venerdì 4 settembre 2015

Anniversari: il giorno della nascita di Pietro Zani



"Oggi ricorre il giorno di nascita di Pietro Zani avvenuta nel 1748" a ricordarcelo è Mirella Capretti fedele estimatrice dell'illustre borghigiano. 
Dobbiamo riconoscere a Mirella Capretti se Fidenza oggi dispone di uno strumento di conoscenza e di approfondimento di quel grande personaggio. Ricordiamo infatti che nel 2010, al Ridotto del teatro Magnani, Mirella Capretti e Paolo  Mesolella, allora preside della scuola media Zani, presentarono il loro libro "L'abate don Pietro Antonio Maria Zani fidentino".
Di quel momento ricordiamo la significativa introduzione:  
"L'abate Pietro Zani, nato a Borgo San Donnino (oggi Fidenza) nel 1748, è stato poeta, letterato, storico dell'arte, incisore, vice bibliotecario della Palatina di Parma, cappellano onorario del Duca di Parma, collezionista e grande viaggiatore. Le sue mani con una fatica incredibile hanno scritto migliaia di pagine, con la penna d'oca, al lume di candela. Studiava senza sosta libri, manoscritti, gazzette, stampe ed opere d'arte per compilare la sua Enciclopedia Metodica di 29 volumi composta di un Indice alfabetico delle opere e di un Elenco di oltre 40.000 artisti. Alla sua memoria è intitolata la Scuola Media Statale di Fidenza (Parma)."

Ma Mirella Capretti ha poi continuato i suoi studi e speriamo che prima o poi ce ne faccia partecipi, intanto riportiamo queste sue parole: 

"Don Pietro si è sempre considerato fidentino, non borghigiano, e come tale si è nominato nel titolo dell’Enciclopedia e del libro sull'Incisione e nell'epigrafe per la sua sepoltura.
È pur vero che Fidenza ha una storia molto significativa costellata da tanti personaggi importanti che non sono ricordati; io ho avuto l’opportunità di conoscere da vicino la vicenda umana di quest’uomo e mi è entrata nel cuore, da incontro sporadico per una ricerca di Scuola è diventata la passione dei miei giorni, per questo mi sento di fare qualcosa per lui. Solo la conoscenza, come diceva Leonardo, porta all'amore."

Mirella Capretti

1 commento:

  1. Mirella Capretti9 settembre 2015 20:16

    Ambrogio,
    graditissima sorpresa il trovare ricordato l’Abate nel suo blog, mi ha fatto veramente grande
    piacere! Grazie.
    Figura di erudito e ricercatore di notevole levatura, che più conosco più ammiro, pur di umili origini e senza studi specifici, riuscì ad entrare in contatto con importanti uomini di cultura dell’epoca, nobili, imperatori e papi. Stimato da molti come il maggior esperto di stampe a livello europeo, lavorò per sette lustri con “Constantia et labor” (il suo motto) alla sua Enciclopedia, documentandosi con faticosi viaggi a piedi, nelle collezioni d’arte più rinomate del tempo, pur essendo sordo e con pochi soldi. Maria Luigia sovvenzionò la stampa della sua opera che fu purtroppo interrotta per la sua dipartita: ventotto volumi su un centinaio (stimato da Angelo Pezzana).
    La seconda edizione del libro da lei citato, ampliata e corretta - che speriamo di pubblicare presto – ci testimonia che è ancora oggi considerato dagli studiosi; il nostro intento e quello di farlo amare dai fidentini.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi