mercoledì 24 giugno 2015

Cronaca di un anno difficile, il punto di vista di Rete Civica Fidenza


CHE FINE HANNO FATTO LE PROMESSE ELETTORALI DEL SINDACO MASSARI

24 Giugno 2014, primo Consiglio Comunale dell' “era Massari “. Da allora che fine hanno fatto le promesse elettorali! Sappiamo che molte di queste richiedono tempo e soldi, ma non sono state realizzate neppure le promesse a costo zero. 
Lo slogan elettorale “partecipazione e coinvolgimento” dei cittadini si è tradotto in: nessuno incontro pubblico con cittadini; nessun incontro di quartiere, nessun bilancio partecipato/partecipativo; nessun tavolo di confronto su temi scottanti della città (Di Vittorio-Asp-Unione Terre Verdiane) nessun incontro sulle crisi lavorative di Fidenza . 
”Referendum sui grandi temi della città “ -diceva Massari- e poi non dà alcuna risposta ad una petizione di 2000 firme, in violazione anche dello Statuto comunale. 
La consultazione di atti pubblici è quanto mai difficoltosa ; le dirette web oltre al consueto non funzionamento, vengono in alcuni casi pubblicate in ritardo (vedi dimostrazione in consiglio comunale dei dipendenti di Asp) e con omissione di spezzoni di diretta.

Tra le tante promesse quella di “estendere i crediti di garanzia” ai commercianti che hanno problemi di liquidità, peccato che nel bilancio 2014 non sia stato inserito il finanziamento e il “sostegno fiscale alle imprese “, peccato che il sindaco non abbia accettato di esentare dalla Tari le nuove imprese, cosa avrebbe favorito lo “ start up che ha nella testa e nel cuore “.

Sempre in campagna elettorale il sindaco diceva “nei primi due mesi proporrò 10 consigli comunali”e ancora “accorpando in 10 consigli i regolamenti comunali”. 
Nei primi due mesi sono stati convocati 2 consigli comunali, con la cadenza mensile tenuta dalle precedenti amministrazioni e l'assessore competente, interrogato sulla questione, ha onestamente confermato che il lavoro richiedeva più tempo. 

Da un anno a questa parte, però, nessun regolamento è passato in Consiglio o in Commissione se non quello dell'aumento della Tari. 
Altro slogan “tariffa puntuale dei rifiuti per premiare chi ricicla”, “dabòn ! 
E allora perchè si paga di + con un ritiro in meno. Quanto alle altre tariffe,aumenti su tutti i fronti : mensa scolastica alunni- trasporti -assistenza domiciliare fino ad arrivare alle tariffe cimiteriali. 

Sempre nel suo programma elettorale il sindaco Massari diceva “Salso e Fidenza in Unione per ridurre i costi" .
Oggi, a distanza di un anno, dopo gli innumerevoli progetti che riguardavano l'Unione,inseriti nel suo programma elettorale e dopo aver spasmodicamente tentato di diventarne “presidente”, se ne esce confermando quanto da un po' di mesi andiamo dicendo, cioè che l'unione ha “evidenti difficoltà di gestione – finanze e organizzazione “. 

Forse il sindaco non ricorda quanto affermato il giorno del suo insediamento come Presidente dell'Ente : ”....strumento nato per essere al servizio dei comuni ...in questo mandato dovremmo innovare l'Unione introducendo nuovi servizi...E' tempo di ripartire facciamolo insieme ..”? 
Cosa è cambiato da allora ad oggi che ne propone il recesso ?.

Non è stata avviata neppure una opera pubblica, se non terminare quelle già programmate, ma in compenso abbiamo ampliato il vocabolario a nuovi slogan ( start-smart), investito 30.000 euro in droni e diminuiti i fondi a sostegno delle famiglie.

--

7 commenti:

  1. Obiettivamente, anche se il mio commento darà fastidio, quale scarso estimatore di ogni politico, sono convinto che le stesse promesse da marinaio le avrebbe proposte e e poi non mantenute qualsiasi sindaco, di qualunque altro partito, di destra, di sinistra e di centro. È un'abitudine italica,trasversale ad ogni ideologia.

    RispondiElimina
  2. Dopo il Pinocchietto arriva sempre il Pinocchio della situazione

    RispondiElimina
  3. Una domanda: ma questa Retecivica non ha i soldi e le capacità di farsi un sito proprio dove pubblicare i propri proclami e commenti quotidiani? Perché invadere un blog che dice di occuparsi di "Cronaca, arte, storia ed umanità varia"?

    RispondiElimina
  4. Svegliati caro, il sito di Rete Civica esiste già da un pò di tempo e lì trovi tutto quello che ti interessa (?)

    RispondiElimina
  5. Dimenticavo, si vede che il gestore di questo blog è spesso interessato alle pubblicazioni di Rete Civica, i commenti sono liberi ma la moderazione delle pubblicazione è di altri. Infastidito?

    RispondiElimina
  6. Il "sito" di rete civica http://retecivicafidenza.altervista.org a quanto pare è fermo a febbraio 2015. Esiste poi una pagina Facebook (che non è un sito ufficiale) che riporta quanto pubblicato su questo blog e su quello di carduccio parizzi. Fate un po' voi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però...grazie per seguirci così assiduamente e attentamente.
      Very grazie

      Elimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi