lunedì 5 settembre 2016

Polis-Di Vittorio come Spip


L'articolo odierno di Maria Chiara Perri nel quotidiano on-line "La Repubblica-PR" riassume in modo semplice quella che è l'operazione “complessa e articolata” che ha portato al sequestro di 875mila euro di cui abbiamo parlato nel post "Coop. Di Vittorio: maxisequestro"
Qui sotto, oltre al link all'articolo citato, riportiamo due passaggi significativi:

Polis-Di Vittorio come Spip: 
                                distrazioni tramite compravendite di terreni
I dettagli dell’operazione su un'area edificabile a San Pancrazio che ha portato all’indagine per bancarotta fraudolenta e al sequestro di oltre 800mila euro
"C’è un’operazione immobiliare “complessa e articolata” che ha oggetto terreni edificabili a San Pancrazio: per le modalità con cui è stata messa in atto ricorda molto la spoliazione di Spip. Il commissario rileva che Polis tra il 2008 e il 2009 ha versato a terzi soggetti un milione 55mila euro, senza alcuna valida ragione e contropartita economica.
E’ la stessa Polis a costituire due società, AB1 e AB2, versando per entrambe l’intero capitale sociale di 10mila euro ciascuna, ma sottoscrivendo solo l’1% della proprietà: il rimanente viene intestato alla fiduciaria Effe&Erre su mandato di terzi soggetti. 
Polis acquisisce poi le quote di AB2 con un esborso di oltre un milione di euro, nonostante avesse già un’opzione di acquisto sul terreno di San Pancrazio, e si accolla altri costi consulenziali a titolo di “finanziamento soci” per ottenere una corretta qualificazione urbanistica sull’area. Il tribunale osserva che si tratta di una frode, tra l’altro non esposta nel piano concordatario presentato, e di un occultamento di attivo."

"Il sindaco di Fidenza, Andrea Massari, nel corso del Consiglio comunale convocato il 27 gennaio 2015, subito dopo il fallimento Di Vittorio e Polis, parlò espressamente di un collegamento con Parma e il centrodestra di Parma e di vicende analoghe al caso Spip, focalizzandosi sull'affaire condotto da Polis su San Pancrazio dove "accadono i fatti oscuri che ricordano le vicende criminali della Spip della Parma di centrodestra, che vengono partoriti progetti allucinanti insieme alla Giunta di Pietro Vignali come la Cittadella del Cibo."

2 commenti:

  1. Viene da dire che o Massari la sa molto lunga... o è un'indovino, oppure ha una talpa o piu di una in ambienti giudiziari oppure un po' tutto di questo.per cui alla fine gira sempre le carte in suo favore se uno si fa distrarre dalle sue mandrie. Ma la verità per chi la sa non è quella che racconta il sindaco...no proprio no....anzi...

    RispondiElimina
  2. Chi di spada colpisce di spada perisce, ci ricorda la liturgia del nostro santo. A forza di incolpare gli altri, si scopre che i più grandi farabutti li hanno in casa loro.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi