venerdì 15 maggio 2015

La Curva Canepari non è più a Fidenza boicotta la Mille Miglia, parola di Germano Meletti

Arrivo a Brescia
Brescia, 29 aprile 1956, ore 17:25
Eugenio Castellotti, vincitore in 11h, 37’, 10’’ all’arrivo a Brescia.
La macchina è intatta, non un segno, non un graffio.
Con Castellotti vince l’Italia intera, la vettura è una Ferrari Rosso Corsa.
Quando passava LUI, il virtuale vincitore, mancavano solo 80 chilometri al trionfo, ma il trionfo era già nell'aria e, sui carri o rimorchi diventati tribune, ammutolivano i fidentini. Era il momento più esaltante, il futuro vincitore, e la sua macchina era come venissero da Marte con la velocità di Mercurio. Si potevano chiamare Castellotti, Marzotto, Taruffi, ma l'effetto era lo stesso. Si taceva per gustare la regolare musica del motore.

Non ci son più a portata di mano e di strada queste emozioni, e nella prosa di German "ritroviam li tempi moderni". 
P.A.

La lunga rincorsa di Piero Taruffi al successo della Mille Miglia iniziò nel 1930
e si concluse ventisette anni dopo con la vittoria alla XXIV edizione del 1957.

FIDENZA BOICOTTA LA MILLE MIGLIA, GIA' SUCCESSE NEL 2002. UNA MEZZA GIORNATA DI GRANDE SPETTACOLO MOTORISTICO CARICO DI STORIA E DI RICORDI A COSTO ZERO (GIA' PASSANO SULLA TANGENZIALE) PER PERSONE DI TUTTE LE ETA' NON SAREBBE STATO UN BEL REGALO AI FIDENTINI? 

Domenica 17 maggio un evento storico attraverserà le strade di una parte della provincia, naturalmente sto parlando della rievocazione storica della celeberrima Mille Miglia. Per la verità la città di Parma ed altre parti della provincia già sono state toccate in passato dalla manifestazione, ma per la prima volta lo sarà in maniera così marcata e per di più con Parma sede di tappa,dove arriveranno sabato 16 in serata e ripartiranno domenica mattina presto. 
Nel comune di Fidenza, provenendo da Parola, le auto percorreranno la tangenziale, per poi infilare lo svincolo per la frazione di Castione Marchesi e Busseto. 
La bellissima, ricca, rumorosa e multicolore carovana toccherà il mio paese proseguendo poi per Busseto. Sono molto contento di questo, sarà per noi castionesi e per tutti coloro che vorranno venirci a fare compagnia un evento straordinario che va  a bissare il passaggio dell'edizione 2002. 
Ciò che mi stupisce è come una amministrazione sia così cieca e sorda di fronte ad un evento simile: Fidenza centro non sarà toccata dal passaggio di questo museo viaggiante, proprio come accadde nel 2002. Io credo che un attraversamento della nostra cittadina, magari sulla vecchia via Emilia, oggi rappresentata dalle seguenti vie: Viale Martiri della Libertà, Via Berenini, Piazza Garibaldi, Via Cavour e Via Abate Zani avrebbe offerto una mattinata festiva diversa per gli habitué della "vasca" in piazza e delle vie interessate, regalando una immagine di usi e costumi del tempo che fu ai più giovani ed un luccicante "amarcord" ai meno giovani, che avrebbero così avuto modo di rinverdire le gesta dei vari Nuvolari, Varzi, Campari, ecc., quando passavano sulle strade di casa nostra per la corsa vera. 
Ci sarebbe stato inoltre, giustamente rimarcato dalla Gazzetta, un ulteriore motivo per mettere in atto un simile evento in chiave locale: proprio 60 anni fa il Conte Mario Omati di Rimale, località fidentina, in coppia con il collega Corazza, trionfarono nella classe di appartenenza con la loro FIAT Topolino, passando così alla storia come gli unici parmensi che scrissero il proprio nome nell'albo d'oro della "Corsa più bella del mondo". 
Il Conte Mario Omati, ancora oggi facente parte della commissione della manifestazione, credo sarebbe stato felice di questa celebrazione proprio a casa sua, invece sarà ignorato, come tutta la carovana, dall'amministrazione fidentina. 
Non credo proprio sia questione di costi, già passa nel circondario senza esborso alcuno, non credo fosse cambiato nulla per la eventuale passerella in centro. Vorrà dire che inviteremo i fidentini a Castione Marchesi per assistere insieme a questo bel momento di storia motoristica italiana. 
Dovrebbero transitare un migliaio di auto, 438 facenti parte della gara ed altre, sempre ad altissimo interesse storico, provenienti dai musei Ferrari, FIAT, Alfa Romeo, Maserati e Lancia. Potrebbe essere una levataccia, dovrebbero iniziare a passare dalle 7 in avanti per oltre due ore, ma sarà sicuramente un grande spettacolo da immortalare con macchine fotografiche e telefonini. Io ci sarò e voi? 

                                                    Germano Meletti

2 commenti:

  1. Fidenza-Buragh si defila dalla suddetta manifestazione, in quanto Comune ecologico, evergreeen, amante dell'aria purissima, altissima,l evissima, non inquinata dagli scarichi delle auto, pilotate da fancazzisti aristocratici, locali e non. Propongo una Venti-miglia, Fidenza-Salsomaggiore e ritorno, percorsa da Bianchine, NSU Prinz, DKV coupé, 500 e 600 FIAT, condotte da proletari e sottoproletari, se ancora ne sopravvivono. A controllare la competizione, agenti dell'UTV, in Mosquito o in Ciao.

    RispondiElimina
  2. Germano Meletti16 maggio 2015 12:11

    Grande Frank, sei sempre il solito commentatore ironico, ma argomento centrato in pieno, come sempre

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi