mercoledì 5 agosto 2015

Assalto alla diligenza: fatti e misfatti della politica


La politica come assalto alla diligenza della cosa pubblica trova nelle nomine alle cariche di enti e sotto-enti la più irriducibile delle prassi e la più censurabile. Si può pensare che questo possa avvenire anche oggi, qui, a Fidenza?

Parrebbe di sì a sentire le minoranze, qui riportiamo il testo di una interrogazione di Rete Civica Fidenza che fa riferimento alle nomine dei rappresentanti del Comune di Fidenza nelle Società “Fidenza Sport” e “S. Donnino Sport”, “S. Donnino Multiservizi”, “Emiliambiente”, “ASP”. 
Pesano sulla denuncia la mancanza di riferimenti precisi a persone, una cautela forse opportuna forse necessaria, ma che dimostra ancora una volta che la distanza tra cittadini e politica si allarga sempre più, nel nome della "trasparenza" e della "partecipazione".


Al Presidente del Consiglio comunale
al Sindaco
Al Segretario Comunale

INTERROGAZIONE URGENTE A RISPOSTA SCRITTA
Oggetto: nomina/designazione dei rappresentanti del Comune di Fidenza nelle Società “Fidenza Sport” e “S. Donnino Sport”, “S. Donnino Multiservizi”, “Emiliambiente”, “ASP”
Premesso che l’art. 50, comma 8, del D.Lgs n. 267/2000 conferisce al Sindaco la competenza in tema di nomina, designazione e revoca dei rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende e Istituzioni sulla base degli indirizzi espressi dal Consiglio Comunale;
Considerato che, con deliberazione n.35 del 30 Luglio 2014, sono stati approvati gli “Indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istituzioni nonché nomina dei rappresentanti del Consiglio presso Enti, Aziende ed Istituzioni ad esso espressamente riservata dalla Legge”;
Riscontrato che, con medesima deliberazione, vengono definiti i requisiti di ordine generale che debbono essere riproposti negli appositi avvisi di candidatura, e nello specifico:
- tutte le nomine/designazioni di competenza comunale saranno selezionate secondo criteri di competenza, onestà e merito, evitando cumuli di incarichi e conflitti di interesse, separando politica e gestione e chiedendo ai nominati trasparenza, con report costanti e confronti con i cittadini sull’attività svolta e sui risultati dell’Ente, Azienda, Istituzione in cui sono nominati; 
- per ogni processo di nomina/designazione verrà adottato apposito avviso di candidatura – pubblicato all’albo on-line del Comune di Fidenza per gg. 15 e con massima diffusione sul sito web Istituzionale – contenente i requisiti di ordine generale previste dal presente atto di indirizzo e gli eventuali requisiti specifici previsti dagli atti fondamentali dell’Ente, Azienda, Istituzione per cui di effettua Nomina/Designazione;

Riscontrato inoltre che, con medesima deliberazione, veniva definito che in congruità con D. Lgs. n. 33 del 14 marzo 2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni”, a nomina avvenuta verrà pubblicato sul sito Istituzionale il curriculum del nominato, lo stato patrimoniale e l'eventuale compenso percepito;
(…)
Nei confronti dei soggetti da nominarsi/designarsi non dovranno sussistere motivi di incandidabilità previsti dall’art. n. 10 del D.Lgs 31.12.2012 n. 235, di motivi di ineleggibilità o di incompatibilità di cui Capo II del Titolo III della Parte I del D.Lgs. 18.08.2000 n. 267 e di motivi di incompatibilità previsti artt. 11, 12, 13 e 14 del D.lgs. 8.04.2013 n. 39 e gli stessi dovranno possedere eventuali requisiti richiesti per la specifica carica da Leggi, Statuti e Regolamenti;

Verificato che con l’avviso prot. n. 21835 del 29 agosto 2014 pubblicato, nel rispetto della citata deliberazione di Consiglio Comunale, dal 29 agosto al 15 settembre 2014, sono state accolte le candidature per la nomina/designazione dei rappresentanti del Comune di Fidenza negli Organi Amministrativi delle società tra cui Fidenza Sport s.r.l. e S. Donnino Sport - S. Donnino Multiservizi - Emiliambiente – ASP;
Preso atto che, in quella circostanza venivano definiti tra i Requisiti Generali di ammissibilità alla candidatura :
a) avere, in relazione alle specifiche esigenze connesse al particolare incarico da ricoprire, una comprovata competenza tecnica e/o amministrativa, per titoli posseduti, studi compiuti, iscrizione a determinati albi professionali, documentata attività di insegnamento e ricerca, funzioni svolte presso strutture pubbliche o private ovvero presso differenti organismi del settore pubblico o privato, attestata da apposito curriculum vitae;
(…)
c) l’inesistenza di conflitti di interesse con il mandato da espletare e che il Comune di Fidenza si impegnava a garantire la non cumulabilità degli incarichi ed il limite dei due mandati consecutivi nelle nomine/designazioni di pertinenza comunale.
(…)

Preso atto inoltre che, a norma dell’art. 20 del D.Lgs 8 aprile 2013 n. 39, “All’atto del conferimento dell’incarico, poi annualmente nel corso dell’incarico, l’interessato presenta una dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di inconferibilità di cui al presente decreto. Le dichiarazioni sono pubblicate sul sito della pubblica amministrazione che ha conferito l’incarico e che La dichiarazione di cui al comma 1 è condizione per l’acquisizione dell’efficacia dell’incarico”.
Considerato inoltre che, il Comune di Fidenza ha aderito ad Avviso Pubblico (Enti Locali e Comuni per la formazione contro le mafie) nel cui Codice Etico all' art. 5 sono indicate come situazioni di conflitto di interessi:
b. la sussistenza di preesistenti rapporti di affari o di lavoro con persone od organizzazioni specificamente interessate all’oggetto delle decisioni cui l’amministratore partecipa, anche nei casi in cui detti rapporti non configurano situazioni che danno luogo a incompatibilità previste dalla legge o da altre norme;
(...)
d. la sussistenza di rapporti di frequentazione abituale con persone operanti in organizzazioni specificamente interessate all’oggetto di decisioni di rilevanza economica cui l’amministratore partecipa direttamente, anche nei casi in cui detti rapporti non configurano situazioni che danno luogo a incompatibilità previste dalla legge o da altre norme.
(…)

Riscontrato che per il Consiglio di Amministrazione dell' Azienda di Servizi alla Persona, per conto del Comune di Fidenza, è stato nominato ….... e che per lo stesso ci pare sussistano estremi di incompatibilità ai sensi dell’art.9 comma 1 del D.lgs.39/2013 e condizioni di conflitto di interesse anche ai sensi dell'art. 5 del Codice Etico di Avviso Pubblico, in quanto all'epoca della candidatura era …...........,
Riscontrato che, la dichiarazione sull’insussistenza di cause di inconferibilita' o incompatibilità', di cui al comma 1 dell’art. 20 del D.Lgs 8 aprile 2013 n. 39, è condizione per l’acquisizione dell’efficacia dell’incarico e che tale dichiarazione ad oggi non è ancora stata pubblicata all'Albo Pretorio in palese violazione alla norma,
si interroga il Sindaco per conoscere:
1. se esiste la dichiarazione sulla insussistenza di cause di inconferibilita' o incompatibilita', di cui al comma 1 dell’art. 20 del D.Lgs 8 aprile 2013 n. 39 ................, formulando con la presente interrogazione richiesta di accesso atti;
2. se al momento della nomina fossero state rimosse le incompatibilità di cui all’art.9 comma 1 del D.lgs.39/2013: incompatibilita' tra incarichi e cariche in enti di diritto privato regolati o finanziati nonché' tra gli stessi incarichi e le attività professionali e che si riporta testualmente : “Gli incarichi amministrativi di vertice e gli incarichi dirigenziali, comunque denominati, nelle pubbliche amministrazioni, che comportano poteri di vigilanza o controllo sulle attività svolte dagli enti di diritto privato regolati o finanziati dall'amministrazione che conferisce l'incarico, sono incompatibili con l'assunzione e il mantenimento, nel corso dell'incarico, di incarichi e cariche in enti di diritto privato regolati o finanziati dall'amministrazione o ente pubblico che conferisce l'incarico“ e quindi il rapporto di lavoro con ….....................
3. Se in assenza di quanto indicato al punto 1 e al punto 2 non ritenga di dover procedere in autotutela a sospendere la nomina in oggetto ed assegnare l'incarico ad altro candidato che si sia presentato all’avviso prot. n. 21835 del 29 agosto 2014 e che risponda ai requisiti indicati dalla deliberazione n.35 del 30 Luglio 2014.

Riscontrato inoltre che, in data 19 Maggio 2015 sul giornale on line del Comune si dava comunicazione della riapertura dei bandi per la nomina/designazione dei rappresentanti del Comune di Fidenza nelle Societa’ Fidenza sport s.r.l. e San Donnino sport s.s.d. a r.l.;
Verificato che , all’avviso prot. n. 21835 del 29 agosto 2014 avevano presentato domanda n.26 candidati e che tra questi si registrano persone con particolare esperienza nel settore oggetto di nomina (ex Assessori allo sport, presidenti di Società sportive, ecc.);
Riscontrato che, in questo caso, in violazione a quanto stabilito dalla delibera n. 35 del 30 Luglio 2014 “per ogni processo di nomina/designazione verrà adottato apposito avviso di candidatura – pubblicato all’albo on-line del Comune di Fidenza per gg. 15 e con massima diffusione sul sito web Istituzionale”;
Considerato che, tra i criteri definiti dalla deliberazione n.35 del 30 Luglio 2014, il Comune di Fidenza si impegna a garantire la non-cumulabilità degli incarichi ed il limite dei due mandati consecutivi nelle nomine/designazioni di pertinenza comunale;
Considerato inoltre che il Comune di Fidenza ha aderito ad Avviso Pubblico (Enti Locali e Comuni per la formazione contro le mafie ) nel cui Codice Etico all' art. 5 sono indicate come situazioni di conflitto di interessi:
c. la sussistenza di rapporti di coniugio, parentela o affinità entro il quarto grado, ovvero di convivenza, con persone operanti in organizzazioni specificamente interessate all’oggetto delle decisioni cui l’amministratore partecipa, anche nei casi in cui detti rapporti non configurano situazioni che danno luogo a incompatibilità previste dalla legge o da altre norme;
d. la sussistenza di rapporti di frequentazione abituale con persone operanti in organizzazioni specificamente interessate all’oggetto di decisioni di rilevanza economica; 
e. l’appartenenza a categorie, associazioni o gruppi, in virtù della quale l’amministratore possa acquisire un vantaggio personale da decisioni cui egli partecipa, anche nei casi in cui tale appartenenza non generi le incompatibilità previste dalla legge o da altre norme.

Riscontrato inoltre che la dichiarazione sulla insussistenza di cause di inconferibilità o incompatibilità', di cui al comma 1 dell’art. 20 del D.Lgs 8 aprile 2013 n. 39, è condizione per l’acquisizione dell’efficacia dell’incarico e che tale dichiarazione ad oggi non è ancora stata pubblicata in violazione alla norma,
si interroga il Sindaco per sapere:
1. per quale motivo l'avviso non è stato pubblicato all'Albo pretorio per 15 giorni così come disposto dalla delibera 35 del Luglio 2014;
2. se esiste la dichiarazione sulla insussistenza di cause di inconferibilità o incompatibilità di cui al comma 1 dell’art. 20 del D.Lgs 8 aprile 2013 n. 39 dei candidati nominato nel Cda di Fidenza Sport ,formulando con la presente interrogazione richiesta di accesso atti;
3. come mai, a norma dell’art. 20 del D.Lgs 8 aprile 2013 n. 39, le dichiarazioni non sono pubblicate sul sito della pubblica amministrazione che ha conferito l’incarico rendendo così come richiamato dalla norma stessa nulla l' efficacia dell’incarico.
4. se per un candidato (…...) non esistano i presupposti del conflitto di interesse cosi come peraltro indicato anche dall'art. 5 della Codice Etico di Avviso Pubblico;
5. per quale motivo è stato individuato un candidato (…............) che non figura né negli elenchi 2014 né negli elenchi 2015;
6. se lo stesso (…...........) risulti essere al terzo mandato, di cui uno come consigliere e due come Presidente, contravvenendo così a quando indicato dalla delibera 35 del Luglio 2014 “il Comune di Fidenza si impegna a garantire la non cumulabilità degli incarichi ed il limite dei due mandati consecutivi nelle nomine/designazioni di pertinenza comunale”;
7. per quale motivo si è ritenuto di non utilizzare le candidature dell'avviso prot. n.21835 del 29 agosto 2014 visto che nell'elenco risultato inserite persone con comprovata esperienza nel settore (ex Assessori allo sport, presidenti di Società sportive, ecc.). Gli interessanti prima di procedere alla riapertura sono stati contattati? Hanno rinunciato all'incarico?
8. Se in assenza di quanto indicato al punto 1 e 3 ed in violazione a quanto indicato nel punto 4 non ritenga di dover procedere in autotutela a sospendere le nomine in oggetto ed assegnare l'incarico ad altro candidato che si sia presentato all’avviso prot. n. 21835 del 29 agosto 2014 e che risponda ai requisiti indicati dalla deliberazione n.35 del 30 Luglio 2014.

2 commenti:

  1. Si sente già lo stridolio degli specchi...

    RispondiElimina
  2. Intanto che c'eravate potevate chiedere perchè hanno recentemente riaperto anche il bando per la designazione di un rappresentante del comune in Emiliambiente e Sandonnino Multiservizi

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi