venerdì 23 ottobre 2015

Scuola Zani, il corteo spettacolo del 30 ottobre

ALIMENTARE IL PIANETA – ENERGIE PER LA VITA
La torre medievale  per un giorno  sarà “LA TORRE DELLA VITA”
Una iniziativa della scuola media “PIETRO ZANI” di Fidenza
 
Numerose le iniziative in programma
Scuola Zani, un “cantiere” sempre aperto
Prossimo appuntamento il corteo/spettacolo del 30 ottobre

La Scuola Media Zani si conferma un “cantiere” sempre aperto: alcune classi hanno aderito alla "Gran Fiera di San Donnino” con un progetto ispirato quest’anno all’Expo 2015, intitolando l’iniziativa “LA TORRE DELLA VITA”, attività che ha lo scopo di esaltare, oltre ai beni storici della città, anche i prodotti gastronomici che ogni giorno consumiamo.

Il programma prevede che venerdì 30 ottobre, alle ore 15,00, alcune classi, coordinate dalla prof. Marzaroli, coadiuvata dai Prof. Damiani, Bertolani, Cocconi, Del Riccio e Chiapponi si ritrovino in Piazza Garibaldi per invitare il corteo dei presenti ad assistere una piccola performance di musiche e rime.
Successivamente il gruppo si recherà verso la Torre Medioevale, quindi al Centro Giovanile (ex Macello) dove ragazzi in costume danzeranno e reciteranno in rima nel corso di uno spettacolo dedicato ai nostri prodotti gastronomici.

Una esibizione degli studenti delle classi musicali al Centro Giovanile
(Immagine di repertorio)
Ricordiamo anche che il 15 ottobre la 3^ A e 3^ C e il 20 ottobre la 2^ G, 3^ B, 3^ F, 3^ G hanno visitato Expo2015 per coronare con l’esperienza diretta le attività di apprendimento svolte nello scorso anno scolastico sul tema proposto dall'esposizione universale “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”.
2G 3G 3B 3F
L'Albero della Vita, simbolo di Expo 2015
La prof. Claudia Bertuzzi, referente per questa iniziativa, ha così sintetizzato il percorso che la Scuola Media Zani ha seguito a questo proposito:

"La Scuola Zani si è impegnata a fondo su queste linee guida e ha partecipato a molti progetti proposti dal MIUR e dalla regione. I temi affrontati in classe, nel corso dei primi mesi di apertura di Expo, riguardavano l’identità attraverso il cibo, la condivisione delle risorse alimentari e l’analisi delle tematiche affrontate dalla Carta di Milano.
Il progetto “LascuolaperExpo” è stato sviluppato immaginando la creazione di un “potager communal” (l’uso del francese non è un vezzo) proprio sotto quella che è la casa degli alunni, cioè a partire dal cortile della scuola.
Dall'immaginazione si è presto passati alla realtà, con la programmazione della visita a Expo.
Le classi hanno avuto l’opportunità di sperimentare il vero significato della comunicazione e dello scambio di informazioni fra realtà distanti dall'esperienza quotidiana.
Le visite, calendarizzate proprio a ridosso della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, che si è tenuta il 16 ottobre, hanno visto impegnati gli alunni in un percorso incentrato sull’idea di equilibrato uso delle risorse alimentari per il futuro. E’, questo, un obiettivo ambizioso, che nessuno può raggiungere pensando solo a se stesso o alla propria realtà locale”.

In data 15 ottobre ha visitato l'EXPO anche il gruppo di una cinquantina di alunni francesi del Collège Gérome di Vesoul, accompagnati dai loro docenti. I ragazzi d’oltralpe sono partiti da Fidenza insieme alle classi della Zani, dopo essere stati ospiti di famiglie e docenti.
Lo scambio col Collège, condotto dalle prof. di lingue Domina e Araldi, è attivo dallo scorso mese di aprile e ha coinvolto circa una trentina di famiglie che hanno ospitato gli studenti francesi, prima conosciuti attraverso corrispondenza via mail.
L’iniziativa proseguirà non solo on line: nella prossima primavera, infatti, i ragazzi della Zani ricambieranno la visita.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Dirigente Scolastico, prof. Lorenza Pellegrini: 
“Ringrazio docenti e alunni per l’impegno costante e lo spirito di grande collaborazione, che ci consentono di attuare iniziative sempre nuove e stimolanti nell’ambito del percorso “Zani ’90 verso i 100 – 2013……… 2023”.

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi