sabato 30 aprile 2016

Rivoluzione alla Zani?


Non si tratta di rivoluzione didattica, parlando di scuole si potrebbe pensare a questo, ma di investimenti consistenti che, nelle promesse dell'Amministrazione, dovrebbero interessare l'edificio scolastico quasi centenario che ha vissuto prima di noi e con noi la storia della città. Il comunicato dell'Amministrazione in realtà qualche dubbio lo lascia, forse per la fretta di comunicare.

Per questo ci affidiamo a questa dichiarazione di Lorenza Pellegrini, Dirigente scolastica, e la cosa assume anche una valenza didattica:
 “la notizia di questo ulteriore finanziamento per la Zani è motivo di enorme soddisfazione. Ogni anno scolastico cerchiamo di porci sempre nuovi obiettivi per migliorare la qualità delle proposte didattiche, formative ed educative della nostra scuola, che sentiamo davvero "nostra" e siamo anche molto orgogliosi dell'edificio "storico", proiettato, così come il nostro percorso "Zani '90 verso i 100 - 1923 - 2013......... 2023" verso il secolo di vita. Il fatto che vi possano essere interventi strutturali così significativi sarà un notevole valore aggiunto che ci aiuterà nel cammino con i nostri ragazzi.
In questo momento così particolare mi sento di rivolgere, di cuore, un ringraziamento, a nome di tutta la comunità scolastica, allo staff che ha lavorato alla progettazione e all'Amministrazione che ha condotto in porto questo importante risultato”.

Ma ecco il comunicato e la foto sullo "storico scalone", con l'assegno virtuale 

images-2012-img_0235-300x224.jpg

Assegnati altri 250.000 euro per l’antisismica 
e l’azzeramento delle barriere architettoniche.

Fidenza, 30 aprile 2016 – “Con grande orgoglio posso annunciare che il Comune di Fidenza ha conquistato un nuovo e importantissimo finanziamento a favore della scuola: abbiamo appena ricevuto conferma che dalla Regione sono stati stanziati 250.000 euro di fondi ministeriali per la riqualificazione e l’adeguamento della grande scuola Zani, nel cuore della Città. Scuola su cui si investirà, complessivamente, un milione di euro, proprio come promesso alla sua Dirigente nell’ottobre 2014”.

Il Sindaco di Fidenza, Andrea Massari, illustra così il nuovo risultato ottenuto dal Comune per il suo Piano Scuola, a sole due settimane dallo stanziamento da parte del Governo di 435.000 euro destinati alla riqualificazione energetica della Zani e a 57 giorni dall’arrivo di 935.000 euro per la sicurezza antisismica della scuola elementare Collodi, l’altro simbolo dell’Istruzione pubblica fidentina.
“Passo dopo passo si è completato il quadro per finanziare una vera e propria rivoluzione strutturale da un milione di euro che prenderà il via nell’estate del 2017, destinata a cambiare il volto della Zani, con le sue 25 classi e i suoi 550 alunni – commenta il Sindaco –. I filoni di intervento sono due: quello della modernizzazione del plesso dal punto di vista energetico, attraverso interventi di isolamento termico, controsoffittatura per ridurre gli sprechi e la sostituzione integrale degli infissi con soluzioni ad elevate prestazioni. I 435.000 euro stanziati dal Ministero dell’Ambiente grazie al decreto Kyoto che combatte i cambiamenti climatici saranno spesi per queste operazioni.Il secondo ramo di interventi riguarda l’adeguamento della Zani per la sicurezza antisismica, l’abbattimento definitivo delle barriere architettoniche e la piena fruibilità della scuola. Voci su cui già nell’estate del 2015 vennero investiti 100.000 euro su più Istituti, sempre di provenienza Statale. Entrambi i due filoni di opere saranno completati dalla quota parte di risorse stanziate e reperite dal Comune, poco più di 300.000 euro”.
Antisismica, zero barriere e nuovi servizi igienici, Davide Malvisi, assessore ai Lavori Pubblici, entra nel dettaglio dei prossimi cantieri:
“Nell’estate 2015 abbiamo realizzato una prima tranche di opere per la sicurezza antisismica. Ora, con questi fondi, potremo completare l’intervento, con il rinforzo degli architrave in muratura della parte più antica del fabbricato, con gli incatenamenti nel sottotetto e le tirantature della copertura, con il consolidamento dei solai. Saranno rimosse definitivamente le barriere architettoniche esterne alla scuola, con una doppia rampa in acciaio zincato e verniciato costruita in adiacenza alla scalinata laterale. Opera che permetterà il pieno utilizzo della scuola in totale autonomia, pensionando il sistema servo scala attualmente presente. Provvederemo al ripristino degli intonaci e dei tinteggi interni alla scuola e al rifacimento completo due gruppi di bagni, dai sanitari ai pavimenti”.
  Il Vicesindaco con delega alla Scuola, Alessia Gruzza da parte sua rileva:
“Nell’ottobre del 2014, presentando alla Dirigente scolastica il piano di modernizzazione della Zani, parlammo di una scuola 2.0 che sarebbe nata al termine di questi interventi.Oggi, ottenuti i finanziamenti, abbiamo fatto il passo decisivo verso questo traguardo storico e, davvero, provo una soddisfazione immensa, come amministratrice, cittadina e docente, nel sapere che daremo a tutto il personale e agli studenti un luogo nuovo, sicuro e accogliente, risolvendo i problemi di un plesso prestigioso ma antico. Un impegno enorme che si somma all’azione costante dell’assessorato alla Scuola sul fronte delle disabilità, cui destiniamo ogni anno oltre 500.000 euro, in controtendenza positiva rispetto allo scenario in contrazione a livello nazionale”.

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi