martedì 23 giugno 2015

La grande fuga dalle Terre Verdiane



La grande fuga ha inizio, le amministrazioni comunali del territorio ducale ad ovest del Taro, stanno abbandonando la barca che affonda in una gara contro il tempo e contro i quorum. I  comuni della bassa andranno verso  il loro destino contenti di essersi liberati dalla tutela dei signorotti fidentini. Busseto tornerà agli antichi splendori di un tempo e guarderà sempre più a Cremona come riferimento territoriale.
Salsomaggiore, oberata dai debiti, si butterà nelle mani di Fidenza ed il Baricentro diventerà Ponte Ghiara non più zona di confine. 

A Fidenza la grande fuga è in questa raffica di convocazioni, il Consiglio Comunale è stato convocato con procedura d'urgenza per venerdì 26 giugno. 
L'esito della votazione è legato al comportamento della minoranza, il PD da solo  infatti non ha una maggioranza qualificata per l'approvazione.

Sotto potrete trovare tutti gli altri documenti di convocazione delle Commissioni consiliari e dei due Consigli Comunali 












8 commenti:

  1. IL delirio sta proprio nella scelta di "abbracciare Salsomaggiore" e di rinunciare a svolgere il ruolo di baricentro territoriale.
    Il segno inequivocabile del vuoto politico del PD fidentino e del Sindaco Massari.
    Pagheremo caro, come fidentini, tutto ciò. Per questa ragione è indispensabile che si rianimi la dialettica politica, anche all'interno degli stessi partiti

    RispondiElimina
  2. Il coniglio Massariello sta dimostrando l'acume politico di una formica. Praticamente il nulla assoluto, un vero incapace

    RispondiElimina
  3. Come sempre accade quando la nave affonda i topi scappano.
    In questo caso anche il Pongone PD di Fidenza con tutti i suoi topolini ciechi

    RispondiElimina
  4. Si spera che chiedano il parere anche ai cittadini in merito all'abbraccio con Salsomaggiore che potrebbe rivelarsi "mortale"

    RispondiElimina
  5. Caspita che fenomeno il nostro Sindaco, un dilettante allo sbaraglio che prima ha smantellato ASP, adesso chiude le Terre Verdiane, praticamente un Re Mida al contrario...

    RispondiElimina
  6. Accipicchia, se non chiedono il parere dei cittadini, spero che siano i cittadini a protestare. Perché questi signori sanno solo accumulare debiti? Ma gli amministratori pagano per gli errori commessi?
    Debiti della Di Vittorio, terre verdiane ....... e poi Salsomaggiore? eh no!

    RispondiElimina
  7. Un criceto faceva più bella figura

    RispondiElimina
  8. Ecco non dimentichiamo che questo Re Mida al contrario è stato un fulgido protagonista della di vittorio nonché del progetto 2 torri e piazza repubblica....
    l invasione delle cavallette in un campo di grano avrebbe fatto meno danni..

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi