giovedì 23 luglio 2015

Opportunità estive per chi resta


I tradizionali incontri estivi con cinema e proiezioni varie sono le occasioni che si presentano ai fidentini in questa estate particolarmente calda oltre alle feste, altrettanto tradizionali, che sposano cibo ed intrattenimento per sostenere buone cause. 
Ci mancherà la kermesse della Festa dell'Unità (si chiama ancora così?) a chilometro zero, ma non è il caso di far considerazioni politiche troppo ovvie. 
Il pieno dell'incontro con Bergonzoni che ha fatto il tutto esaurito nel cortile del palazzo Orsoline è previsto anche domenica prossima con le danze ed i canti africani dell'Alleluya Band

L'assessorato alla cultura promette scintille in autunno, i fidentini sanno attendere, l'outlet se ne va per conto suo e il multisala sembra perdere anche il più ottimista dei consiglieri. Lo scenario è questo e solo San Francesco potrà portarci quel ristoro culturale che sembrava incontenibile in campagna elettorale.
Intanto l'opposizione freme, come se la cultura dipendesse da programmi e non da teste pensanti. 

Ma ritornando al sudore estivo ecco i programmi delle due iniziative tradizionali:

“Diario di viaggio” nella piazzetta Cremonini dove tornano le immagini che raccontano storie di terre lontane


Dopo “Mondo nuovo onlus” e le adozioni internazionali a distanza” presentate nei giorni scorsi da don Luigi Guglielmoni e dai volontari della parrocchia di s. Antonio a Salsomaggiore, la rassegna “Diario di viaggio” prosegue sotto la torre di Palazzo Cremonini

  • il 23 luglio con gli scatti di Antonio Cosi che ci racconterà “Islanda, terra di ghiaccio, cuore di fuoco” e “Madagascar, l’isola rossa”;
  • il 30 luglio Stefano Anzola presenterà “Mongolia, terra di steppe e di montagne”. 
  • Il 6 agosto sarà la volta dello scrittore Davide Barilli e del musicista Rubio Loco che racconteranno “La nostra Cuba”.
  • Il 20 agosto Marco Cavallini narrerà con le immagini il suo viaggio “La Spagna: il nord tutto da scoprire”. 
  • Il 27 agosto la serata sarà dedicata a “I colori del Po”: Bruno Censi, ideatore del progetto GPL Marine, mostrerà il suo percorso sul Po mentre Mauro Adorni racconterà la sua esperienza tra le sponde del grande fiume. 
  • Il 3 settembre sarà la volta de “I TraAttori” e il 10 settembre la rassegna si concluderà con “I Ciccioli”, laboratorio di cabaret con artisti venuti da Zelig e Colorado Cafè.
Sei film a “Esterno notte” da “Birdman” di A. G. Inarritu a “Maleficent” di A. Jolie nel cortile delle Orsoline


Torna anche quest’anno con sei film la rassegna “Esterno notte” promossa dall’associazione “Fidenz@Cultura”, La Notte Americana e Ex-Edison, in collaborazione con l’assessorato alla cultura. 
Tutte le proiezioni avranno luogo alla corte OF di via Berenini. 
Ha aperto la rassegna il film pluripremiato all’Oscar “Birdman”, diretto dal messicano Alejandro Gonzalez Inarritu. Nato nel 1963, ha esordito nel 2000 con “Amores perros” dove un incidente d’auto fa da collegamento alle tre storie che si svolgono in ambienti diversi e vengono raccontate con uno stile differente. “Birdman” invece racconta la storia di un attore baciato dal successo con il personaggio dell’uomo-uccello ma che vuole ritornare al teatro.
  • Martedì 28 è la volta di “L’amore bugiardo” di D. Fincher 
  • Venerdì 31 spazio al cartone animato “Mr. Peabody e Sherman” . 
  • Martedì 4 agosto “Teoria del tutto” di J. Marsh,
  • Martedì 11 “Nessuno si salva da solo” di S. Castellitto 
  • Martedì 18 gran finale con l’horror “Maleficent” di A. Jolie.
Le proiezioni avranno inizio alle 21.30, ma già alle 21 – ed è la novità di quest’anno – gli scrittori dell’associazione “Fidenza scrive” saranno protagonisti, ogni sera, con una performance letteraria.

1 commento:

  1. Io ho grande nostalgia delle feste del'Unità, PD e dintorni,,soffro di sindrome da astinenza di orge di folla sgagnante tirtellimdinerbetta, salamelle con polenta, fagioloni e cipolle, piattoni misti di salumi, il tutto innaffiato da boccali di birra, tra amici e conoscenti. Era una tradizione gastronomica decennale. Lì ci ritrovavo mezza Fidenza, non ultimo l'ottimo e Massimo poeta-vate-filosofo Fausto Maria Pico Perché sono sparite? Va bene la cultura, ma il troppo stroppia! Ritroviamoci anche per nutrire il pancino, oltre al cerebro, mens sana, anzi, qui, mensa, sana in corpore sano e non dimentichiamoci di Menenio Agrippa. W la birra ed il lambrusco!

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi