mercoledì 3 febbraio 2016

La pittura italiana dagli anni '60 ad oggi e Maurizio Bottarelli

Sabato 6 febbraio 2016 – ore 11
Chiesa di San Giorgio a Fidenza
“Con gli occhi dell'artista – 
la pittura italiana dagli anni '60 ad oggi e Maurizio Bottarelli”
Verrà tenuto un incontro di approfondimento sulla storia dell'arte, sulla pittura italiana dagli anni '60 ad oggi, partendo dal percorso dell'artista di fama internazionale Maurizio Bottarelli. L'evento, organizzato dal Comune di Fidenza e dalla Diocesi di Fidenza, vedrà come protagonista Maurizio Bottarelli che si confronterà con altri due pittori, Alberto Reggianini e Simone Ponzi, per un excursus nella storia della pittura italiana dagli anni '60 ad oggi.


"Tale incontro rappresenta la conclusione della mostra pittorica “Maurizio Bottarelli: figure. I lenti ricercari della pittura”, allestita in parte presso i nuovi spazi espositivi di OF – Orsoline Fidenza, di via Costa 8 e in parte presso la Chiesa di san Giorgio, che sarà visitabile al mattino dalle scuole fino al 5 febbraio 2016.L'artista Bottarelli, nato a Fidenza, ha insegnato presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna e l’Accademia di Brera. Ha tenuto corsi a lezioni al Brighton Polytechnic e al Goldsmith di Berkeley. Dagli inizi degli anni Sessanta, l'artista è presente nel panorama artistico italiano ed estero con mostre personali e collettive.Vicino inizialmente al clima artistico creato da Francesco Arcangeli, Maurizio Bottarelli conduce da sempre una costante e personale ricerca attraverso sedimentazioni culturali e stratificazioni della materia pittorica.  Fra i critici che hanno scritto del suo lavoro, Arcangeli, Tassi, Castagnoli, Fossati, Accame, D'Amico, Guadagnini, Gualdoni.
La ricerca pittorica di Maurizio Bottarelli porta all'idea di spazio romantico come sconfinato fermento fra visibile e invisibile. Nelle sue opere ha avuto un peso non trascurabile l'esperienza dei viaggi che ha portato Bottarelli a confrontarsi con la luce di terre lontane, con i paesaggi d'Islanda e Norvegia, con identità spaziali che rivelano altre soglie di incantamento, altre alchimie cromatiche, altre possibilità di verificare in modo diverso la visione magica della natura.Nell'auspicio di una buona partecipazione delle scuole a queste importanti iniziative culturali, l'occasione mi è gradita per porgere distinti saluti."
Dott.ssa Alessia Gruzza
Vicesindaco e Assessore Cultura e Istruzione

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi