martedì 15 aprile 2014

Trivellazioni e territorio: le nostre denunce e le interrogazioni di Manfredo Pedroni

"La Regione ha deciso di estendere, sino alla acquisizione dei risultati delle azioni, la sospensione in tutta la regione di qualsiasi nuova attività di ricerca e coltivazione" di idrocarburi.


Che le trivellazioni e le estrazioni di liquidi o gas alterassero l'equilibrio del territorio ne abbiamo cominciato a parlare nel 2011, ben prima ancora che si parlasse di terremoti. L'abbiamo denunciato quando si progettavano estrazioni nel parco dello Stirone. Abbiamo seguito Manfredo nel suo percorso di interrogazioni. Ora, che di terremoto si è molto parlato, finalmente sappiamo che c'era del vero nelle nostre esternazioni, ora il vero è supportato da pareri scientifici. Ecco una nota di Mafredo Pedroni, consigliere provinciale e Vice Presidente della provinci di Parma.  


ERA  ORA!

A) RICORDO
l’interrogazione consigliare del 15 giugno 2013 “TRIVELLAZIONI  MONTE  ARDONE “ con la quale chiedevo: “se l’Amministrazione Provinciale è intenzionata ad assumere iniziative, per presentare osservazioni a tutela e impedire le eventuali violenze al nostro territorio , salvaguardandolo da   inimmaginabili ed irreparabili danni economici, ambientali e di immagine.

B) RICORDO
l’interrogazione consigliare del 8 marzo 2013 “PROGETTO  TRIVELLAZIONI AREA SORBOLO “con la quale chiedevo: “se l’Amministrazione Provinciale è intenzionata ad assumere iniziative, quali quelle della provincia confinate e coinvolta nel progetto di Reggio Emilia per presentare osservazioni a tutela e impedire le eventuali violenze al nostro territorio, salvaguardandolo da inimmaginabili ed irreparabili danni economici, ambientali e di immagine.

C) RICORDO 
l’interrogazione Consigliare del 25 gennaio 2011 “ POZZI  DI  PETROLIO  NEL  PARCO  DELLO  STIRONE con la quale chiedevo :
 1) all’Amministrazione Provinciale se è a conoscenza di tale progetto di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi autorizzato dalla Regione Emilia Romagna da effettuarsi nel nostro territorio;
  2) se i comuni individuati sono tutelati, e in che modo, essendo i loro territori inclusi nel “Parco dello Stirone”;
  3) se l’Amministrazione Provinciale è intenzionata a presentare osservazioni per tutelare e impedire le eventuali violenze al nostro territorio , salvaguardandolo da inimmaginabili danni economici, ambientali e di immagine.

LE  INTERROGAZIONI  HANNO  DENUNCIATO  LE INTENZIONI DELLA REGIONE  EMILIA  ROMAGNA, GRAZIE AL BLOG  “FIDENZA“ DI  AMBROGIO  PONZI E ALLA  STAMPA LOCALE  CHE HANNO AMPLIFICATO LA DENUNCIA,
LA  regione non ha attivato quelle perforazioni, evviva che ora arriva la retromarcia per evitare nuove perforazioni SU TUTTO IL TERRITORIO REGIONALE
MANFREDO PEDRONI.

3 commenti:

  1. Ricordo al Consigliere, che oltre 1 anno prima (6 giugno 2012 ) , ho segnalato su questo blog esattamente una settimana dopo l'ultima forte scossa (30 maggio 2012) , il PROBLEMA dell'accumulo del gas , non la ricerca. Infatti erano già state autorizzate dall'allora Ministro Giovanardi alla ERG tali ricerche e prove. Nella nostra zona, era stata rilasciata (nel 2010) quella della zona Mulino (area attorno a Cortemaggiore con una estensione di 23 km quadrati). Nei post dell'epoca è stata pubblicata anche l'immagine .
    Un anno dopo (giugno 2013) altre ricerche nella zona erano state richieste, ma non relative a stoccaggio di gas. Ambrogio è buon testimone di quanto affermo.
    GF

    RispondiElimina
  2. Germano Meletti16 aprile 2014 14:28

    Proprio GF è buon testimone di quanto io sostenevo due anni fa su altro blog, alla faccia di chi ci prendeva in giro. Sono in pochi a ricordare che Modena era una zona considerata a rischio sismico quasi nullo, quindi ci sono molte cose che non quadrano, compresi i fenomeni di affioramento di sabbia liquida, la morìa dei pesci nei canali a causa dell'elevata temperatura dell'acqua e degli scalini che si formavano nei campi e sopratutto la fuga precipitosa nottetempo, subito dopo il terremoto, dei mezzi per sondaggi e carotaggi sotterranei, oltre che estrazioni. Ma perchè allora si laciò che deridessero me e indirettamente GF senza che nessuno intervenisse? Se la cosa non fosse tragica oggi sarei io a deridere i derisori. Sei d'accordo GF?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Germano hai ragione sul discorso dei politicanti. Tra i politici locali solo Manfredo si è dimostrato sensibile e le sue interrogazioni risalgono anche ad anni anteriori ai due anni da te indicati.

      Elimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi