mercoledì 2 marzo 2016

Quàtar cäntón

Esterno del Duomo di Fidenza sotto la torre campanaria
Quàtar cäntón: così si chiamava un gioco da ragazzi praticato la dove era possibile. Erano infatti necessarie quattro posizioni o case che i giocatori dovevano scambiare senza essere toccati dal quinto giocatore normalmente posizionato al centro. Nella foto i piloni a fungere da rifugi sono solo tre ma, in mancanza d'altro, il quarto lo si immaginava: avevamo scoperto la realtà virtuale con anni di anticipo.
Devo ad una cortese anticipazione di Claretta Ferrarini la corretta scrittura delle due parole.
Con l'ausilio del DEB (vedi sotto) infatti non si sbaglia nemmeno un accento e si riscrivono i ricordi.
L'autrice, Claretta Ferrarini, è tuttora in convalescenza. Si sta riprendendo, ma la presentazione del Dizionario Etimologico Borghigiano, già prevista per il 6 marzo,  ha dovuto essere posticipata. 


quàtar  num.; quattro, pari-pari dal lat. “quater” = quattro volte

cäntón  s.m.; angolo; spigolo; luogo piccolo e recondito. 
Tipico il m.d.d. ingrügnèr int un cäntón = costringere
 all’angolo. “Canton” (della casa) usata dal padov. ....................... 


2 commenti:

  1. Ma é possibile comprare il dizionario?...grazie

    RispondiElimina
  2. Il Dizionario Etimologico si trova da oggi alla LIBRERIA L'IPPOGRIFO di Via Cavour.
    A una presentazione di Luca Ponzi segue una lunga introduzione della Claretta Ferrarini sull'importanza del dialetto e sulla sua lunga storia.
    Poi la parte etimologica di 3.000 lemmi del nostro dialetto in 400 pagine e 40 pagine di foto.Il costo è di 25 euro.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi