mercoledì 14 ottobre 2015

Inaugurazione del falanstèrio tra Via Porro e via Barabaschi

La nuova costruzione e l'albero scoliotico con tutore incorporato
Prodotto dall'utopia onnivora degli anni a cavallo del XX e XXI secolo il nuovo edificio ha perso utopia e residue alberature, ma per dar lustro alla presente amministrazione è stato completato quel tanto da rendere possibile una inaugurazione. La storia precedente la trovate cliccando qui.
Passati e presenti amministratori si contenderanno il merito di aver portato il loro contributo: quelli che, ignorando anche il luogo di costruzione, hanno approvato il progetto, quelli che hanno segato le prime piante gestendo al meglio una pantomima con gli incazzati del quartiere, quelli che hanno spianato il terreno con un intervento chirurgico sui vecchi edifici somministrando l'anestetico agli storici inquilini ed ai gatti ormai padroni dell'area e infine quelli che hanno gestito la gara che amministratori non erano.
Il tutto il funzione di quanto accadrà sabato 17: taglio del nastro, rinfresco, fotocopie di discorsi (vedi sotto il comunicato del Comune).
I nuovi inquilini chissà, forse hanno già la promessa in tasca anche se alla conta le promesse sono più dei locali a disposizione.
Così è, e "il peggio deve ancora a venire" come da anni si va ripetendo nel borgo in cui anche Donnino rima con anolino.

I vantaggi che il nuovo complesso darà li sapremo presto, sabato stesso in occasione dell'open day. Basta fare il massimo comune denominatore dei discorsi e metterci il punto interrogativo. 
Chiuso il preambolo, ecco in anteprima mondiale la nuova costruzione nel suo candore verginale.

In primo piano il simbolo ben augurale all'ingresso del circolo anziani
Lato su Via Ariosto
Idem, da notare il perfetto allineamento delle alberature.


IL COMUNICATO DEL COMUNE

Sabato 17 ottobre dalle ore 15.00 cerimonia inaugurale e open day

Il patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica di Fidenza si arricchisce di 28 nuovi alloggi dotati di tecnologia di ultima generazione e conferma come Fidenza sia un modello virtuoso anche sul tema delicato e quanto mai attuale della casa.
Sarà inaugurato sabato 17 ottobre a partire dalle ore 15.00, insieme a una delegazione della città gemellata di Herrenberg, il nuovo complesso residenziale di Erp “Porro-Barabaschi”, situato nel cuore della città (via Barabaschi, angolo via Porro), nelle immediate vicinanze del Duomo.
Sarà un open day dove tutti i cittadini potranno visionare i nuovi spazi del fabbricato, sia residenziali che a destinazione sociale: una nuova dotazione straordinaria per la nostra città e uno degli interventi più rilevanti nel panorama regionale di Edilizia Residenziale Pubblica realizzato negli ultimi anni.
Alla cerimonia inaugurale interverranno: il sindaco Andrea Massari; il Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini; l'assessore al Welfare del Comune di Fidenza, Alessia Frangipane; il presidente di Acer Parma, Bruno Mambriani; l'Amministrazione Comunale; il sindaco di Herrenberg, Thomas Sprißler.

Seguirà un rinfresco.

2 commenti:

  1. Al momento giusto andrò a leggere i nomi sui campanelli.

    RispondiElimina
  2. Bettina, verrei volentieri anch'io, ma temo di non riuscire e leggere i nomi. Quando vi abitavo io, non c'erano i campanelli e il postino saliva le scale per consegnare la posta; noi chiamavamo i nostri genitori e i nostri compagni a gran voce, dal cortile, ma posso garantirle che ogni cognome terminava con la "i": Aimi, Bergamaschi, Maffini, Giordani, Bosi, Marenghi, Boccacci, Zavaroni, Manfrini, Cantarelli, Magnani, Orsi, Vascelli, Ferrarini, Pelosi, Garbi, Cugini, Rimelli ecc. Ädèssa...Sòja me?

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi