mercoledì 9 settembre 2015

Pinocchietto: per la sicurezza dei cittadini sia garantito il rispetto delle zone di rispetto.


In relazione alla proposta di delibera della destinazione dell'area denominata Pinocchietto il Consiglio Comunale, stante la pluralità delle destinazione d'uso previste, dovrà assolutamente evitare di rilasciare un assegno in bianco  secondo il collaudato stile amministrativo fidentino. 
Qui ci limitiamo all'aspetto della circolazione stradale in cui sono particolarmente rilevanti per la sicurezza stradale le zone di rispetto. 

Premesso che le zone di rispetto sono delle limitazioni all'attività edilizia previste per finalità di tutela di interessi generali particolarmente rilevanti, e mirano a garantire un determinato spazio libero attorno ad opere o a luoghi soggetti ad uso pubblico e si traducono, in pratica, nell'imposizione di obblighi di distanza.
Sarebbe pertanto interessante, oltre al parere che dovrebbe emettere il Dirigente dei Vigili Urbani in relazione al Codice della strada vigente, conoscere il parere del Prefetto sulla distanza del Codice della strada, visto che dipenderebbe da lui.

L’area, è ora (PRG) fuori da centro abitato ed è inserita nella confluenza di due strade di cui una definita Tangenziale Sud di Fidenza. L’area è in andamento curvo quindi la fascia di rispetto deve essere calcolata nel rispetto (assoluto ) del triangolo di visuale libera. 

Vedi anche:
fidenza-luoghi/pinocchietto-ed-alchimie-urbanistiche

5 commenti:

  1. Ci manchebbe altro che adesso il Comune di Fidenza faccia delle differenze...A tutti è sempre stato imposto, giustamente, di osservare limiti e norme in tal senso. Vuoi che in questo caso facciano l'ennesima deroga d'ufficio senza prima avere richiesto il parere scritto del Prefetto e del Comandante dei Vigili Urbani?
    Sarebbe una bella responsabilità tirare su la mano in consiglio per votare a favore senza sapere se è stato tenuto conto di questi pareri. Saranno almeno stati richiesti dall'Amministrazione o l'avranno già fatto altri?

    RispondiElimina
  2. Ci sarà un bellissimo servizio di autobus che collegherà Coduro al Pinguino, attraverso i Boulevards dell'ex Via Emilia. Quindi poche auto , solo piste ciclabili nel verde servizi che funzionano , qualche incompiuta lungo il tragitto e qualche manovra aggiuntiva in prossimità di nuove rotonde; per il Servizio TEP dell'autobus a snodo, in prossimità della nuova Piazza Gramsci o di quella a "fagiolo" vicino al mercato. Il tutto nel rispetto dell'interesse pubblico prevalente . Questa è la NUOVA FIDENZA che stiamo lasciando ai nostri figli! SIC!!

    RispondiElimina
  3. Quando frequentavo le Elementari e le Medie, a Salsomaggiore, si usavano i quaderni delle Cartiere Paolo Pigna, su cui erano riportate notizie circa le regioni italiane. Per l'Emilia-Romagna, Fidenza era sempre denominata come "centro agricolo". Sui nuovi quaderni, invece, la si potrebbe definire "Centro edilizio".

    RispondiElimina
  4. L'Anonimo Di Borgo9 settembre 2015 21:43

    "Pinocchietto" il solo nome è un programma,
    Sarà veramente una cosa seria, realizzabile ?
    Qualora lo fosse, speriamo che NON sia un altra .......
    Fidenza "Città delle opere incompiute"
    La megalomania impera,
    nonostante che cambino
    i Sindaci, gli Assessori e i Consiglieri,
    Perché ?....
    Chi approva è responsabile e punibile
    dagli elettori con il voto,
    amministratori riflettete.

    RispondiElimina
  5. A parte l'aspetto segnalato dal Sig. Ponzi probabilmente ci sono anche altre cose che dovranno essere valutate con attenzione dai consiglieri. La fretta è solitamente una cattiva consigliera, ma le responsabità personali sono poi solo dei consiglieri...

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi