venerdì 27 novembre 2015

Zichichi in Duomo parla di scienza e di mondi


Gremito il Duomo di Fidenza per la conferenza del prof. Antonino Zichichi sul tema "Emergenze planetarie e Hiroshima culturale", sottotitolo "Il ruolo fondamentale della scienza nell'enciclica "Laudato si" di Papa Francesco".
Non poteva essere altrimenti, la notorietà del relatore e l'importanza del tema si sono dimostrate un catalizzatore di presenze a cui vanno ad aggiungersi quelle istituzionali o di puro presenzialismo che non stiamo ad elencare.

Non ho certo la pretesa di dare un puntuale resoconto dei contenuti della conferenza dell'illustre scienziato che ha intrattenuto i presenti catturandone l'attenzione e parlando "a braccio".
Il relatore ha inizialmente posto l'accento sulla ricerca scientifica che ancora soffre la presenza nel mondo di laboratori di ricerca segreti, è un problema per la stessa scienza in quanto limita la condivisione delle ricerche, ma è un problema anche politico di gestione delle scoperte scientifiche. 
Lo stesso nome di Hiroshima del titolo ci rimanda ad un episodio in cui all'intento puramente scientifico della ricerca si è sovrapposto un utilizzo pratico devastante.
Hiroshima culturale è quindi anche questo, un progressivo distacco tra scienza e società civile.
Meno esplicito mi è apparso nella conferenza il legame tra scienza ed enciclica di papa Francesco, l'enunciato del sottotitolo mi era un po' appiccicato.
Interessante la parte della conferenza in cui veniva confutata la visione di un caos iniziale dell'universo. Ma arduo dev'essere stato per molti dei presenti seguire il relatore quando è ricorso al calcolo probabilistico per dimostrare la non casuale unicità del nostro mondo.
Questo non è certo tutto e forse vi ho aggiunto del mio, convengo di non essere un buon cronista e per questo m'affido alle foto.

Il confessionale come luogo privilegiato per seguire la conferenza.
In cattedra si nota una inconsueta varietà di abbigliamento
Il comm. Giancarlo Menta ci ricorda che siamo in un Duomo quasi UNESCO,
subito dopo il Sindaco Massari lo ribadisce ma indica tempi lunghi 
Il pubblico occupa i banchi e le seggiole tirate fuori per
l'occasione, non pochi restano in piedi
Il Vescovo Mazza introduce l'oratore anticipando
alcuni temi che poi verranno sviluppati.
In questa foto e nelle cinque seguenti il prof. Zichichi
che ha catturato il pubblico per un'ora e mezza




Antonino Zichichi, docente emerito di fisica superiore
all’Università di Bologna, è stato membro
del Cern e fondatore del Cento Ettore Majorana di Erice,
ad oggi, uno dei più importanti centri mondiali
 sulla sostenibilità ambientale e sulle emergenze planetarie.
Tra il pubblico gli assessori Alessia Gruzza e Giancarlo Castellani
Poco più sopra colonne e matronei, siamo infatti in Duomo

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi