domenica 31 luglio 2016

La palazzina "Bagni popolari" di Largo Battisti

Nel 1914 nasce la palazzina "Bagni Popolari
come tale rimase in funzione sino al 1967.
Con delibera N. 26 del 04/04/2007 il Consiglio Comunale cambiava la destinazione d'uso dell'edificio di interesse architettonico e/o ambientale denominato "ex Bagni Pubblici", in  previsione dell'alienazione dell'intero complesso immobiliare ed dell'area circostante .

Con successiva delibera del settembre dello stesso anno si dava infatti mandato a UTC di procedere, dopo il perfezionamento dell’iter di autorizzazione da parte del Ministero dei Beni Culturali, alle formalità per l’alienazione del bene immobiliare in oggetto

Il 28 settembre 2010 veniva pubblicato avviso di asta pubblica per l'alienazione del complesso "meglio noto alle generazioni di mezzo come ex-Cigl o ex-Camera del lavoro". 
Il sindacato nel frattempo aveva abbandonato la storica palazzina per sistemarsi nei nuovi locale dei "Nuovi Terragli", nella fretta dell'operazione le bandiere dimenticate sono rimaste per anni al loro posto.
Vittima della necessità di far cassa per coprire in piccola parte i debiti dell'amministrazione comunale conseguenti alla partecipazione del Comune all'azzardata speculazione immobiliare dei richiamati "Nuovi Terragli", la palazzina è stata stimata per un valore di 495.000, valore che scenderà nelle aste successive come d'ordinario avviene. Poca cosa se rapportata all'importanza di storia e memoria che la palazzina ha per Fidenza. Poca cosa se consideriamo che il suo effettivo valore è dato dal terreno intorno che verrà edificato tenendo conto dei "parametri" e del "vincoli" mobili di PRG e varianti. 
Il nuovo complesso, che dovrà essere discreto per non alterare la veduta del vecchio edificio, duplicherà in forma moderna la volumetria dell'edificio. Insomma una cosa che, anche per i più ottusi, sembrerà una raffinata macedonia di vecchio e nuovo.
La procedura di alienazione si è conclusa tre anni fa.


Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi