lunedì 5 ottobre 2015

Fidenza la Grande si mette a tavola, in piazza, per le strade e nei simposi

Correva l'anno 2014, in attesa della festa di San Donnino ci si accaniva sui pruni di Piazza Grandi. Aveva inizio la grande campagna contro le alberature cittadini tuttora in corso, più business che botanica, più accanimento che necessità.

La Via Francigena transita per un breve e significativo tratto sotto il tendone.
Possibile riempire le bisacce di bionda birra alla spina.
La tradizione mangereccia fidentina si esalta in questa settimana di festa, in un 
"insopportabile can can del san donnino e del cibo, che adesso non è più cibo, ma si chiama orribilmente food, letto fud" 
Niente può fermare questa voglia incontenibile di riempire lo stomaco di cibo e l'aria di rutti. 
A farne le spese l'anno scorso le alberature di piazza Grandi, quest'anno la viabilità pedonale incanalata in modo da transitare sotto il tendone tra i tavoli: a piedi, in bici, con le carrozzine, col bastone, col cane. A tarda notte poi si chiude, e, se ci riesci, transiti sui resti umani di smodate bevute.
Ma Fidenza oggi è sempre Grande, come un anolino.




5 commenti:

  1. Signore aiutaci!!!!!!!!!!!!!!! più che una festa fu un "festino"(casino totale) laddove se mai un solerte vigile si fosse avvicinato con un opportuno misuratore di decibel questo,ahimè, gli sarebbe esploso tra le mani.

    RispondiElimina
  2. Ambrogio, vedo che hai elegantemente ed aristocraticamente eluso l'accenno alle scoregge; lo faccio io, che qui sopra sono ormai famigerato. Quest'anno, insomma se hai fame, ti rispondono: Foodditi!

    RispondiElimina
  3. Signor Tullio Colombini. Il nostro ingegnere ambientale ha eseguito tutte le rilevazioni e le ha certificate. Tutto ampiamente sotto i decibel consentiti. Ma se ha dei dubbi ne chiami uno anche lei. Così si toglie la curiosità ed evita di dir cazzate

    RispondiElimina
  4. Signor China 65, lei certamente conosce la frase (che si estrapola da una barzelletta): "Te scürta la tò änguìlla che me šmorsi la me cändela". Dire "tutto ampiamente sotto i decibel consenti" riguardo l'evento culinario ed enologico di una Sagra, è esagerato. Credo, lei debba accorciare la sua anguilla.

    RispondiElimina
  5. Signor o Signora China65, deve essere molto introdotto in Comune per scrivere "il nostro ingegnere ambientale" ................... ma mi faccia il piacere! Ciao Tullo.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi