giovedì 4 agosto 2016

I Gigliati, ultima tranche di un piano che mirava ad attirare investimenti sulla città.

Questa immagine, che il Sindaco ha diffuso oggi sul
web mostra come un intero quartiere possa diventare
un parcheggio al servizio di un supermercato.
Nel 2005 ancora si parlava di "città baricentro di un più vasto territorio" di 100.000 abitanti, oggi delle strutture "baricentriche" siamo riusciti a salvare solo l'Ufficio delle Entrate. Le cose sono cambiate, il fallimento dei Nuovi Terragli è sotto ai nostri occhi, anzi meglio dire sopra le nostre testa. 

Via Marconi per ora è ancora la strada del cimitero, ma le promesse non mancano, forse qualche premessa ancora non lo è, stiamo a vedere.
Il terzo grande progetto, che insieme agli altri ha portato nel 2008 al successo fidentino al concorso a pagamento Urbapromo, è quello del quartiere modello "I Gigliati" che allora si pensava come nell'immagine che vediamo sotto. Dopo dieci anni di tribolazioni la sua realizzazione registra in questi giorni segni di accelerazione. Cos'è successo? 
L'idea dei 100.000 abitanti è cambiata, è diventata di 100.000 clienti potenziali e la Coop un'occasione così non se la lascia sfuggire ed ecco, nell'immagine sopra, il nuovo progetto da 25.000.000 che ne vien fuori,.

L'articolo del 2005, pubblicato a pagamento, in occasione del successo a Urbanpromo, che sotto proponiamo non è più attuale, lo scritto passa dal settore della saggistica a quello dell'evasione, diventa un thriller che due romanzieri hanno scritto guardando l'obelisco. Rimane comunque come documento storico, che propongo alla vostra attenzione, 

Planivolumetrico del progetto di riqualificazione
urbana «Gigliati» a Fidenza
I Nuovi Terragli e PP Log i cantieri già avviati per la riqualificazione rispettivamente del nodo della stazione ferroviaria e delle aree produttive di via Marconi e presto partiranno anche i lavori per I Gigliati, ultima tranche di un piano che mira ad attirare investimenti sulla città.

Guardare oggi ai lavori in corso significa dar conto di una stagione «esaltante» per la città di Fidenza: ogni tema o obiettivo lì delineato ha mosso passi significativi coinvolgendo pluralità di operatori, di aree di intervento e di destinazioni d’uso, andando al progressivo superamento delle divisioni tra ambiti e/o programmi. Tra gli interventi che caratterizzano fortemente e qualificano le azioni intraprese dal Comune di Fidenza rivestono carattere prioritario all’interno della strategia di azione sopra delineata i programmi relativi a I Nuovi Terragli, al PP Log e ai Gigliati su cui è obiettivo del Comune e dei soggetti promotori attivare l’interesse di ulteriori nuovi partner in una politica ampia e diffusa di marketing urbano e  territoriale.
I Nuovi Terragli rappresenta il programma di riqualificazione urbana (Pru) già attivato sulla base della Lr 19/1998 e rappresenta in concreto l’intervento di recupero del nodo della stazione ferroviaria di Fidenza (una delle otto interconnessioni tra la linea storica e la nuova linea ferroviaria ad alta capacità) attraverso una pluralità di interventi che vanno dalla ristrutturazione urbanistica delle aree pubbliche e private,
al ridisegno degli spazi aperti all’ampliamento delle aree pedonali con interramento della viabilità nel piazzale della stazione, alla localizzazione nei pressi della stazione di nuovi importanti funzioni urbane quali la sede di servizi pubblici comunali e un nuovo polo scolastico di valenza provinciale.
L’obiettivo è offrire nuove opportunità localizzative a Fidenza (seconda città
della Provincia di Parma) proponendosi sul mercato immobiliare come punto privilegiato per strategie di marketing urbano per un più vasto territorio con popolazione intorno ai 100.000 abitanti.
Il Pp Log, Piano particolareggiato di iniziativa pubblica per le aree di via Marconi approvato dal consiglio comunale nel maggio del 2003, rappresenta l’obiettivo contenuto già nel Prg di disegnare un futuro nuovo e diverso per le aree produttive di via Marconi caratterizzate sin dal periodo tra le due guerre dalla presenza dell’industria chimica pesante.
Un’eredità ingombrante che si è lasciata dietro un carico di veleni e di inquinamento ambientale che ha fatto sì che la città di Fidenza rientrasse nei siti da bonificare di interesse nazionale di cui al Dm 468/2001.
Il piano particolareggiato PP Log si estende su circa 18 ettari, di cui 12 interessati da complicate operazioni di bonifica ambientale in progress.
L’obiettivo del piano è l’insediamento di centri di servizi per le imprese, di attività produttive caratterizzate da un buon equipaggiamento tecnologico a basso impatto ambientale, di attività commerciali e direzionali poste nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria rinnovata nel quadro degli interventi Tav e dei Nuovi Terragli.
Il piano urbanistico I Gigliati rientra pienamente nella strategia di ricucitura urbana tra le diverse parti della città e di superamento delle logiche frazionate che
hanno caratterizzato la crescita urbana a partire dagli anni ’50 e ’60.
Tale strategia viene attuata attraverso una pluralità di tipologie di intervento quali la ristrutturazione urbanistica di un’ampia area urbana caratterizzata dalla presenza della grande fabbrica dismessa della Fornace, la previsione di un grande parco urbano, il recupero ambientale del torrente Rovacchia, la riconnessione attraverso percorsi pedonali e ciclabili protetti, la localizzazione di importanti possibilità insediative di carattere commerciale, ricettivo e direzionale.
L’esecuzione del piano consente, inoltre, di intrecciare ulteriormente i diversi temi di lavoro della riqualificazione urbana a Fidenza prevedendo interventi urbanizzativi a sostegno del recupero, trasformazione e miglioramento dell’area centrale della città con realizzazione di nuovi spazi pedonali e servizi di sosta a ridosso del centro storico della città.

Planivolumentrico del piano particolareggiato
di iniziativa pubblica di via Marconi a Fidenza

LA SCHEDA
Nel comune di Fidenza la predisposizione dei programmi di riqualificazione ha trovato un quadro strutturale in cui inserirsi, definito in primo luogo dalle scelte di un Prg di «nuova generazione» e dai piani settoriali che da queste scelte si sono mossi (Put e piano dei servizi in primis).
Punto di riferimento è rappresentato dall’individuazione degli ambiti della riqualificazione urbana (articolo ,2 Lr 19/1998) avvenuta nel dicembre 1999, rilettura strategica delle scelte del Prg del 1996 redatto dal prof. Gabrielli.
I Pru si inseriscono all’interno degli indirizzi e delle strategie che il Prg si è posto. L’analisi morfologica della città edificata, l’evoluzione dello sviluppo urbano e delle infrastrutture, le relazioni sociali ed economiche fra lediverse parti hanno costituito i riferimenti per attivare il processo di riqualificazione.
Con queste chiavi di lettura, si sono individuati tre ambiti da sottoporre a riqualificazione: la zona centrale in cui si finalizzeranno interventi di recupero dell’area della stazione e delle piazze centrali, valorizzazione dell’asse storico della via Emilia e razionalizzazione dei collegamenti fra la città e la zona a nord della ferrovia; la zona produttiva a nord della ferrovia caratterizzata da insediamenti, in parte dismessi, privi di qualità; l’ambito di ricucitura del tessuto di espansione residenziale in cui creare le condizioni per costruire un «sistema urbano».

  • Riferimenti: Comune di Fidenza; settore Utc-Assetto del territorio
  • Responsabile del settore e dei Programmi di riqualificazione urbana: arch. Alberto Gilioli 
  • Responsabile amministrativo dei programmi: Nino Manno - Tel.: 0524517266 - e-mail: n.manno@comune.fidenza.pr.it

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi