mercoledì 26 ottobre 2016

Solidarietà per Amatrice: bilancio di una iniziativa della scuola media Zani

Secondo appuntamento venerdì 21 ottobre per l'iniziativa della scuola Media Zani "Alimentare la solidarietà" che, inserendosi nelle celebrazioni della festa del patrono e nelle manifestazioni della Gran Fiera di Borgo San Donnino, è stata finalizzata al sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto del 24 Agosto nell’Italia centrale. 


La giornata vede la presenza nella sala del centro Giovanile di Via Mazzini di Maria Pia Bariggi, assessore con delega alla Cultura ed alla Scuola. In realtà, a causa impegni pregressi, è arrivata un po' dopo l'inizio dello spettacolo, ma il contrattempo si è tradotto in opportunità. 
Sono stati infatti ripetuti, per lei e per i presenti, i due apprezzati brani orchestrali iniziali: La canzone del Piave e La Banda D'Affori. 

Maria Pia Bariggi ha gradito e, con il suo stile charmante, al termine del l'esecuzione si è alzata per un saluto. 
Ha parlato della "cornice": quello che un tempo era "l'ex macello" funzionava anche come luogo di incontro, di mercato cittadino, ed è significativo che il 20 ed il 21 ottobre sia stato eletto a simbolo di interazione di arti multiformi (dalla musica al teatro) tutte finalizzate a riscoprire la solidarietà come valore comune. Ha ringraziato tutti, con un cenno particolare al "Dirigente Scolastico che crede in queste iniziative e le fa portare avanti". 

Questa la cronaca della seconda giornata che ha ricalcato lo schema del giorno precedente, giovedì 20, ma con nuovi "attori" e precisamente: gli alunni delle sezioni musicali 2F, 3G e 3F con gli insegnanti Corradi, Rossi, Aleotti, Torricella e Bertolani per il coordinamento musicale. Impegnati negli spettacoli gli alunni delle classi 3^C e 1^B e 2^B con le docenti M. Chiara Damiani (“Le cinque luci”) e Fiorenza Marzaroli (“Alimentare la solidarietà”). 



Nella sala proiezioni del Centro Giovanile era presente, come sempre, il Dirigente Scolastico Lorenza Pellegrini qui nella foto con la Prof. Francesca Bertolani

BILANCIO DELLE TRE GIORNATE 




Per una valutazione complessiva dell'iniziativa registriamo e pubblichiamo 
la sintesi delle tre giornate nelle parole della Prof.ssa Claudia Bertuzzi e, a seguire, uno scritto della Prof.ssa Annalisa Dalcò. 
Un ulteriore approfondimento ci perviene dalla Prof.ssa Mara Dallospedale che ha anche interpellato i suoi studenti, ne daremo conto in un post separato una volta completato il "forum di discussione".

Affrontare il tema della solidarietà in modo non banale è sempre piuttosto difficile. Il rischio è ripetere parole trite oppure di non sembrare sinceri, di fare una donazione per non apparire egoisti o dedicare un pensiero solo per sembrare buoni e responsabili di fronte agli altri. Pare che il giudizio degli altri conti anche quanto si tratta della spontanea propensione a prendersi cura degli altri, di chi è stato meno fortunato di noi. Ecco perché mettersi realmente in gioco e organizzare iniziative può far entrare nel cuore delle persone il messaggio di una vera solidarietà, attiva e vissuta mettendoci non solo la faccia, ma anche tempo ed energie. L’impegno delle classi coinvolte ha cercato di sensibilizzare la cittadinanza, partendo dai compagni per arrivare fino ai cittadini incontrati per caso, sul tema della solidarietà, un pensiero che deve diventare gesto e che va esercitato ed alimentato. Hanno partecipato, aprendo in data 20 ottobre ’16, tutte le classi della prof.ssa Dalcò impegnate nell'allestimento della bancarella con vendita di giochi e oggetti di riuso, i percussionisti della 3^ G con il corteo musicale per le vie della città, le classi 3^ E, 2^ F, 3^ A con spettacoli teatrali che hanno tracciato un percorso ideale della solidarietà, dalle prime manifestazioni nella storia romana, alla realtà fidentina durante il periodo della seconda Guerra mondiale per terminare con la lettura della solidarietà oggi, vissuta dai ragazzi.  
Il 21 ottobre si sono riproposte le iniziative della bancarella e del corteo, mentre le classi 3^ F, 3^ C e 1^ - 2^ B hanno dato vista a spettacoli incentrati sul tema della solidarietà come luce per il futuro, intitolati “Le cinque candele” e “Alimentare la solidarietà”, affrontando con ottimismo e un po’ di leggerezza il tema della generosità verso chi ha dovuto affrontare una dolorosa emergenza e oggi vive ancora in condizione difficile, ma con speranza e volontà di ricostruire. 
Claudia Bertuzzi

LA BANCARELLA DELLA SOLIDARIETA' IN PIAZZA

Il doppio gazebo di Piazza Garibaldi
Per le intere tre giornate un doppio gazebo è stato presente in Piazza Garibaldi esponendo gli oggetti che gli studenti stessi hanno raccolto e messo a disposizione per la vendita benefica. Abbiamo raccolto questa testimonianza dalla Prof.ssa Annalisa Dalcò che ha coinvolto le sue classi in questa iniziativa:


"E’ da diversi anni che la Scuola Media Zani ha dichiarato guerra ai rifiuti”. Lo fa cercando di prestare attenzione alla raccolta differenziata e cercando di prolungare la vita di oggetti che, nel giro di pochi anni, sarebbero destinati a diventare rifiuti “ingombranti e di difficile smaltimento” per la molteplicità di materiali con cui sono prodotti.

I mercatini dell’usato, come quello allestito in Piazza Garibaldi il 20, 21 22 ottobre nascondono comunque anche altre valenze: il ricavato è sempre destinato a situazioni di bisogno, lo stare insieme dietro una bancarella aiuta la socializzazione fra ragazzi di classi diverse, i ragazzi-venditori si sentono protagonisti perché coinvolti in un’esperienza ricca di significati …L’adolescente, chiuso in se stesso, si apre al mondo e, promuovendo se stesso, promuove anche riflessioni e atteggiamenti che cadranno positivamente sulla società intera. L’orgoglio positivo che anima queste giornate ha permesso, permette e, se sarà possibile, permetterà ad altri di godere di un attimo di attenzione e di sopperire a qualche necessità urgente e, forse, di strappare un sorriso a chi vive momenti di grande difficoltà. 
Grazie ragazzi. Il vostro entusiasmo è contagioso. Fidenza lo ha apprezzato e con voi è stata protagonista, negli anni passati, di belle opere in diverse parti del mondo e, quest’anno nelle terre terremotate del nostro Paese."  
Annalisa Dalcò
SELEZIONE DI FOTO DELLA SECONDA GIORNATA 


L'assessore Maria Pia Bariggi, alle sue spalle,
sul palco, la Prof.ssa Francesca Bertolani
A pieni giri!

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi