggio, ci scrive. 
Salvata l'unità del partito il programma di Alessia ora il compito di Alessia è quello di convincere che qualcosa di nuovo è successo nel PD.
Senza affondare in temi caldi, quelli che fanno riferimento ad un passato che si vorrebbe far ripartire, Alessia un impegno preciso lo dichiara "edilizia a volumi 0", lo annotiamo caso mai ci fosse qualche se e qualche ma. 
Su altri temi si rimanda all'ascolto ed agli sportelli, ma un programma si sa è un programma.

UN PUNTO DI VISTA PLURIENNALE


Conclusasi la fase delle Primarie del PD siamo ormai entrati nel pieno del periodo elettorale, che vede già da tempo un mio lavoro di contributo all'attività del Partito Democratico e di Andrea Massari. 
Questo nasce dalla volontà di far ritrovare forza e voce al cittadino, partendo da quelle persone che mi hanno sostenuto durante le Primarie e da tutti coloro che credono in un partito della partecipazione, della trasparenza e del rinnovamento.
Pur venendo da percorsi diversi e con in testa l'obiettivo di mantenere l'unità del partito anche attraverso un arricchimento tematico, è stato possibile giungere ad un punto di raccordo con Andrea mettendo alcuni aspetti cruciali al centro di un programma pluriennale per la città. 
In particolare, dando seguito al dibattito sorto durante le Primarie, si è ritenuto di focalizzarci sull'ambiente, sul lavoro e sulle tematiche di ambito sociale.
L’ambiente puntando sulla riqualificazione energetica, preservando il territorio dall'occupazione di nuovo suolo per un’edilizia a volumi 0.
Il lavoro perché rappresenta un’emergenza sociale; entrambi infatti abbiamo avuto modo di ascoltare chi ha l’ha perso, chi ha attività in crisi e per questo il Comune deve ritrovare la sua centralità nella sinergia con le imprese, con gli enti di formazione, con gli istituti di credito, nel dialogo con la Regione per fornire nuovi servizi per un vasto territorio. 
Servizi che miglioreranno anche attraverso la semplificazione burocratica, con una macchina comunale efficiente e profondamente rinnovata. 
Lavoro ed opportunità anche attraverso l’Europa, con la creazione di un punto di riferimento per fondi nazionali ed Europei, utile per le imprese, per le associazioni e i giovani.
E poi il sociale, perché nessuno sia ultimo, rivalutando il sistema sanitario e sociale, potenziando il Servizio di Assistenza Domiciliare, riformulando il Servizio di Assistenza Sociale, rendendolo a tutti gli effetti uno sportello di natura progettuale, attraverso un dialogo fattivo con le famiglie degli anziani e delle persone bisognose di cure presso strutture protette.
Alessia Gruzza


2 commenti:

  1. Leggendo e meditando, a passi tardi e lenti, il programma della Gruzza, mi permetto qualche suggerimento e alcune considerazioni, ben sapendo che lasciano il tempo che trovano, in quanto redatte da uno che non fa parte dei Prominenten locali. Io confesso qui, e non la nego, di aver provato una grande simpatia per la Gruzza, e mi dispiace sinceramente che sia stata silurata, nel corso delle primarie, dai sostenitori di Massari. Scrivo per dovere civico, non cinico. Invece che edilizia a volume 0, io preferirei demolizioni a volume 0, di tutte le brutture edilizie ed architettoniche degli ultimi anni, qui a Fidenza, a colpi di dinamite. Per il lavoro, si dovrebbero ascoltare anche coloro che, da anni, non ne hanno mai visto nemmeno l'ombra e che, non essendo Rom o immigrati, non ricevono il minimo sussidio. E non sono solo i giovani ad avere una fame terribile di occupazione, ma anche chi ha 40 o 50 anni, ed ha, quindi, minori opportunità di impiego, pur avendo carichi familiari sule spalle. Smettiamola con questo filo-giovanilismo, la gente non ha solo 20 o 30 anni! Gli anziani ed i bisognosi hanno un bisogno estremo di fatti, non di chiacchiere e di sportelli, magari di quelli aperti dalle 8 alle 8. Alessia, ci sono tanti fidentini, o borgzàni, che dir si voglia, che sono con l'acqua alle narici, e forse, in tanti, sperano proprio in te, novella Pandora di Borgo!

    RispondiElimina
  2. Con tutta la buona volontà che si può mettere nel leggere e capire, non si può non essere colpiti dalla genericità del documento, senza in idea, con alcune generiche considerazioni di buona volontà...

    In confronto il programma del movimento 5 stelle svetta per argomentazioni, scelte politiche di fondo per il presente ed il futuro della città.

    Colpisce leggere che la scelta di urbanistica a volume zero è stato oggetto di un compromesso con il suo candidato sindaco Massari!

    Se vince il PD, comanderà il sindaco Massari o il Vicesindaco Gruzza?

    NO, non possiamo più permetterci queste situazioni; Fidenza ha bisogno di scelte strategiche e concretezza.

    Anche andando controcorrente

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi