sabato 3 maggio 2014

"Il Borgo che vorrei" di Gabriele Rigoni


Pubblichiamo il comunicato stampa sulla conferenza di presentazione del programma di Gabriele Rigoni, candidato sindaco della lista civica "Con Fidenza" e della lista "Noi per Fidenza", che si è svolta oggi nel pomeriggio nella sede del comitato in Via Berenini. Nel corso della conferenza Gabriele ha presentato i candidati della lista "Con Fidenza" .

Claretta Ferrarini
Federico Ghiozzi

Luigi Cadonici
Sonia Pelosi
Alessandra Scozzesi

IL BORGO CHE VORREI: RIGONI PRESENTA IL SUO PROGRAMMA

Fidenza deve tornare ad essere il punto di riferimento di tutto il territorio “di qua dal Taro”, un ruolo che per decenni ha rivestito. Per questo immagino una città capace di dialogare con tutte le realtà vicine e al tempo stesso capace di proporsi come motore di sviluppo”. 
Sono le parole di Gabriele Rigoni, candidato sindaco della lista civica "Con Fidenza", una candidatura appoggiata anche dalla lista civica “Noi con Fidenza Cantini”. 
Gabriele Rigoni ha presentato nel pomeriggio, nella sede del comitato, il suo programma elettorale. Si tratta di un programma in divenire, basato su linee guida da sviluppare giorno per giorno, grazie a gruppi di studio, già al lavoro e aperti ai cittadini. 
Sono otto le commissioni suddivise in altrettante aree tematiche: marketing territoriale, sport e tempo libero, cultura e turismo, urbanistica e viabilità, scuola ed educazione, sanità, assistenza e integrazione sociale, sicurezza e politiche abitative e, non da ultimo, la semplificazione amministrativa. 
 Un vero motore per lo sviluppo della città è, secondo Rigoni, l’innovazione tecnologica, sinonimo, come la mia esperienza imprenditoriale mi ha dimostrato, di aumento della produttività ma anche di razionalizzazione dei costi. 
Un’idea concreta sul fronte lavoro invece, quella di istituire uno sportello per l’occupazione gestito dal Comune. 
 Rivolgeremo, ha aggiunto Rigoni, un’attenzione particolare alla formazione, attraverso periodici incontri con le scuole e l’ Università, per creare competenze mirate alle esigenze del territorio. Immagino, ha concluso Rigoni, una città per la gente, una città che sia ospitale ma in cui si torni a vivere sicuri. Una città capace di attirare i turisti e i visitatori con le sue proposte culturali e la valorizzazione dei suoi monumenti.


Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi