giovedì 7 luglio 2016

Minzioni

Premessa
Il corredo fotografico di questo post è costituito da due foto che, fresche di mattinata, sono state scattate davanti alla ex "Osteria del merluzzo". Buona visione.


La minzione (dal latino tardo minctio, e da mingere) è  un
insieme di atti fisiologici, volontari ed involontari.

4 commenti:

  1. A giudicare dalla foto, l'orinatoio si direbbe sia in zona Duomo.
    I maleducati non mancano mai, però anche i nostri cari vespasiani sono spariti, dove sono finiti?
    Probabilmente, nell'epoca dei moderni minchiones, si pensa che le persone non abbiano più i normali stimoli liberatori e che vadano in giro muniti di catetere con borsetta contenitrice dei liquidi esausti. Forse, in un futuro prossimo basterà una app a risolvere il problema pipì...

    RispondiElimina
  2. Roberta Taccagni8 luglio 2016 10:22

    La maleducazione (per non dire altro!) delle persone ormai è infinita, a volte non ci stupiamo neanche più. Quando visito un luogo o una città nuova se trovo un bagno pubblico mi meraviglio, credo che questo sia un grande segno di civiltà. Ormai sono pochi i posti dove si possono trovare, molto rari. Quando si pensa ai bisogni fisiologi si pensa solo in modo “maschile”; che basti un albero e il problema è risolto. In realtà per le donne è un grande dilemma. Bisogna ritornare ai pensieri, alle idee che sono state attuate dai nostri predecessori, persone evidentemente più sagge di noi. In quasi tutti i paesi e città si potevano trovare bagni pubblici, fontanelle d’acqua in ogni angolo (forse anche troppe) dove al bisogno ci si poteva rinfrescare e dissetare. Purtroppo anche a causa dell’inciviltà delle persone tali servizi sono stati tolti. Peccato, molte amministrazioni non sono più sensibili a queste esigenze che possono sembrare anche non basilari ma sarebbero (sono) una necessità. Qualcuno può ribadire che per questo ci sono i bar ma non trovo giusto obbligare le persone a fare delle consumazioni per poter avere tali servizi, specialmente ai giorni nostri in cui la crisi economica è presente. E sempre per fare un ragionamento al femminile, dovremmo recarci al bar svariate volte durante la giornata per poter coprire le nostre esigenze. Pensiamo sempre anche alle donne, nonostante abbiamo voluto la parità dei sessi (giustamente), fisicamente siamo diverse. Questi miei pensieri però non giustificano assolutamente il comportamento di certe persone che riducono le nostre città in urinatoi all’aperto. Per questi purtroppo non bastano bottiglie di plastica giganti riempite d’acqua, forse servirebbero gavettoni, considerata anche la stagione!

    RispondiElimina
  3. Magari è stato qualche pellegrino in visita al duomo, visto che non ci sono bagni chimici in zona! Però consoliamoci, perché se è vero, metteranno un po' di alberi in Via Gandolfi al posto del parcheggio. Cani e umani li utilizzeranno come wc e chi parcheggiava in quella via si arrangerà.

    RispondiElimina
  4. Nessuna risposta o commento al mio post (11/7 ore 9,49). Allora è vero!!!

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi