lunedì 22 agosto 2016

Perché furono cancellate le pitture del Duomo?

Madonna della tenerezza nel coro
La risposta alla domanda che il titolo pone la troviamo nel ritaglio del settimanale "il Risveglio" del 1978 che pubblichiamo in fondo. L'autore si firma I. C. S. e noi rispettiamo la sua riservatezza.

L'articolo di cui parliamo prende in esame solo una parte del Duomo e mi sembra di capire si tratti delle pitture della parete interna della facciata di cui non si conserva altra memoria. 
Dopo il 1978 via via in diversi interventi sono tuttavia riemerse altre importanti pitture murali che possono solo darci una pallida idea come nel suoi primi secoli la meraviglia del Duomo non fosse unicamente scultorea ed architettonica. 
Del Giudizio Universale del catino absidale già si è scritto ma siamo ben lontani dalla completa comprensione di quegli affreschi. Solo in quest'ultimissimi anni si sono formulate ipotesi da parte di  Hisashi Yakou e, più recentemente, Fausto Negri ha scritto qualcosa in proposito. 
Negli anni sessanta Don Lino Cassi riusciva a fotografare la Madonna della tenerezza nel coro nascosta dietro gli scanni del coro che poi veniva pubblicata nel 1979 nel volume curato dai professori Sandra Costa e Guglielmo Ponzi "Il Duomo di Fidenza" sottotitolato  "Ipotesi per un museo" (Quaderni Fidentini N. 10)
Tracce di colore sono state poi rilevate nella statua antelamica della Madonna attualmente conservata nel Museo del Duomo.
Nel Museo diocesano sono esposti frammenti di affreschi dove sono riconoscibili i santi Caterina e Bartolomeo databili all’inizio del XIV secolo
A completamento di questa nota, corredata da alcuni riferimenti (link) a post precedenti, diamo solo qualche scampolo fotografico di pitture oggi visibili all'interno del Duomo.

Decorazioni della stanza della Confraternita del SS. Sacramento
Decorazione della cripta
Immagine della Madonna su di una colonna,
 il frammento è molto usurato.
Tracce di pittura all'esterno in zona absidale.
San Giovanni in un dipinto nascosto dagli scranni del coro


Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi