mercoledì 27 luglio 2016

Alta tensione Quartiere Europa: accordo transattivo


Sottoscritto il nuovo accordo transattivo che chiude la decennale vertenza e fissa i tempi dei lavori in due anni di un'opera da 5 milioni di euro. Parliamo dei tralicci e dei cavi dell'alta tensione che tagliavano il panorama del quartiere Europa, ma la questione non riguardava solo l'estetica ma anche la salute degli abitanti al di là delle non convincenti assicurazioni.



Così il Sindaco Andrea Massari ha salutato l'accordo dandone informazione sul sito web del Comune:
Oggi abbiamo scritto la parola fine a una vertenza che va avanti dal 2006 e che per troppo tempo ha bloccato lo sviluppo del quartiere Europa, un'espansione residenziale a sud della città frenata dalla presenza dei tralicci dell'alta tensione. E' un'opera attesa dal 2001, quando partì l'iter per la sua realizzazione. Oggi, con la firma dell'accordo, si chiude un contenzioso complesso e articolato che ha trovato una soluzione positiva nella collaborazione tra le parti interessate e il Governo, che ha dimostrato ancora una volta di essere attento alle esigenze della nostra città

Abbiamo dedicato più articoli a questa vicenda a partire dal novembre 2010 in cui affermavamo:
La vera spina al fianco del quartiere ecologicamente avanzato è tuttavia la mancata realizzazione dell'interramento della linea di alta tensione ENEL, il quartiere è infatti interessato a questo problema. I tentativi di arrivare ad una soluzione non hanno sortito l'effetto desiderato ed il quartiere si appresta ad avere un permesso di abilità provvisorio in spregio alle regole che il comune adotta normalmente in questi casi. E' il caso di ricordare che, in casi come questi, la responsabilità penale per accertati danni alla salute degli abitanti, è del Sindaco.

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi