lunedì 18 aprile 2016

"Una stagione di fuoco": fascismo guerra resistenza nel Parmense


Presentazione al Ridotto del Magnani del volume "Una stagione di fuoco"  di Margherita Becchetti, William Gambetta, Massimo Giuffredi, Ilaria La Fata e Guido Pisi e curato dal Centro studi movimenti di Parma che racconta la storia della Resistenza nella nostra provincia. Erano presenti due autori, Margherita Becchetti e Guido Pisi, coordinava l'incontro Ivano Sartori.

La genesi del libro risale al 2014 - spiega Margherita Becchetti - come il tentativo di un approccio nuovo alla storia di un periodo travagliato della nostra storia sospeso tra fascismo, guerra e resistenza. Superato il problema di finanziare il costo dell'iniziativa il libro ha preso corpo, frutto del lavoro condotto dei quattro autori ma anche debitore dell'apporto di altri contributi. 
Abbandonare la retorica resistenziale, introdurre tematiche finora non indagate o non sufficientemente valorizzate, sono alcuni obiettivi che i ricercatori si sono posti. 
Che ci siano riusciti potremo capirlo solo leggendo le oltre 350 pagine del volume, ora possiamo solo soffermarci all'incontro del Ridotto di questa sera. 

Ivano Sartori ha posto alcune domande ai due autori, un paio riguardavano il libro altre, più provocatorie, avevano riferimento a recenti episodi: Casa Pound, Museo del Fascismo di Predappio ed altre attualità.
Sempre Ivano Sartori, conquistato il ruolo di protagonista, ha poi citato episodi dandone personale giudizio. Pietro Barilla,  Pino Romualdi, il vescovo di Fidenza Vianello ed anche Evasio Colli vescovo di Parma
Di Mons. Evasio Colli, allora vescovo di Parma, è noto a molti il suo impegno ad evitare a tanti la deportazione in Germania, in questo aiutato da un giovanissimo Loris Capovilla che poi diventerà segretario particolare di Angelo Giuseppe Roncalli (assunto al pontificato romano il 28 ottobre 1958 col nome di Giovanni XXIII). 
Una pagina di storia che possiamo sentire dalle parole stesse di Mons. Loris Capovilla oggi ultranovantenne alla pagina "Incontro con Mons. Loris Capovilla" in questo stesso blog. 
M, tornando al libro ci piace segnalare a pagina 131 un riferimento ai nostri Renato Guatelli "Buff" e Walter Sutti "Tobruk", peccato che il nome di Guatelli sia stato erroneamente indicato nel libro.


Così l'invito all'incontro ripreso dal sito web del Comune di Fidenza

L'incontro è parte del cartellone delle manifestazioni realizzato dalla sezione ANPI di Fidenza e dal Comune di Fidenza per celebrare il 71° Anniversario della Liberazione, la scommessa è quella di raccontare: 

"Una storia, infine, in cui trovano posto − insieme a partigiani e partigiane − i diversi soggetti che animarono quella “guerra totale”: gli occupanti nazisti, i fascisti di Salò, i deportati nei lager, i soldati della Rsi, gli ufficiali delle missioni alleate e, soprattutto, le popolazioni di città, campagne e valli montane."

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi