mercoledì 23 marzo 2016

Le acrobazie stradali dell'assessore


PERICOLOSE ACROBAZIE STRADALI, ALTRETTANTO PERICOLOSI SLALOM PER ELUDERE LE RICHIESTE DELL'OPPOSIZIONE. IL TUTTO IN ATTESA DI SANTIFICAZIONE DI SINDACI, VERI O FITTIZI CHE SIANO, COMUNQUE DISPENSATORI DI MIRACOLI VERI O PRESUNTI (DURANTE LA SETTIMANA SANTA SAREBBE IL MASSIMO)




Proprio così: dopo lettere alla Gazzetta, citazioni in questo blog, lamentele con chi di competenza, mail inviate direttamente alla loro direzione, il furgone portavalori dell'IVRI, da una vita, tutti i giorni, transitava a velocità "supersonica" nel centro di Castione Marchesi.
Assoluta indifferenza al colore del semaforo, praticamente sempre rosso perchè provocato dalla loro velocità, transitandovi senza il minimo accenno di rallentamento, per fortuna mai hanno investito ignari attraversatori della sede stradale con il verde pedonale, hanno finito la loro corsa sulla fiancata del furgone nel bel mezzo della sede stradale della SP588. Il tutto dopo un "mordi e fuggi" nel fosso di destra, un vigoroso rimbalzo nel fosso di sinistra, oltre a numeri di triplo salto mortale carpiato e raggruppato con avvitamento degno delle migliori prestazioni olimpiche di Klaus Di Biasi e Giorgio Cagnotto. 
Evidentemente informati da qualcuno sulle mie caratteristiche somatiche associate alla mia identità, ogni qualvolta mi trovavo nel cortile di casa mia o lungo la provinciale stessa mai mi hanno fatto mancare il doppio colpo di clacson al loro passaggio, non in segno di saluto, ma di derisione nei miei confronti, come a dire: "Sbattiti pure finché vuoi, tanto noi facciamo quel cavolo che ci pare". Ebbene, si dice, "i sogni si spengono all'alba", in questo caso circa tre ore dopo, ma sempre di spegnimento di sogni si è trattato o forse più che spegnimento direi si sia trattato di blackout totale.
Tanto per prendere i classici due piccioni con una fava vorrei dire qualcosa all'Assessore del Comune di Fidenza Davide Malvisi, il quale solo pochi giorni fa ha respinto una interrogazione sulla pericolosità dello sbocco sulla via Emilia della Strada Campobianco che da Castione Marchesi porta a Rimale, motivandola con la scarsità di traffico sul luogo interessato. Intanto avrei qualcosa da ridire sulla definita scarsità di traffico, ma addirittura nelle tre ore di interruzione della SP588, dovuta all'incidente di cui sopra, l'intero volume di traffico in entrambi i sensi di marcia della provinciale è stato deviato sulla Strada Campobianco, con sede stradale sufficiente, ma dalla pericolosa carenza allo sbocco sulla via Emilia. 
Sono trascorsi solo due giorni dall'incidente e sembra che il furgone portavalori sostitutivo di quello "demolito" viaggi un po' più a modo, speriamo che anche l'Assessore Malvisi pensi "un po' più a modo" ed in maniera obiettiva dopo questa esperienza, non fare il bastian contrario a tutti i costi solo perché l'interrogazione è arrivata dall'opposizione. 
Magari si riuscirebbe anche ad interrompere, o solo limitare, la lunga serie di incidenti in quella confluenza, che conta purtroppo morti e feriti nel corso del tempo. In caso di ripensamento dell'Ass. Malvisi e se continua il passo (solo un po') più limitato del furgone portavalori IVRI, saremmo a parlare di doppio miracolo. 
A questo punto, visto che da tanto sto urlando nel deserto  la pericolosità di certi comportamenti (sia del guidatore del furgone che di Malvisi), in caso di realizzazione di entrambi i miracoli, avanzerei immediatamente una richiesta di promozione immediata da "sindaco di Castione", come simpaticamente sono stato "battezzato" dai miei compaesani e da tutto il circondario, a "santo subito", praticamente da "onorato" a "venerato" il passo potrebbe essere molto breve. 
                                                                                            Germano Meletti

6 commenti:

  1. Santo subito indubbiamente...però farei santa anche la moglie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Germano Meletti24 marzo 2016 16:23

      Sì e poi anche i figli e Birillo, così facciamo la "Sacra Famiglia allargata"

      Elimina
  2. E se dopo Castione si guardasse un attimo alla velocità dei mezzi di ogni genere che passano in Viale Martiri delle Libertà? Qualche dissuasore non andrebbe male. Non parliamo poi delle soste! Non me ne voglia Meletti, ma ho approfittato...............

    RispondiElimina
  3. Germano Meletti24 marzo 2016 16:18

    Assolutamente nulla da obiettare: la viabilità a Fidenza è un casino!!! Come già ho avuto modo di scrivere un bello snellimento sarebbe la praticabilità ed il transito dell'inutilisimo desertico piazzale della stazione, perlomeno a senso unico

    RispondiElimina
  4. L'educazione prima di tutto, ma dal tono di alcune repliche sui social direi che qualcuno ne è assolutamante sprovvisto...Sarà un pò di nervosismo???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Germano Meletti26 marzo 2016 20:00

      Caro Anonimo, se ti riferisci a me il nervosismo mi assale quando vengo preso in giro da coloro che occupano scranni importanti e per questo pensano di essere loro che fanno girare il mondo. Rispondono con dei bla bla bla per far credere al popolino che è giusto solo quello che dicono loro, oltretutto offendendo l'occasionale interlocutore, cosa che io non mi permetterei mai

      Elimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi