giovedì 23 luglio 2015

Le suggestioni dell'Africa

Domenica 26 luglio alle ore 21.00 l'Alleluya Band fa tappa a Fidenza

images-2012-locandina alleluya rid-214x3

Fidenza, 21 luglio 2015 – Le suggestioni dell'Africa con i suoi suoni, ritmo, danze tribali e colori: tutto questo è Alleluya Band, che con i suoi spettacoli unisce l'intrattenimento alla solidarietà.
L'Alleluya Band si esibirà a Fidenza nella splendida cornice della Corte delle Feste di OF Orsoline Fidenza domenica 26 luglio alle ore 21.00.

La Corte delle Feste ospita uno spettacolo di respiro internazionale e afferma il suo ruolo di contenitore culturale da vivere insieme e di palcoscenico versatile che può ospitare eventi diversi, dal cinema al teatro, dalla danza alle feste. Il folklore dell'Africa sarà il protagonista di questo evento che unisce spettacolo e solidarietà: un'occasione di intrattenimento, di riflessione e di vicinanza a popolazioni lontane”, spiega il vicesindaco con delega alla Cultura, Alessia Gruzza.

La band è nata nel 1978 in Malawi a Balaka. Per celebrare il primo anno di presenza di padre Mario Pacifici a Balaka, i bambini della missione prepararono una grande festa a sorpresa e formarono una piccola band che suonò chitarre fatte a mano e lattine dell'olio come percussioni. Molti anni sono passati da quel giorno e oggi l'Alleluya Band è uno dei punti di riferimento della musica in Malawi. La band canta la fame, l'aids e la povertà - realtà di un Paese in cui tre quarti della popolazione vive sotto il livello di povertà – ma anche amore, famiglia, speranza e ideali, il tutto a ritmo di raggae e rumba africana con l'influenza delle tribù locali.

Fidenza sarà tappa del Tour 2015 dell'Alleluya Band, partita da Balaka per l'Italia il 9 giugno con una grande finalità: raccogliere fondi per il Comfort Community Hospital sostenuto da Andiamo Youth Cooperative Trust (AYCT).
Il Comfort Community Hospital continua a servire la comunità in maniera speciale e raggiunge molte persone che non hanno la possibilità di pagare gli ospedali statali, offrendo loro assistenza sanitaria. Solo nel 2014 sono stati curati più di 60.000 pazienti e l'obiettivo di quest'anno è di poter assisterne 100.000.

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi