lunedì 29 dicembre 2014

Molti i padri del mostro in Via Gramizzi

7 commenti:

Questo era il progetto dopo l'ultima variante urbanistica

Il palazzo è stato costruito in parte su di una superficie comunale ed anche sotto (garages) ed ora, che il fallimento dell'impresa costruttrice è non solo urbanistico ma legale, cosa ne sarà?

domenica 28 dicembre 2014

La rapida agonia dell'Unione Terre Verdiane

3 commenti:
Nomine movimentate, dimissioni strumentali, arrivo del commissario hanno portato in pochi mesi allo sbando un ente l'Unione Terre Verdiane che avrebbe potuto rappresentare la razionalizzazione amministrativa di una vasta zona territoriale altrimenti chiamata Bassa Ovest e comprendente una decina di comuni al di qua del Taro.
Ma oltre alle multe, attivo il servizio specifico di Polizia Municipale del Corpo Unico dell’Unione Terre Verdiane, non si è andati; d'altra parte questa attività bastava a tenere in piedi il vero interesse dei "poltronieri" della politica. 

Il Presepe in Duomo

Nessun commento:

La desolata landa dei pastori di quella notte stellata è ben lontana da questo presepe, ma il messaggio vorrebbe è il medesimo.  Maria e Giuseppe hanno trovato ospitalità in una cascina della campagna della Bassa, un piccolo caseificio dove anche lo straniero è accolto con curiosità e poi benevola attenzione. La timida coppia indugia all'esterno, nel cortile delle semplici case, un po' imbarazzata da un incomprensibile dialetto, anche se i volti sono rassicuranti. 

giovedì 25 dicembre 2014

Dalla raccolta "Il Capo Posando" una composizione di Lino Cassi

Nessun commento:


NUDO TRONCO 

Ti sei abbattuto su di me, Signore!
Hai scagliato a terra tutti i miei frutti.
Hai strappato e disperso le mie foglie.
Uno ad uno
hai spezzato i miei rami.
Ai morsi del gelo
hai abbandonato le mie radici.
Sono nudo tronco,
d'inverno.

Eppure, sulla tua parola,
stretto in questo gelo,
con impazienza attendo
che il sole riavvampi
i rami dei pioppi
e nei fossi riprenda
il saltellìo allegro dei ruscelli
e il grido dei fiori nei prati
esultante annunci
la primavera.


Composizione di Lino Cassi dalla raccolta "Il Capo posando" scritta nel 1996 durante la degenza all'ospedale "Don Gnocchi" di Milano 

Messa di Natale alla Casa Protetta

Nessun commento:
I "Pueri et Juvenes Cantores della Cattedrale di Fidenza", come da tradizione, hanno animato coi i loro canti la Messa di Natale alla Casa Protetta celebrata da Don. Robert Messan Kwadzo Lokossou. 
La forzata assenza del Maestro Luca Pollastri ha avuto l'effetto di stimolare al meglio l'impegno dei cantori e di Vincenzo Di Carlo che nell'occasione è diventato il punto di riferimento dei coristi.

mercoledì 24 dicembre 2014

"Racconto di Natale per cristiani e non credenti" al teatro Magnani

Nessun commento:

Il 5 gennaio 2015 alle ore 20.45 gli "Juvenes Cantores della Cattedrale di Fidenza" saranno al Teatro Magnani di Fidenza, accompagnati all'arpa da Carla They e con Claudia Koll come voce recitante, in un evento straordinario.
Il tutto a favore dell'Associazione "Leggend'aria". 



Claudia Kollattrice di Teatro, Cinema e TV partecipa da protagonista a diverse fiction e serie televisive ed opera nel contempo anche un'intensa attività teatrale.
Dopo la svolta religiosa, ha ruoli di rilievo in diverse sacre rappresentazioni, in seguito lavora in film per la tv a circuito internazionale. Nel corso di questi anni numerosissime sono le letture drammatizzate dei Testi sacri e nel 2009, per la rassegna Anima Mundi, è la voce recitante femminile nella prima esecuzione mondiale del “Il Cantico dei Cantici” opera musicale di mons. Marco Frisina (4 ottobre – Cattedrale di Pisa).

Fidenza orgogliosa in orizzontale

2 commenti:
La verticalità delle Torri della stazione non ha portato bene a Fidenza ora la città ci riprova, ma in orizzontale.

Asp Fidenza: anche Babbo Natale diserta l'Assemblea dei Soci

8 commenti:
asp fidenza 1

Alla mia età potrebbero sembrare interessati i miei interventi sulla vicenda ASP per cui, pur non abbandonando l'intenzione di arrivare prima o poi a capirci qualcosa, mi limito a registrare e segnalare gli eventi più significativi come questo: 


L'articolo di Parma Quotidiano ci conferma ancora una volta che la vicenda è una faida politica che da anni tiene in ostaggio lavoratori (quelli veri) e fruitori dei servizi. Su quanto poi stia maturando difficile fare ipotesi ora vista la dubbia credibilità dei protagonisti.

martedì 23 dicembre 2014

L'apertura della busta conferma il nome, Tanzi "c'ha preso"

5 commenti:

Con piglio un po' goliardico Federico Ghiozzi e Luca Pollastri mostrano la lettera raccomandata con RR che, nelle intenzioni del mittente/destinatario, Stefano Tanzi, era la prova che i giochi erano fatti fin dall'inizio per il concorso a Responsabile ufficio di staff per la comunicazione vinto da Lorenzo Pietralunga.

E' fatta, abbiamo il Responsabile ufficio per la comunicazione

3 commenti:

Viva sorpresa è stata la notizia dell'esito dell'avviso pubblico del Comune per l' "individuazione di personale a tempo pieno e determinato (36 ore settimanali) nel profilo professionale di “Responsabile ufficio di staff” per l'Ufficio supporto organi di direzione politica e comunicazione".  

domenica 21 dicembre 2014

Follywood

1 commento:
Dopo Hollywood (USA), Bollywood (India), Nollywood (Nigeria) ora anche l'Italia ha la sua città del cinema, la "F" iniziale è la "F" di Fidenza ma se prendiamo le prime cinque lettere il significato cambia.
La storia del cinema fidentino apre un nuovo capitolo, i 3.000.000 di visitatori dei centri commerciali di S. Michele Campagna è una dote invidiabile. Nel nostro centro succederà come per il commercio con la sola differenza che, in questo caso, abbiamo anticipato la chiusura dei cinema cittadini per non rischiare di doverli chiudere dopo. 
Riguardo al flusso turistico in città per il Duomo e le altre eccellenze artistiche (quali?) della città si prospetta un incremento significativo anche se, con maggiore realismo, l'impatto positivo sarà sul precariato.

sabato 20 dicembre 2014

Fidenza baricentro delle terre verdiane

4 commenti:
Terre Verdiane, in arrivo il commissario

"Arriverà a giorni un commissario prefettizio a dirimere la delicata vicenda dell'Unione delle Terre Verdiane. Lo ha confermato la presidente del consiglio dell'ente, Raffaella Pini. Lo scioglimento del Consiglio è imminente e già si apre il dibattito sul suo futuro."

venerdì 19 dicembre 2014

ASP: caro Prefetto ti scrivo

9 commenti:
Il gruppo consiliare del PD ha mandato una letterina al Prefetto stigmatizzando il comportamento partecipativo antidemocratico dei dipendenti ASP che, esasperati da una situazione di incertezza sul loro destino di lavoratori che dura da mesi, sono intervenuti con striscioni in Consiglio Comunale.

giovedì 18 dicembre 2014

Il perché di una protesta in Consiglio Comunale in un articolo del Gruppo civico Primavera Fidentina

4 commenti:

I lavoratori della Casa protetta di Fidenza interrompono il Consiglio comunale
Ieri sera, 17 dicembre, a Fidenza nella sala consiliare

Un nutrito gruppo di lavoratori della Casa protetta di Fidenza ha fatto irruzione nella sala del Consiglio comunale per protestare in merito alla situazione di crisi in cui versa l’Asp (Azienda dei servizi alla persona). Si sono sistemati nei posti riservati al pubblico da dove hanno esibito i loro cartelli contro la privatizzazione. Hanno chiesto un incontro al sindaco che dopo un po’ di tempo ha promesso di concederlo.

Un Consiglio Comunale partecipato

10 commenti:

Alcune immagini tratte dal Blog Fidentino mostrano la protesta dei dipendenti ASP nella sala consiliare mentre era in corso il Consiglio Comunale. E' successo ieri sera ed è stato richiesto l'intervento della forza pubblica. 

La scuola media Zani riempie il Teatro Magnani: le immagini

Nessun commento:
Nella foto la professoressa Francesca Bertolani dirige coro ed orchestra
Come dice il titolo ieri sera la scuola Media Zani ha riempito il Teatro Magnani con il suo spettacolo liberamente tratto dal racconto di C.Dickens “Canto di Natale”. Sul palco si sono alternate le classi dei due corsi musicali 1^F – 1^G – 2^A – 2^F – 3^B, accompagnate e dirette musicalmente dai loro insegnanti e dal Coro della scuola. 

martedì 16 dicembre 2014

I pittori fidentini al macello (ex-Macello)

1 commento:

I pittori fidentini si sono incontrati il 16 dicembre al Centro giovanile, presente l'assessore alla cultura Alessia Gruzza, per per conoscersi e per parlare insieme di arte e progetti. Un incontro preliminare che dovrebbe rendere più visibile alla città quest'arte altrimenti relegata ad un ristretto numero di estimatori.

Parte "Italia petrolifera"

Nessun commento:

Nel nome dello sviluppo economico, tutto da dimostrare, rinnegando gli investimenti in energie rinnovabili, il Governo vuole essere il solo a decidere ed ha già deciso, irridendo alle competenze delle regioni ormai relegate al ruolo di postulanti inascoltati. Cinquant'anni fa l'Italia, con gli stabilimenti di Porto Marghera e Priolo, ma anche Ravenna e Brindisi e Gela e ....... era diventata la pattumiera d'Europa. Ora si ricomincia da Taranto e dalla Lucania con il progetto "Tempa Rossa"

lunedì 15 dicembre 2014

"L'arte e l'umorismo nella vita" di Gio Testi

Nessun commento:

Giorgio Testi è un fidentino che, nel 2000 a Vercelli, si classificò 1° alla 12^ biennale di caricatura. Ebbe la meglio quella volta su altri 313 artisti di 46 diverse nazioni con una sbalorditiva caricatura di Dario Fo eseguita nel 1999.

Il calore di casa ovunque, insieme.

Nessun commento:
I docenti corso Base di Protezione Civile per i Volontari Barilla
 e i Tecnici che hanno realizzato la Cucina (non tutti)

Questo mercoledì ci sarà l’inaugurazione del modulo Cucina per Emergenza Barilla-Comitato a Parma.
Il camion era stato precedentemente donato da Barilla al Comitato di Parma e non era mai stato usato o “trasformato”, quest’anno la Barilla ha deciso di creare un suo gruppo di volontari di Protezione Civile all’interno della loro ditta: i dipendenti  hanno frequentato il Corso Base per Volontari di Protezione Civile  che si è svolto in Comitato a Parma. 

sabato 13 dicembre 2014

Di Vittorio: nessuna certezza

9 commenti:

Si prospetta un Natale amaro per molti a Fidenza 

Dai documenti esaminati dal giudice sono emersi comportamenti gravi da parte degli amministratori della cooperativa negli anni fra 2007 e 2012, con un buco nascosto di 19 milioni di euro (LEGGI QUI).

giovedì 11 dicembre 2014

La piana attorno alla collinetta di Cabriolo va conservata

5 commenti:

Con una lettera Guglielmo (Mino) Ponzi presenta per il Comitato "Salviamo il Paesaggio" una osservazione al PRG in attesa di definitiva approvazione. La richiesta di una particolare attenzione al paesaggio nel triangolo del comparto urbanistico che comprende la collinetta di Cabriolo è l'oggetto del documento commentato anche a mezzo stampa. 

   Al Sindaco del Comune 
                                                                       di  FIDENZA.

                                                             e p.c.: All’Assessore all’Urbanistica 
                                                                        Al  Dirigente U. T C.                   
                                        
   Oggetto: Osservazione  al Piano Strutturale Comunale.

Sicurezza a buon mercato.... forse anche troppo.

3 commenti:
Sicurezza e vigilanza notturna, c’è qualcosa che “strusa”...
Dunque, se l’Amministrazione spenderà 5.300 euro IVA inclusa per 90 giorni in via sperimentale, sono in pratica circa 60 euro al giorno per un servizio di “vigilanza privata” che consiste in controlli di spazi pubblici da effettuare dalle ore 22,00 alle ore 6,00 anche nei territori frazionali ed un servizio nei sabati, in occasione del periodo delle festività natalizie, dalle ore 15.00 alle ore 22.00 di dicembre 2014 e gennaio 2015 (dal 06 dicembre 2014 al 10 gennaio 2015) da espletarsi nei quartieri di Fidenza.

mercoledì 10 dicembre 2014

Ritrovamento a Fidenza (immagine forte)

9 commenti:
Macabro ritrovamento nella zona antistante il palazzo municipale di Fidenza. Schiacciata da Delibere ed Ordini del Giorno la colomba della pace è stata ridotta così. La spiacevole scoperta proprio il giorno della prima “Giornata per la pace in Fidenza”. 

Il presepe nell'abbazia di San Benedetto in Priorato

2 commenti:

Il “Voltone ” , porta d'ingresso di Fontanellato
Domenica 7 Dicembre con la benedizione e il concerto del Coro “ PUERI ET JUVENES CANTORES ” di Fidenza, diretto dal maestro Luca Pollastri, è stato inaugurato nella chiesa di San Benedetto in Priorato il Presepe artistico ambientato nelle nostre campagne che,  gli amici di Priorato, per il quarto anno consecutivo, hanno allestito nella chiesa di San Benedetto in Priorato. 
La natività e’ stata  disposta in una stalla tipicamente padana con soffitto a “volte a vela” sopportate da colonne ,ricostruita nei minimi dettagli (nidi di rondine compresi ) .
Dalla campagna poi si entra nel borgo che richiama Fontanellato attraverso la ricostruzione del “Voltone ” da cui si vede in fondo la Rocca di Fontanellato. 

martedì 9 dicembre 2014

“Canto di Natale” la media Zani al Teatro Magnani

Nessun commento:

Qui sotto la bella quanto semplice locandina con la quale la scuola Media Zani ci invita allo spettacolo che, in occasione del Natale 2014, presenterà al Teatro Magnani. Nell'attesa possiamo commentare la foto, io non avrei difficoltà, preso dai ricordi di quattro generazioni e di tanti natali che essa richiama. 

sabato 6 dicembre 2014

La sicurezza va in pallone proprio sotto l'obelisco?

8 commenti:

Ci siamo occupati di sicurezza in varie occasioni anche attraverso i resoconti del Sindaco di Castione. Ora finalmente la soluzione sembra a portata di nano, ma andiamo con ordine e riportiamo il confronto mediatico tra l'Assessore Davide Malvisi e "un certo Gian Maria Rossetti" che poi è ..., ma ripeto andiamo con ordine e partiamo dal Comunicato (mai visti tanti comunicati anche se ho quattro nipoti):

Di Vittorio, aspettando la decisione del tribunale

1 commento:
In una nota Rete Civica Fidenza risponde al Sindaco Massari che, da parte sua, ha riproposto sul sito web del partito il suo intervento  in Consiglio Comunale. La nota vuol riassume il percorso della vicenda denunciando la poca chiarezza dell'attuale amministrazione. 


Egregio  Sig. Sindaco, 

leggiamo sul sito del PD, il suo partito, la sua risposta alla nostra interrogazione prima ancora che ci venga consegnata personalmente, come consuetudine istituzionale vorrebbe, ma non ce ne stupiamo perché in questi mesi la sua Amministrazione ci ha abituato a questo e ben altro.

Rispetto a quanto scritto intendiamo entrare nel merito di alcune considerazioni, in quanto leggiamo tra le righe secondo un tipico stile politichese, il tentativo ancora una volta, come si dice in borghigiano, di “ girare la frittata “.E' un metodo che non ci appartiene, noi siamo abituati a registrare i fatti e i fatti sono quelli contenuti nelle dirette del Consiglio Comunale e nei testi dell'ordine del giorno e delle interrogazioni da noi presentate e rimaste senza risposta fino ad oggi.

venerdì 5 dicembre 2014

Piazza Repubblica, sopra e sotto

2 commenti:

L'accesso al piazzale da Via Mazzini ha perso le scale, ma porta anche al bicipark sotterraneo, che, guardando le foto sotto, sembra funzionare. A questo ingresso in realtà è un po' laborioso arrivare in bicicletta, ma l'idea era questa. All'interno le rastrelliere sono pronte ad accogliere e custodire le bici. Il vetrocemento permette il filtrare di luce naturale.

Il multisala a Fidenza: 1.300 sederi in otto sale

21 commenti:
Otto sale di proiezione formeranno il nucleo del megacinema multisala che sarà costruito a San Michele Campagna, vicino a Fidenza, a nord della tangenziale, verso l’Outlet, una zona che oggi è campagna. E' prevista una rotatoria lungo la strada provinciale per Soragna che pertanto tra la tangenziale di Fidenza e l'autostrada del Sole diventerà una collana ininterrotta di rotatorie. 

giovedì 4 dicembre 2014

L'alluvione da sfogliare con i volontari fidentini

1 commento:
Venerdì 5 dicembre alle ore 11.30  la presentazione del libro “Parma, la grande alluvione” edito dalla GAZZETTA di PARMA assieme al MUP – Monte Università Parma presso la sede del C.P.P.A.V.P.C. (Comitato Provinciale di Parma degli Organismi di Volontariato per la Protezione Civile) in Via del Taglio, 6 a Parma. 
A pag. 72 del libro ci sarà la foto del gruppo fidentino
 dell' 
Associazione Prociv Arci Gruppo Fidenza

Diffida inviata al Presidente dell'Assemblea dei Soci dell'ASP di Fidenza.

2 commenti:

Meglio gli atti più di tante parole. In allegato la diffida inviata al Sindaco Massari e per conoscenza al Dirigente della Sanità e dei Servizi Sociali della Regione insieme al verbale della nomina del dipendente comunale (come gli altri due Consiglieri nominati e subito decaduti) oggetto della diffida. Amministratori pubblici che hanno coinvolto i propri dipendenti, volenti o nolenti, nei loro giochi di potere! 
Incommentabile!
Associazione CartaCanta onlus

mercoledì 3 dicembre 2014

La chiesa di S. Maria in Teodote a Toccalmatto

Nessun commento:
F. Lucchi detto Scartocino (B.S.D. 1585-1630c.).
"S. Margherita e S. Lucia in carcere", 1619,
Toccalmatto, Chiesa Parrocchiale.

All'inizio del secondo Millennio, una cintura di chiese e conventi contorna l’abitato di Borgo san Donnino. 
Come baluardi spirituali a protezione delle mura, nella parte orientale della città stavano le monache benedettine di san Giovanni, a mezzogiorno verso la collina, i benedettini di San Pietro, a occidente, la chiesa di san Donnino e a settentrione, circa all’altezza dell’attuale piazza Pezzana, la chiesa e il convento delle monache di Santa Maria in Teodote. 
Scomparso alla fine del XVI secolo senza lasciare tracce architettoniche, quest’ultimo antichissimo insediamento religioso costituiva una filiazione dell’omonimo famoso monastero di Pavia, fondato tra il 679 e il 700, durante il regno del re longobardo Cuniperto e dedicato alla Vergine, mentre il nome con cui è noto risale probabilmente alla prima badessa Teodota o Teodote, di stirpe regale: tra i ricchi privilegi e i notevoli possedimenti di cui era stato dotato, soprattutto nel periodo in cui l’antica Ticinum fu capitale del regno d’Italia, il più consistente era ubicato proprio nel nostro territorio, essendo costituito da un vastissimo fondo di oltre seicento ettari, distribuiti lungo il Rovacchia, a nord di Fidenza, nei territori di Toccalmatto e Lodispago.
Alla necessità di amministrare direttamente le loro terre ricche di boschi, fattorie, mulini, campi coltivati, vigneti, frutteti, canali e pascoli, si può forse far risalire la venuta a Fidenza delle monache di Pavia, probabilmente all’inizio del XI secolo, come ci suggeriscono le ricerche Umberto Primo Censi e Gianandrea Allegri (“Notte e alba d’una Cattedrale”, 2012), che non mancano di evidenziare il ruolo attivo svolto dalle intraprendenti badesse di Santa Maria in Teodote all’interno della comunità borghigiana. 
Insieme ai nomi delle monache figurano quelli dei sacerdoti che si sono succeduti nella ufficiatura della chiesa e nella cura d’anime, mentre l’esistenza di un cimitero annesso alla chiesa, cui accenna un documento del 1135, trova conferma in alcuni ritrovamenti fortuiti avvenuti nei primi anni Sessanta nell’area dell’attuale condominio Astoria.
Sul finire del Cinquecento, dopo l’abbandono delle monache benedettine, l’antico complesso architettonico, detto anche Santa Maria della Rocca per la vicinanza con il castello di Borgo, lascia intravedere i primi segni del declino, ma è ancora idoneo ad accogliere una nuova famiglia religiosa. 
Tra le sue vecchie mura troverà infatti ospitalità nel 1585 la prima comunità dei Frati Cappuccini di Borgo San Donnino. 
Disturbati dagli schiamazzi delle milizie che abitavano in Rocca, i religiosi francescani si trasferiranno pochi anni dopo nel nuovo convento costruito presso le nuove mura farnesiane, nell'area dell’attuale Parco delle Rimembranze, dove resteranno fino al tempo delle soppressioni napoleoniche. 
La loro dipartita da Santa Maria della Rocca determinò in breve tempo la rapida scomparsa dell’ormai fatiscente complesso medioevale.


Complesso della chiesa parrocchiale di Toccalmatto

Nella vicina frazione Toccalmatto, dove probabilmente avevano sede le principali strutture agricole e amministrative, il ricordo delle monache benedettine di Santa Maria in Teodote resta legato essenzialmente alla chiesa parrocchiale da loro stesse fondata e alla doppia dedicazione alle veneratissime sante vergini e martiri, Margherita e Lucia.
Dipendente in origine dalla Pieve di San Donnino e poi alla Diocesi di Borgo, la chiesa venne ceduta, come noto, alla Diocesi di Parma nel 1950, in cambio dell’ex chiesa abbaziale di Castione dei Marchesi, rimasta fino allora come una piccola enclave parmense all'interno del territorio diocesano fidentino.

Allo stretto legame che grazie alle monache pavesi si era stabilito tra Fidenza e la vicina Toccalmatto (un toponimo di chiara origine longobarda) rimanda di riflesso anche la bella pala sovrastante l'altare maggiore. 
Secondo Beatrice Rebecchi, il dipinto, che celebra l’antica dedicazione della chiesa, è attribuibile alla mano di uno dei più importanti artisti del Seicento fidentino, Francesco Lucchi, il cui stile tardo manierista è evidenziato anche dal notevole vigore plastico dei panneggi, mentre il biglietto, come abbandonato sul pavimento della prigione dove sono rinchiuse le due giovani sante, reca la data 1619 e una scritta che si riferisce esclusivamente alla committenza.
Guardando al soggetto, notiamo, a sinistra, la figura di Margherita rischiarata dalla fioca luce che filtra dalla spessa grata della finestrella del carcere. Ai piedi della Santa, è rappresentato il demonio, che le era parso durante la prigionia nelle sembianze di un drago spaventoso. La bellissima Margherita, o Marina, era stata incarcerata dal perfido procuratore romano di Antiochia che voleva costringerla ad abiurare alla fede in Cristo e a cedere alle sue voglie peccaminose. La storia, come ci è raccontata dalla Leggenda Aurea, è ricca di colpi di scena e di arcane simbologie, che ritornano soprattutto nella nota versione del martirio di Santa Margherita scolpite nella lastra marmorea della Pieve romanica di Fornovo. Sull’altro lato della scena, anche Lucia, rappresentata in contemplazione della luce celeste, sembra incarnare perfettamente la spiritualità e gli ideali religiosi di una piccola ma operosa comunità femminile di stampo benedettino, presente a Fidenza per oltre cinque secoli ma oggi quasi del tutto dimenticata.
Guglielmo (Mino) Ponzi
Dal settimanale diocesano "il Risveglio" del 5 dicembre 2014

ASP e dintorni

4 commenti:
asp fidenza anziani

Dimissioni pilotate per ricomporre i giochi all'interno di ASP e Terre Verdiane. 
Il capolavoro si sta consumando nella ASP nel cui CDA sono entrati 3 nuovi nominati che immediatamente, in solo colpo, sono diventati 3 dimessi, questa sceneggiata è finalizzata a far scattare il disposto dello statuto che prevede in caso di contemporanea dimissione di tre consiglieri, la decadenza dell'intero Consiglio. 

martedì 2 dicembre 2014

Otto consiglieri per mille pioppi non bastano: delibera invalida?

4 commenti:

Il Movimento 5 Stelle ha fatto i conti: otto consiglieri presenti non bastano per deliberare ed il progetto deve  ritornare in Consiglio Comunale, questo in sostanza l'aspetto procedurale che invalida la delibera. Non è una questione quindi di politica ma di aritmetica.

Il segreto della raccomandata con ricevuta di ritorno

13 commenti:

"Potrei indicare anche la sigla del nome e del cognome di chi ritengo sia il possibile prescelto, evito perché è già scritto in una raccomandata con ricevuta di ritorno"

Chi l’ha detto?
Il Sen. Giorgio Pagliari nella polemica con Pizzarotti per le nomine del Teatro Regio.
Ha fatto bene, così si fa! Poi ho pensato, se l’ha fatto lui posso farlo anch’io o no? Così mi sono deciso, mi sono armato di carta e penna, sono andato all’ufficio postale di Fidenza e ho fatto la stessa cosa per un recente avviso di selezione pubblicato dal comune di Fidenza…mi sono spedito una raccomandata con ricevuta di ritorno col nome e il cognome di chi ritengo sia il possibile prescelto…
Stefano Tanzi

lunedì 1 dicembre 2014

I giorni della rinascita

1 commento:

In quel 1946 la nostra città aveva appena celebrato le tragiche date della sua distruzione bellica con la commemorazione delle vittime nel giorno più significativo: il 13 maggio di due anni prima. 

Trivelle di Stato o trivelle di Regione, quali meglio?

1 commento:
Questa parte del Parco dello Stirone è a rischio
Le basse nuvole nascondono il castello di Vigoleno

Una nota di Manfredo Pedroni

Riguardo alla lettera dell'amico Tonino Ditaranto, mi permetto di intervenire portando la mia esperienza. 
Ringrazio il sempre attento Tonino, noi persone distratte e indaffarate abbiamo bisogno di persone sensibili ai problemi ambientali che ci informano e ci danno motivo di contribuire al rispetto della nostra salute, medesimo ringraziamento va alle associazione per il rispetto del creato e a questo blog sempre puntuale nella difesa dei diritti umani e nella tutela dell'ambiente.