martedì 26 gennaio 2016

Dieci minuti di Consiglio Comunale che hanno fatto la Storia


Così il Sindaco Andrea Massari, reduce da un viaggio in India, presenta la sua iniziativa che l'ha portato a personalmente consegnare una lettera all'Ambasciata d'Italia a Nuova Delhy in cui infonde fiducia ai marò Girone e Latorre.

Iniziativa senza storici precedenti che con maggior dettagli potremo leggere sulla Gazzetta. 

Se il Sindaco prima le fa e poi le dice, Francesca Gambarini non aspetta un attimo per dirle e poi scriverle senza che le parole perdano smalto:
"Il sindaco (mentre era in vacanza) ha portato una lettera all'ambasciata italiana in India per esprimere vicinanza ai ‪‎marò‬. Non strumentalizzi la vicenda e non ci prenda in giro. È stato presentato un ordine del giorno per esprimere solidarietà e lo hanno bocciato; un'associazione ha organizzato un'iniziativa sul tema e non è stato neppure concesso l'utilizzo gratuito del ridotto. Ora fa comodo scrivere la lettera".
Miglior inizio il Consiglio Comunale non poteva avere tanto che dei restanti punti concernenti la sicurezza dei cittadini, il decoro della città e cose di questo genere non fregava più a nessuno approfondire. 

10 commenti:

  1. Direi che punto più basso Fidenza non poteva raggiungere.
    Lo scranno di sindaco usato a scopo di propaganda personale per lanciare ad ogni costo la carriera del sindaco....un vilipendio che si può prevedere facilmente continuerà fino alla fine del mandato con altre sorprese per i cittadini

    RispondiElimina
  2. Prossima tappa Siria dove consegnerà una lettera direttamente nelle mani di hassad per la risoluzione del conflitto mediorientale. Se non ci fosse Massari bisognerebbe inventario.

    RispondiElimina
  3. Che mito ............. dabon!

    RispondiElimina
  4. Abbiamo quello che ci meritiamo,
    Un Sindaco che non perde occasione di comunicare quello che fa,
    viene accusato di strumentalizzare la triste faccenda dei "Marò"
    perdonatemi " chi è senza peccato lanci la prima pietra "
    Tutti i partiti nazionali sono responsabili di questa incredibile situazione tutti hanno cercato di strumentalizzare a seconda della loro posizione maggioranza o minoranza di governo accusando gli altri di superficialità o indifferenza.QUALI FATTI CONCRETI A LIVELLO NAZIONALE ?
    personalmente colgo l'aspetto positivo mi fa piacere che un Sindaco di sinistra affermi pubblicamente la solidarietà ai Marò fatto nuovo e importante,
    la minoranza consigliare organizzi un momento cittadino di solidarietà con la presenza del Sindaco,
    invitando gli indiani a partecipare e stilare un documento da inviare alla Ambasciata Indiana a Roma in solidarietà ai nostri Marò,
    non parole ,polemiche e strumentalizzazioni ma fatti concreti. " DABON "
    l'Anonimo dio Borgo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima viene bocciata una mozione di solidarietà; poi ci si impiaga mesi, per cancellare una scritta denigratoria su una cabina elettrica allo svincolo tra la tangenziale e la strada per Soragna (quello di maggior traffico nel fine settimana) ; ora viene portata la lettera all'Ambasciata. Ha ragione l'ex Sindaco, Cantini, quando diceva "che solo gli sc****hi non cambiano idea!" Perfetto stile Renzi. Che tristezza!

      Elimina
  5. Sindaco occupati del problema dal lavoro sul tuo territorio altro che India.

    RispondiElimina
  6. Problemi del lavoro, della sicurezza, della crisi del commercio in centro e chi più ne ha più ne metta. Fidenza è allo sbando.

    RispondiElimina
  7. Credo che il lato peggiore sia usare il Consiglio come scudo senza averglielo chiesto...non riesco ad immaginare cosa abbia fatto fare questa mossa al sindaco dopo le polemiche si maro in consiglio comunale...

    RispondiElimina
  8. intanto si continua a parlare di Massari, era quello che il sindaco voleva ...

    RispondiElimina
  9. Se il sindaco avesse la possibilità di ascoltare quello che la stragrande maggioranza dei fidentini dice quando parla di lui, forse non lo vorrebbe.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi