giovedì 7 maggio 2015

Unione Terre Verdiane ed anziana signora


In Via Marconi a Fidenza un'anziana signora lasciata momentaneamente sola viene suo malgrado derubata della borsetta che la figlia aveva lasciato sull'auto prima di allontanarsi. Dei due malviventi si sta tentando una più precisa identificazione.


Nessuna relazione sembra esserci tra l'episodio riportato dalla Gazzetta di oggi nel corpo di un più vistoso titolo su cinque colonne "Nuovo statuto, come cambia l'Unione Terre Verdiane" in cui si afferma di voler ridisegnare l'Unione. Il lodevole intento e le parole di circostanza che lo accompagnano non trovano tuttavia una diretto legame con le "quattro novità" poi illustrate:
  1. individuazione di due macro aree di sub ambito, una composta dai comuni simbiotici di Fidenza e Salsomaggiore l'altra dai restanti;
  2. apertura ai agli assessori delegati dai sindaci a partecipare alle riunioni di Giunta stabilmente;
  3. adeguamento della dotazione del personale in forza alla polizia Municipale in base alle effettive esigenze dei distretti e dei comuni;
  4. presidente e vicepresidente eletti dalla giunta a voto palese a maggioranza assoluta.
Solo la prima evidenzia un criterio operativo, ma proprio perché espressa a livello politico potrebbe nuocere all'Unione. 
Irrilevanti la seconda e la quarta ed in contrasto con quanto poi affermato che "l'Unione non deve ingessata dalla politica o ingombrata da troppa burocrazia". 
Rimane la terza su cui puntare ma, se oggi è necessario affermare a livello di Statuto la necessità dello "adeguamento della dotazione del personale in forza alla polizia Municipale in base alle effettive esigenze dei distretti e dei comuni", si da un giudizio assai negativo della gestione dell'ente in questi anni. Se questo aspetto è stato operativamente ignorato fino ad ora con quale criterio è stato gestito il corpo di polizia dell'Unione? In base alla residenza dei vigili? Sulla minore o maggiore influenza politica dei sindaci? 

Quindi in sostanza questo nuovo Statuto è un po' come spiccare un biglietto di ritorno di un viaggio inutile.
Per ora possiamo dire che la "anziana signora" da cui eravamo partiti non sarà certo meglio tutelata e nemmeno lo saremo noi.

3 commenti:

  1. Franco Bifani7 maggio 2015 11:11


    Io correggerei il 3° punto in elenco nel seguente modo: adeguamento della dotazione del personale in forza alla polizia Municipale in base alle effettive esigenze dei distretti e dei comuni di sanzionare solo e soltanto chi si pone in sosta o fermata vietata più di 2" consecutivi, incrementando le ausiliare per la sosta di almeno 50 effettivi, in servizio permanente H24.

    RispondiElimina
  2. Invece a me non sembra affatto irrelevante il punto 4, anzi è la cosa più triste e pericolosa di queste modifiche. Di fatto viene esautorato e svuotato di senso il consiglio delle Terre Verdiane che prima vedeva i consiglieri nominati dai singoli comuni votare per il Presidente e il vicepresidente, mentre in questo modo si fa tutto in Giunta, ovvero, decideranno tutto e solo i sindaci. Forse per evitare la penosa farsa della non elezione/elezione di Massari al primo giro dove il sindaco di Roccabianca gli aveva soffiato la poltrona?

    RispondiElimina
  3. Irrilevante dal lato dei servizi che non miglioreranno. Certamente assai rilevante nei giochi politici che purtroppo inquinano l'amministrazione degli enti pubblici.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi