venerdì 28 febbraio 2014

Castione Marchesi: un'opportunità per il territorio

6 commenti:
LA STORIA DI CASTIONE MARCHESI VE L'HO RACCONTATA, COSA NE PENSATE DI SFRUTTARE ECONOMICAMENTE IL TUTTO REALIZZANDO UN ITINERARIO STORICO, TURISTICO, CULTURALE E DIDATTICO? 
QUESTE SONO LE MIE PROPOSTE

giovedì 27 febbraio 2014

Elogio del telefono: la tua voce, la tua rabbia, il tuo imbroglio, le tue spese inutili

1 commento:

IL TELEFONO: LA TUA VOCE, LA TUA RABBIA, IL TUO IMBROGLIO, LE TUE SPESE INUTILI

Oggi come oggi siamo abituati ormai ai telefoni cellulari, o portatili, che in molti casi hanno soppiantato il telefono fisso. Del resto con tutte le offerte che ti propongono c'è tutto l'interesse a gestire un telefonino, a volte anche due, per avere più gestori e quindi più opzioni di risparmio con le varie promozioni.

"Cosa ci separa dall'armonia tra i due sessi" una nota di Franco Bifani

4 commenti:

Il filosofo Remo Bodei ha tenuto, recentemente, all'Ateneo di Bologna, una sua lezione, di fronte agli studenti del primo corso universitario obbligatorio sul problema degli abusi
A vent'anni, molti ragazzi hanno già alle spalle una certa esperienza sentimentale, basata, però, troppo spesso, su una conoscenza dei problemi sessuali e sentimentali imparaticcia e superficiale, un florilegio di beceri e melensi passa-parola da bar e chat di quarta categoria.

Storia di Castione Marchesi: quarta parte

4 commenti:

UN ALTRO EDIFICIO MOLTO IMPORTANTE: L'ABBAZIA (NATA COME CASTRUM, CIOE' FORTEZZA)

Contemporaneo alla chiesa c'è un altro edificio, costruito in sostituzione o ad integrazione di una costruzione in legno preesistente ed avente lo scopo di proteggere e controllare l'entrata in paese. 
A dimostrare questo ci sono mattoni chiaramente di epoca bizantina che compongono le fondamenta, proprio su di essi poggiava quella struttura lignea, poi sostituita perché era necessaria maggior protezione e sicurezza oppure perché abbattuta da eventuali assalitori, l'incendio provocato da Galeazzo ( detto Azzo o Azzone) de' Visconti è l'evento più probabile di questa seconda teoria, incendio certo che, proprio per la non conoscenza dell'edificio, comunque collegato alla chiesa, molti lo ritengono avvenuto nel complesso chiesa-monastero. 

mercoledì 26 febbraio 2014

Andremo a votare chi? Il caso dell'area ex-Esso

1 commento:

Occorre ormai far chiarezza sulla costruzione che tiene in scacco la credibilità la nostra città. Qualcuno aveva promesso di trasformare la vecchia circonvallazione in boulevard parigini, oggi ci troviamo con questa orribile costruzione cui fanno da contorno rotatorie di ogni forma e fattura, "appoggiate" anche alle difformità artificiali del terreno, ma questo fa parte di un'altra puntata.

Alessia Gruzza, candidata alle primarie PD, si presenta

4 commenti:

In una campagna elettorale che si colora di rosa resta tuttora in forse il candidato del centrosinistra PD in attesa delle primarie del nove marzo che vedranno la sfida tra un rigenerato Andrea Massari ed Alessia Gruzza a suo tempo sostenitrice della candidatura di Giuseppe Cerri a sindaco, parliamo del 2009.

martedì 25 febbraio 2014

Il Movimento 5 Stelle e la questione ASP

6 commenti:
Prima uscita importante sui media del Movimento 5 Stelle, un'occasione anche per conoscere il volto di un possibile candidato sindaco alle prossime amministrative: Angela Amoruso, fidentina per scelta, architetto ma ora sopratutto impegnata nel far conoscere il Movimento a Fidenza.
Il comunicato, di cui sotto riportiamo integralmente il testo, ha avuto particolare evidenza nella pagina di Fidenza della Gazzetta di Parma di ieri 24  febbraio. Per molti versi la posizione del M5S è anche quella portata avanti dall'Amministrazione Comunale di Fidenza.

lunedì 24 febbraio 2014

Stefano Rodotà a colloquio con Pizzarotti, Paci e il giornalista rai Luca Ponzi

Nessun commento:


Un breve ma significativo stralcio della conferenza tenuta a Parma nel ridotto del Teatro Regio da Stefano Rodotà con il Sindaco Federico Pizzarotti e il Vicesindaco Nicoletta Lia Rosa Paci, moderatore Luca Ponzi. l'incontro chiude gli eventi connessi all'iniziativa "La Giornata dei Diritti".

Alla Scuola fidentina P. Zani un riconoscimento meritato

5 commenti:

La Commissione Esaminatrice, riunita nella sede nazionale del Premio Livio Tempesta, dopo aver esaminato e valutato le segnalazioni degli alunni della scuole, pervenute al Centro ha pubblicato i vincitori della 64° edizione della Giornata Nazionale della Bontà nella scuola per l’anno 2014.

domenica 23 febbraio 2014

Maratona delle Terre Verdane: un serpentone multicolore attraversa Fidenza

4 commenti:

MARATONA DELLE TERRE VERDIANE: UN SERPENTONE MULTICOLORE DI ATLETI ATTRAVERSA FIDENZA 

Di Fidenza possiamo dire di tutto e del contrario di tutto in materia sportiva, a parte i campionati di  sport con la palla che si tengono o allo Stadio Ballotta oppure al Palazzetto dello Sport, sport di massa che possono passare davanti a casa di tutti non ce ne sono quasi mai, tranne poche manifestazioni saltuarie ed occasionali, come ad esempio il Giro d'Italia. 

sabato 22 febbraio 2014

Tra i nuovi cardinali anche mons. Capovilla, amico di Fidenza

Nessun commento:

Un collegio cardinalizio sempre più rappresentativo della Chiesa universale, aperto al Sud del mondo. È quello che è emerso nel Concistoro di oggi per sabato 22 febbraio. 
Tra i nuovi cardinali quattro sono italiani, due del resto dell’Europa, uno del Nord America, due dell’America Centrale, tre dell’America meridionale, due dall’Africa e due dall’Asia. Sette a nove, se vogliamo distinguere tra Nord e Sud del mondo. 

venerdì 21 febbraio 2014

A Carduccio e Francesca da Franco Bifani

9 commenti:
 


A Carduccio e Francesca

Sì, proprio loro, e non Paolo e Francesca, amanti perduti, ma per sempre uniti ed allacciati, nella medesima, eterna pena! Si cercheranno e si rivedranno, anche Parizzi e Gambarini? Quien sabe...Carduccio, io ti vorrei dedicare un breve, o prolisso, commento, su politici e politica, che tu potrai applicare a chiunque desideri, anche a te stesso, in un moto di baldo masochismo. 

Nel nome delle Torri Carduccio e Francesca a confronto

Nessun commento:

Qualcosa a destra si sta lentamente muovendo in prospettiva elettorale. Ancora non è venuto il tempo dei programmi ma delle possibili convergenze cominciano ad intravvedersi segnali. In perfetto tempismo sia Carduccio Parizzi sul suo blog che Francesca Gambarini (Forza Italia),  sulla pagina fidentina della Gazzetta di Parma ci dicono qualcosa. Poco, ma dobbiamo accontentarci. CP esordisce diffidando dai tuttologi del web locale, una critica dall'interno quindi, ma alla fine se la prende con la classe politica fidentina "quella che ha concepito le Torri in piazza della stazione" assolvendo gli uffici tecnici che "lavorano sulle direttive del Psc" (come d'altra parte avevano lavorato in passato nel piano di riqualificazione dell'area delle Torri. 

giovedì 20 febbraio 2014

Il raddoppio del parcheggio di Via Marconi

2 commenti:
L'area interessata come era il 15 luglio 2009
Come preannunciato da anni sembra sia giunto il momento di costruire a ridosso del cimitero il parcheggio bis che duplica la capienza da tempo attrezzata. L'accantieramento è in corso come predica il comunicato del Comune. Un tratto del canale Ottomulini verrà coperto. Chi ha ricordi corra, domani sarà tardi oppure si accontenti di queste foto anche se l'area è già stata compromessa. E' il progresso ragazzi, chi lo ferma più?

Ipotesi elettorali di Germano Meletti

Nessun commento:

IPOTESI ELETTORALI FIDENTINE 
A CIRCA TRE MESI DAL VOTO

Si stanno affilando le armi in silenzio per quello che sarà il panorama che proporrà la scheda elettorale per le prossime comunali. Diciamo che la rinuncia di Amedeo Tosi, per certi versi clamorosa, ha lasciato spiazzate quasi tutte le formazioni che si stanno preparando alla grande sfida.

Si parla di varie liste civiche, per il momento solo "personaggi in cerca d'autore", piuttosto slegate da quelli che potrebbero essere i poli d'attrazione più consistenti che potranno poi portare alla vittoria finale.

Diciamo pure che alleati ed avversari stanno aspettando l'evolversi della situazione in casa PD con il risultato delle primarie del prossimo 9 marzo, che darà il via libera di partito a Andrea Massari o Alessia Gruzza, nessun altro infatti ha presentato la propria candidatura entro la scadenza dei termini.

Restano da definire anche eventuali alleanze, andiamo a fare un'analisi completa, anche se, giocoforza, piuttosto approssimativa.

A destra troviamo i partiti che a livello nazionale si chiamano appunto La Destra, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Lega Nord e Nuovo Centro Destra: tutte queste sigle potrebbero correre insieme, magari sotto il simbolo di una o più liste civiche, resta il nodo da sciogliere degli ex PDL (Tanzi e soci, che non hanno seguito l'uscita dalla maggioranza  dell'ex PDL). Questi ultimi oggi sono raccolti in un gruppo consiliare e per il momento non si riesce ad individuare se sono una cosa a sè in veste civica, oppure se vicini alla neonata formazione alfaniana NCD o rientranti nella ex Lista Cantini. 

L'unica cosa (quasi) scontata è la candidatura di un aspirante sindaco della ex Lista Cantini, individuabile in Marilena Pinazzini, attuale assessore alle politiche sociali e sanitarie e per i rapporti con il Consiglio Comunale. Il centro invece dovrà per forza attaccarsi ad altre alleanze, vista la poca consistenza dell'elettorato, da soli non andrebbero da nessuna parte. 

Del Movimento 5 Stelle abbiamo già detto in passato e il nome più gettonato sembra essere quello dell'architetto Angela Amoruso, probabilmente già designata ufficialmente, manca solo il comunicato.

A sinistra stanno tutti aspettando il risultato delle primarie PD, infatti gli scenari potrebbero cambiare notevolmente a seconda che a spuntarla sia Alessia Gruzza o Andrea Massari, vorrà dire qualcosa inoltre l'assenza di altri candidati a contendersi il posto di aspirante sindaco per il PD? Staremo a vedere.

C'è inoltre chi lavora per la presentazione di varie liste civiche, quasi tutte trasversali, che potrebbero presentarsi sole con un proprio candidato sindaco o appoggiandosi a partiti o movimenti più quotati, anche se non è detto che i singoli gruppi di lavoro portino a termine l'mpegno o desistano in favore di altri simboli. 

In Forza Italia, che potrebbe spuntare l'alleanza con il resto del centrodestra, forse alfaniani compresi (altrimenti dove andrebbero a parare?), come già detto l'unica via d'uscita alternativa potrebbe essere che Nuovo Centro Destra attiri nelle proprie file i tranfughi PDL, alleandosi con la ex Lista Cantini. In Forza Italia si sta lavorando sulla scelta del candidato sindaco, il più accreditato resta Francesca Gambarini, oggi Presidente del Consiglio Comunale, ma all'interno qualcuno sta valutando alternative al momento sconosciute (si era diffuso un nome al di fuori della politica, ma è stato smentito).

Ipotesi sul risultato finale portano ad una quasi sicuro accesso al ballottaggio del PD, indipendentemente sia rappresentato da Alessia Gruzza o Andrea Massari, in un caso o nell'altro potrebbe subirne la percentuale, ma probabilmente sempre in grado di garantire il ballottaggio. Ma se, contrariamente ad ogni pronostico, dovesse spuntarla Alessia Gruzza, starà fermo Andrea Massari o penserà di candidarsi sindaco a capo di una lista civica, che in questo caso disturberebbe ampiamente il PD?

L'avversaria al ballottaggio dovrebbe essere scelta tra Angela Amoruso e Francesca Gambarini (o altro eventuale candidato outsider o suo sostituto).

Qualcuno addirittura ipotizza che la polverizzazione dei voti potrebbe portare al ballottaggio anche una lista con 2.000 voti o poco più (circa il 18%, a seconda di quale percentuale di elettori si recherà ai seggi), più o meno quello che successe a Parma due anni fa.

C'è poi da valutare un fattore tutt'altro che secondario e sarà l'astensionismo che, insieme al M5S, rappresenta la protesta. Si può dare per scontato che i grillini andranno a votare in massa, anche in barella se fosse il caso, la loro percentuale dipenderà da due fattori: uno diretto con il numero di voti che accumuleranno, lo stesso numero di voti potrebbe regalare una percentuale più alta se prevarrà l'astensionismo, che sarà l'avversario da battere per tutti, tranne che per il M5S, infatti entrambi rappresentano la protesta.

Quindi incertezza assoluta, generata sopratutto dalla rinuncia di Amedeo Tosi, passato come una meteora sopra le elezioni fidentine. Attendiamo sviluppi e vi riferiremo, sicuramente non tarderanno, il 9 marzo delle primarie PD è vicino.
                                                          Germano Meletti

mercoledì 19 febbraio 2014

Storia di Castione Marchesi: lo stato Pallavicino

Nessun commento:
Pubblichiamo la terza parte di uno studio di Germano Meletti sulla storia di Castione Marchesi oggi importante frazione di Fidenza. Situata tra il capoluogo e Busseto è da millenni un luogo abitato e nelle sue terre popolazioni diverse hanno soggiornato. Questa terzaa parte copre il periodo medievale della dominazione dei Pallavicino e si sofferma a descrivere la Chiesa di santa Maria Assunta.

CONTINUA DALLA SECONDA PARTE

TERZA PARTE

L'INCREDIBILE STORIA DI CASTIONE MARCHESI: L'AVVENTO DEI PALLAVICINO E LA CHIESA DI SANTA MARIA ASSUNTA

Dopo la decadenza romana e la caduta dell'impero si materializzò un grosso abbandono delle campagne nei nostri territori, questo comportò un grosso avanzamento di natura spontanea come folti boschi e vaste aree paludose, proprio per questi motivi Adalberto II degli Obertenghi, capostipite dei Pallavicino, famiglia di origine longobarda che aveva fatto la propria fortuna con le fabbriche del sale, assegnò ai Monaci Benedettini il compito di ribonificare quei territori e renderli nuovamente coltivabili, correva il X secolo. 

Storia di Castione Marchesi: le civiltà etrusca e romana

Nessun commento:
Pubblichiamo la seconda parte di uno studio di Germano Meletti sulla storia di Castione Marchesi oggi importante frazione di Fidenza. Situata tra il capoluogo e Busseto è da millenni un luogo abitato e nelle sue terre popolazioni diverse hanno soggiornato. Questa seconda parte copre il periodo etrusco-romano e siamo decisamente nella storia. Viene anche considerata la toponomastica e l'assetto viario anche con riferimento alla situazione attuale.


SECONDA PARTE

L'INCREDIBILE STORIA DI CASTIONE MARCHESI: DOPO LA PREISTORIA TERRAMARICOLA PROSEGUE CON LE CIVILTA' ETRUSCA E ROMANA

Iniziative antibaby-gang

Nessun commento:
"Non solo controlli ma educazione e dialogo per combattere il bullismo"


A proposito della riunione, oggi a Parma, in Prefettura, sul bullismo giovanile e sui metodi per contenerlo od eliminarlo, sono d'accordo sul fatto che esso sia anche un problema educativo e sociale, ma ora è, soprattutto, di ordine pubblico. Le istituzioni varie propongono una serie di iniziative per coinvolgere i genitori, educare i giovani ai valori positivi e anche ad un uso più responsabile di Internet. Ma a quali genitori sarebbero mai rivolte, quali valori positivi hanno mai offerto ai loro figli? Che c'entra, con certi comportamenti violenti, l'utilizzo corretto del web?

martedì 18 febbraio 2014

Paradossi fidentini

Nessun commento:
Le scale di Polifemo

L'Ordine del Giorno del Consiglio Comunale del 24 febbraio

1 commento:
Fitto l'ordine del giorno del Consiglio Comunale del 24 corrente mese che presente alcuni punti di particolare interesse. All'inizio due conferimenti di Cittadinanza Onoraria rispettivamente al Prof. Manfredi Saginario (nella foto con un giovane di belle speranze che tutti conosciamo: Beppe Grillo) e al monaco Fausto Taiten Guareschi.

lunedì 17 febbraio 2014

Problematiche "cimiteriali" di Germano Meletti

11 commenti:

UN OBIETTIVO DA CENTRARE, MA SARA' COMUNE?
di Germano Meletti

Premessa con polemica incorporata
Insisto: non credo che qualcuno al quale del commercio di Fidenza non gliene frega granché si preoccupi tutto ad un tratto di trovare la panacea di tutti i mali fondando ad esempio un'associazione all'uopo elencando una serie di tredici "medicine".
Si parla per esempio di attaccarsi ad Expo 2015, ma sono talmente in tanti che rifondono le speranze sulla importante manifestazione megafieristica milanese che penso proprio che l'unica cosa a cui ci si potrà attaccare a Fidenza sarà il tram, anche se non ne attiveranno alcuna linea.
Ma veniamo a noi anzi a loro i commercianti di Via Marconi.

Andrea Massari e Alessia Gruzza candidati alle primarie PD di Fidenza

Nessun commento:
 
Le primarie si terranno il 9 marzo.



Esposizione di cadaveri

1 commento:
E' arrivata in piazza Duomo alle ore 11 l'urna con le reliquie di San Giovanni Bosco. Prima una processione per portarla all'interno della cattedrale accompagnata dal vescovo monsignor Enrico Solmi e direttore dell'istituto San Benedetto Massimo Massiroli, che si è svolta fra due ali di bambini con cartelli colorati, in Duomo poi è stata celebrata una  breve messa. L'urna ripartirà da Parma lunedì mattina e fra oggi pomeriggio e domani farà tappa all'ospedale dei Bambini, in carcere e alla comunità di Betania. (Foto Marco Vasini) parma.repubblica.it/cronaca/2014/02/15/foto/don_bosco_arriva_a_parma
Proprio ieri, al TG-Parma, dopo aver letto la notizia sulla Gazzetta on-line, ho assistito alla sfilata, -che io ritengo sommamente macabra- tra due ali di folla, per le vie di Parma, del corpo di un uomo, esibito sotto un'urna di vetro, ormai da tempo morto, dopo una vita da grande benefattore dell'umanità: è chiaro che sto parlando di S. Giovanni Bosco. 

Dall'Europa il primo sì ad Alessia Gruzza

Nessun commento:
Alessia Gruzza

Nell'attesa dei nomi dei partecipanti alle primarie una indicazione Roberto Bilzi, dirigente del Pd di Fidenza, concede un'intervista a Parmadaily e non fa mistero delle sua preferenza per Alessia Gruzza con le seguenti parole: 

sabato 15 febbraio 2014

Un Santo sulla Via francigena

2 commenti:

   

Il prossimo 19 febbraio si festeggia San Corrado Patrono di Calendasco. Riproponiamo quindi questa ricerca sulla figura del santo piacentino San Corrado Confalonieri patrono di Calendasco un comune lungo il fiume Po all'altezza del passo "di Sigerico". La ricerca è stata pubblicata dal quotidiano Libertà di Piacenza mercoledì 15 febbraio 2012 in occasione della ricorrenza della sua morte avvenuta il 19 febbraio 1351. Lo studio è di Umberto Battini conosciuto a Fidenza per aver prestato la sua opera presso la nostra cattedrale.

I nuovi strumenti urbanistici: lo stato di fatto.

Nessun commento:

La Fidenza moderna, ridente cittadina ai piedi delle colline, è quella costruita ideologicamente e fisicamente lungo Via Togliatti. E' priva di negozi e povera di servizi ma continua ad essere ridente pensando al progressivo degrado del centro storico e dei quartieri ad esso immediatamente limitrofi.

venerdì 14 febbraio 2014

I buchi di Matteo Renzi

2 commenti:
Riproponiamo questo post di 3 anni fa dove Matteo Renzi, allora "solo" Sindaco di Firenze, cercò un po' di visibilità "bucando" il dipinto del Vasari. Oggi che Matteo Renzi è assurto ad arbitro della politica nazionale c'è solo da sperare che non aggiunga altri buchi al bilancio dello stato. 

La Battaglia di Anghiari ed i buchi del Sindaco Renzi
6 dicembre 2011

Copia di Paul Rubens della parte centrale del dipinto di Leonardo da Vinci.
L'originale dovrebbe essere nascosto dal dipinto, stesso soggetto, del  Vasari
 nel salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze

giovedì 13 febbraio 2014

Tramonta l'ipotesi Amedeo Tosi, un articolo di Germano Meletti

1 commento:


ERRATA CORRIGE: IL NOME DEL NUOVO SINDACO CHE ALEGGIA (CHE E' QUASI COME "ALESSIA") SU FIDENZA NON SI SA PIU' CHI E'

Sembrava quello di Amedeo Tosi quel nome che aleggiava su Fidenza come possibile nuovo sindaco, ma impegni di lavoro, per logica scelta, lo hanno probabilmente costretto a scrivere la parola fine su una brillante carriera politica che poteva ancora essere dorata, senza escludere un approdo in quel di Roma a Palazzo Madama o Palazzo Montecitorio. Nella vita ci vuole coraggio per fare certe scelte, in politica solo pazzia e la pazzia Amedeo Tosi non ce l'ha, forse aveva il coraggio, ma quando hai dietro una famiglia ed una situazione economicamente tranquilla viene meno anche quello, sopratutto in età matura ed in tempi incerti come quelli che stiamo vivendo.

Intervista a Manfredo

Nessun commento:

Un po' di chiarezza non guasta. Alcuni commenti ed anche messaggi diretti sono stati molto critici di fronte alla scelta di Manfredo Pedroni di aderire alla formazione Nuovo Centro Destra, decisione che ha suscitato risentite reazioni da parte di altri esponenti del disciolto PDL. 

lunedì 10 febbraio 2014

Nuovo Centro Destra a Parma, Manfredo Pedroni c'è.

12 commenti:
Nuovo Centro Destra sbarca a Parma Inaugurata la sede in via Colombo


Presenti il senatore Carlo Giovanardi e l'onorevole Sergio Pizzolante a Parma è stata inaugurata la sede in via Colombo. Partendo dalla constatazione che "A Parma il Pdl era morto" gli otto della foto sono concordi nel dichiarare " Vogliamo rianimare il centro destra con un'alternativa al qualunquismo grillino".
Leggi tutto:


"Il Ricordo, l'Oblio e le Bugie" due interventi di Franco Bifani

1 commento:
Tito ha vinto perché conosceva italiani e tedeschi. Con gli italiani c'è andato forte, sapeva che i migliori avvocati a sua difesa li avrebbe trovati tra di noi.
Il primo scritto di Franco può essere letto in vari modi, sopra ne ho indicato uno.
Diverse sono le considerazioni che si possono trarre dal secondo articolo che ci richiama alla serietà di certa rievocazioni improvvisate.
A.P.

domenica 9 febbraio 2014

"A Fidenza aleggia il nome del nuovo sindaco"

11 commenti:


A FIDENZA ALEGGIA IL NOME DEL NUOVO SINDACO,
 CHI MAI SARA' COSTUI?
di Germano Meletti

Il popolo si chiede chi sarà il prossimo primo cittadino della città di San Donnino, il panorama è piuttosto vasto sui papabili, ma vediamo insieme di fare alcune considerazioni. 
I nomi che circolano sono tanti: Cantini, Pinazzini, Massari, Castellani, Gambarini, ma un altro nome su tutti attira l'attenzione degli elettori, praticamente diciamo che dipende tutto da lui. 

sabato 8 febbraio 2014

Germano non si lascia intortare

3 commenti:

LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE, SOPRATUTTO SU BLOG LOCALI, ANCHE SE CHI LE RACCONTA PENSA DI INTORTARE GLI ALTRI DA UNA POSIZIONE "CULTURALMENTE AVANZATA" (MA DOVE?) OVVERO COMMENTI AI COMMENTI
Un post di Germano Meletti

venerdì 7 febbraio 2014

"Storia, mito e leggenda: Giorno del ricordo" di Franco Bifani

2 commenti:

Caro Franco scusa questa mia breve introduzione.
I "cosacchi" sono arrivati anche a casa nostra, a Fidenza tra il 44 ed il 45, avevano fatto quartiere nell'attuale scuola Zani dove, al primo piano, dopo la guerra, ricominciammo a studiare il latino. 
Anche questo ci dice che l'orrore della guerra è sempre stato globale, e gli orrori nell'orrore non sono mai numeri che giustificano altri orrori. Sono fatti di storia quelli che elenchi, ma nessuno di essi giustifica l'altro. Pensarla così è in qualche modo negare la lezione che le rievocazioni, non parliamo di memoria, ci danno.

PD: Gallicani non è Fritelli

1 commento:

Olocausto e foibe: il negazionismo contro la memoria

1 commento:
Il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe e dell'umiliante esodo di tanti nostri connazionali dai territori istriani, giuliani e dalmati, sarà celebrato a Fidenza con una seduta straordinaria del Consiglio Comunale, che si terrà al Ridotto del Teatro Magnani lunedì 10 febbraio alle ore 18.00.
Ad aprire la seduta sarà il presidente del consiglio comunale, Francesca Gambarini. Seguiranno il saluto del sindaco Mario Cantini e letture di testi storici e testimonianze a cura di Stefania Ferrari e Roberto Bona del “Theatro del Vicolo” di Parma.


Olocausto e foibe: il negazionismo contro la memoria
Veleni ovunque per occultare la verità della storia

27 gennaio e 10 febbraio: due giornate che ogni anno fanno memoria di due tragedie - l’Olocausto e le foibe - “perché orrori simili non si ripetano mai più” (Steven Spielberg). 

giovedì 6 febbraio 2014

Nevica

1 commento:


L'oratorio di Chiusa Viarola.

1 commento:
L'Oratorio della Visitazione di Chiusa Viarola
Le carte dell’archivio della parrocchia di Castellina Santa Maria ci aiutano a far luce sulle lontane origini dell’oratorio della Visitazione di Chiusa Viarola. 
Si tratta del caratteristico  tempietto mariano, situato   lungo la strada della Granella, in un contesto rurale  ancora intatto tra Fidenza e Soragna. L’edificio  risulta essere stato eretto nell'anno  1789,  in adempimento delle volontà di Maria Caterina Arcari Cossi, devota fondatrice dell’annesso beneficio,  istituito circa due secoli prima presso l’antica  parrocchiale con atto  del notaio borghigiano Ippolito Fagioli redatto il 13 novembre 1598.

mercoledì 5 febbraio 2014

San Donnino d'Oro 2014: riconoscimento a tre nostri ragazzi

3 commenti:

“Abbiamo raccolto negli ultimi 12 mesi tante segnalazioni di giovani meritevoli. Questo dimostra che nel mondo non c’è solo del male ma che invece c’è tanto bene e questo è possibile grazie alle famiglie, alla scuola e alle parrocchie che tutti i giorni portano avanti la loro fondamentale missione educativa”.

martedì 4 febbraio 2014

Locali storici: il Caffè Balilla

1 commento:
Il Caffè Balilla sotto la neve (anni '50)  


Il piccolo edificio è posto su via Gramsci angolo via Mazzini, di fronte alla stazione ferroviaria. Costruito negli anni trenta nel sobrio e funzionale stile dell'epoca prese il nome di Caffè Balilla, era anche noto come Chalet. Le sorelle Vajenti ne curarono la gestione per cinquantanni per passare poi ad altri la gestione negli anni ottanta. 

lunedì 3 febbraio 2014

Storia di Castione Marchesi: la Civiltà Terramaricola

5 commenti:
Pubblichiamo la prima parte di uno studio di Germano Meletti sulla storia di Castione Marchesi oggi importante frazione di Fidenza. Situata tra il capoluogo e Busseto è da millenni un luogo abitato e nelle sue terre popolazioni diverse hanno soggiornato. Questa prima parte copre il periodo terramaricolo che si situa tra preistoria e storia. Vedremo anche come il termine Terramare vada correttamente inteso visto che di terra non c'è scarsità ma di mare proprio non c'è ombra da milioni d'anni. 
Riportiamo immediatamente sotto la trascrizione in poesia della nota (in prosa) che Germano ha inteso premettere al suo lavoro. 

Una società che non fa figli muore

3 commenti:

Mattei Enrico e Camilla dell'Ufficio Famiglia della 
Diocesi di Fidenza domenica mattina 2 febbraio 2014 alla trasmissione "A Sua immagine"  su RAI1


Enrico e Camilla Mattei ospiti del programma di Rai 1
A sua immagine” presentato da Lorena Bianchetti

Un’esperienza significativa per tutta la famiglia che archivieremo nel nostro “album fotografico”.
Così Camilla ed Enrico iniziano il racconto della loro partecipazione alla trasmissione su Rai 1 di domenica 2 febbraio “A Sua immagine”. Siamo stati contattati dalla redazione della trasmissione, su segnalazione dell’Ufficio Famiglia Nazionale della Cei.
La richiesta inizialmente è stata quella di leggere un tema che nostra figlia Silvia fece in prima media, in cui parlò delle sue tre mamme (che pubblichiamo qui di seguito).
Silvia, adottata all'età di due mesi, ha un ricordo bellissimo di Enrica, la mamma affidataria che l’ha accolta in attesa che il giudice trovasse la sua famiglia adottiva.
Poi la richiesta di dialogare su altre tematiche riguardanti la coppia, la famiglia, la genitorialità.
L’emozione è stata davvero tanta: consapevoli della diretta, avvertivamo tutta la tensione di questa nuova esperienza.
Il 2 febbraio si celebrava anche la 36° Giornata per la Vita e ci era stato chiesto di commentare anche un dato proveniente dal Movimento Italiano per la Vita dove si dice che nel 2013 il ricorso all’aborto è diminuito del 5%. Poi di fatto non ce ne è stato il tempo e si sono approfondite altre tematiche.
Pensiamo comunque che sia importante creare una cultura della vita che vada oltre la “cultura dello scarto”, come è stata definita da Papa Francesco.
Tutti noi infatti non dobbiamo dimenticare che siamo stati un “mucchietto di cellule” a cui una mamma anche a nome del papà ha “fatto credito”. Tutti noi potremmo dire che se non avessimo ricevuto credito in questo momento di così grande fragilità (solo un mucchietto di cellule) noi non saremmo le persone che siamo oggi.
La vita è un dono e come ci ha esortato Giovanni Paolo II “ che il dono resti dono!”

TEMA
Il tempo cancella anche i ricordi, ma in ciascuno di noi vi è almeno una persona che sicuramente non verrà mai dimenticata.
Una persona molto significativa per me è stata Enrica e la sua famiglia che mi ha avuto in affidamento appena nata per due mesi. Si è presa cura di me, dai filmati che ho visto, e due dei suoi figli facevano a gara per tenermi in braccio! Mi vogliono bene e io ne voglio a loro.
Rivedo Enrica ogni anno, ad Assisi, verso aprile per la domenica delle Palme: e tutte le volte le corro incontro per abbracciarla forte! Dall’insieme dei video che i miei genitori adottivi Camilla ed Enrico mi hanno mostrato, era lei che mi dava da mangiare e mi faceva addormentare. E lo faceva con amore.
Carlo, suo marito, si doveva prendere cura di Francesco, il figlio disabile. L’ho scelta per farmi da madrina per la mia prima Comunione e per la Cresima.
Io mi ritengo fortunata ad averla incontrata e senza di lei, che per me è come una terza mamma, mi sentirei incompleta. Lei è la persona più dolce che abbia mai conosciuto, non mi stanco mai di parlare di lei e con lei. Non dimenticherò mai Enrica: ha lasciato una macchia indelebile nella mia vita.
Silvia




domenica 2 febbraio 2014

"Pensieri laici sulla famiglia odierna" di Franco Bifani

2 commenti:
Pubblico un saggio di Franco Bifani. Come dice il titolo, dell'autore stesso, sono pensieri "laici" in grado di esprimere anche il disagio della società attuale confusa tra valori tradizionali ed attese di benessere. Nell'articolo i temi sociali e le esperienze personali vengono portati in primo piano, ma, laicamente parlando, alla fine il "pensiero laico" sulla famiglia diventa "senza famiglia".  

zecchi«C’è un’evoluzione del concetto di famiglia che è una distruzione del concetto di famiglia. Oggi non esiste più questa realtà come istituzione educativa, ma è un semplice nucleo in cui crescere i figli senza un progetto culturale, che faccia parte dei valori da cui si proviene. E’ uno dei problemi più gravi della nostra società. Nel momento in cui non dai più sostanza culturale e sostegno economico alla famiglia, il sistema sociale è compromesso».
Professore Stefano Zecchi, ordinario di Estetica all’Università degli Studi di Milano

sabato 1 febbraio 2014

Per chi crede ancora nel Duomo

Nessun commento:

Se ci si porta verso quella che una volta era campagna e si percorre Via Dante il Duomo appare ancora un carattere dominante ma inserito nella realtà quotidiana della città fatta di edifici non sempre belli, talvolta trascurati, talvolta sfacciatamente moderni. Una città, come si può vedere, fatta ed anche di auto che avvicinano i luoghi ed allontanano le persone.