mercoledì 3 giugno 2015

Riciclo, differenziata, indifferenziata? Un'Arte!

Questa immagine e le due che seguono sono state ottenute da Ettore Ponzi
 riciclando (con Arte) scarti di lavorazione di vetro prodotto dalla Fidenza Vetraria! 
La raffica di eventi di questa fine primavera ci ha un po' fatto dimenticare le grasse proposte cultural-elettorali; siamo tuttavia sicuri che qualcuno ci stia lavorando; centenari e ricorrenze, reali o inventati non mancano, e poi resta sempre l'Asino che vola.
Ma oggi quel che tiene banco, e questa sera ne avremo la conferma, è il tema della raccolte differenziata che sembra cadere sull'indifferenziata.

Un gentile commentatore ci consegna questi dati: 
  • 2010 - 3.608.300 Kg
  • 2011 - 3.371.020 Kg
  • 2012 - 2.735.300 Kg
  • 2013 - 2.863.470 Kg 
  • 2014 - 2.936.420 Kg
Si direbbe che l'ex sindaco Mario Cantini come "operatore ecologico" è stato bravo, anche se poi alla fine problemi di Giunta e Consiglio, hanno tolto la necessaria concentrazione e l'indifferenziato ha cominciato a salire.
Ora il Sindaco Andrea Massari è deciso ad invertire nuovamente rotta e lo fa in due modi:
  • Aprendo alla differenziata altre tipologie di rifiuti: barattolo yogurt, sacchetto di spaghetti, tubetto dentifricio eccetera eccetera.
  • Riducendo parallelamente la raccolta della indifferenziata passando da due ritiri settimanali ad uno. Provvedimento questo di carattere educativo ma giudicato  troppo drastico e male odorante alla minoranza.
Potrei sbagliarmi ma, dalla mia personale esperienza di tipo pratico, valuto il tentativo positivamente. Ma è solo un'opinione personale anche se viene da un "cittadino di particolare consapevolezza" ma ritengo che una amministrazione abbia diritto e anche dovere di tentare. 

In poche parole, questa sera in Consiglio Comunale il problema vero non è quindi questo e la discussione dovrebbe a rigore focalizzarsi sulle tariffe (ripropongo confronto in calce), problema meno tecnico e più politico.
E' sperabile che su questo problema delle tariffe un accordo possa essere trovato, in fin dei conti poco ci interessa se, come "operatore ecologico" sia meglio Cantini o sia meglio Massari, se Massari farà bene è anche merito di Cantini (vedi statistica sopra), se Massari non migliorerà le statistiche, magari facendo un museo, dovrà porvi rimedio. 

La spazzatura è arte: lo dimostra il Museo del Riciclo

Il Museo del Riciclo, infatti, a due anni dalla sua fondazione, racconta 
l’importanza delle sue opere, nate proprio da materiali di scarto, 
spazzatura che altrimenti finirebbe nelle nostre discariche di rifiuti.


UTENZE DOMESTICHE



UTENZE NON DOMESTICHE

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi