giovedì 24 novembre 2016

"Generazioni olimpiche a confronto": il significato di una iniziativa nelle parole di Lorenza Pellegrini


Curiosità ma soprattutto attenzione hanno mostrato i circa seicento alunni della scuola media Zani nell’incontro "Generazioni olimpiche a confronto" che la scuola Media Zani li ha portati a vivere nel Palazzetto dello Sport “Luigi Pratizzoli”. 

Il significato dell’iniziativa va colto in queste poche parole della Dirigente Scolastica Lorenza Pellegrini  che abbiamo avuto modo di apprezzare come conduttrice interessata in tutta la manifestazione: 
“Difficile racchiudere in poche parole le emozioni provate in occasione dell'evento della Zani "Generazioni olimpiche a confronto - incontro con Sara Simeoni e Ayomide Folorunso", manifestazione resa possibile grazie alla prof Sandra Dini, amica e avversaria di Sara Simeoni in quel favoloso periodo a cavallo tra la fine degli anni '70 e i primi anni '80.Di certo le due ospiti sono state eccezionali: Sara Simeoni intelligente, sagace, concreta, positiva, gentile e disponibile; Ayomide, che è "tornata a casa", oltre ad avere una vitalità e un entusiasmo straripanti, si é confermata persona molto matura, ed è "salita in cattedra" con spigliatezza e autorevolezza. Per costruire "qualcosa", e la Zani, viste le scarsissime risorse, riesce a farlo generalmente a "costo zero", ci vogliono tanto lavoro, tanto impegno, tanto tempo e tanta passione, che non sono mancati neanche stavolta, unitamente alla disponibilità di Sara Simeoni, Ayomide Folorunso e di tutti quanti si sono adoperati per collaborare alla riuscita dell'evento.” É stata una giornata "intensa": i "grandi" avevano nella memoria e nel cuore le imprese di Sara Simeoni, i "piccoli" le hanno scoperte attraverso i filmati d'epoca e non hanno mancato di sottolineare più e più volte con applausi spontanei i salti di Sara, come se li avessero vissuti in quel momento in diretta. Ayomide, a cui auguriamo tutti di proseguire nell'incredibile progressione di risultati che l'ha sinora contraddistinta, é stata accolta con tantissimo affetto ed entusiasmo e, così come la Simeoni, ha incantato la platea durante il suo intervento. Bravissimi sono anche stati i ragazzi del 'musicale', ormai avvezzi a suonare davanti ai vip, in quanto si sono già esibiti davanti ad Alessandro Bergonzoni e a Beppe Carletti dei Nomadi.Sono molto orgogliosa e soddisfatta per il "regalo" che siamo riusciti a fare ai nostri alunni e, in generale, a Fidenza.A conclusione i ringraziamenti e saluti finali per i docenti che hanno accompagnato e preparato i ragazzi per i genitori che hanno "seguito" con partecipazione questa nuova proposta della scuola e per il Comune che ha concesso l'uso del palazzetto, per Tito Ponzi per il disegno che era stampato sulla locandina dell'invito".

Un po' di cronaca

Ospiti la campionessa Sara Simeoni, oro a Mosca nel 1980, argento a Montreal nel 1976 e a Los Angeles nel 1984, e la "nuova" campionessa fidentina Ayomide Folorunso, finalista a Rio 2016, ex alunna.
Con loro i loro allenatori, rispettivamente il prof. Erminio Azzaro, già allenatore di Sara Simeoni ed ex recordman italiano di salto in alto, il prof. Maurizio Pratizzoli, allenatore di “Ayo”, la nostra Ayomide Folorunso.



Brescia 4 agosto 1978 record del
mondo M. 2,01 di Sara Simeoni
nella foto con Sandra Dini
Ricordiamo poi il dott. Matteo de Sensi delegato nazionale FIDAL e presidente del Cus Parma, prof. Luciano Selleri coordinatore territoriale educazione fisica in rappresentanza di Ust Parma e USR ER Bologna e Davide Malvisi assessore allo sport comune di Fidenza
L’iniziativa, che ricade nell'ambito del percorso "Zani '90 verso i 100" attività sportive", Progetto “Occhi sul mondo – una cittadinanza consapevole, è stata resa possibile per l’interessamento e l’organizzazione della prof. Sandra Dini che in passato aveva condiviso con Sara Simeoni l'entusiasmo e la passione per lo sport nella stessa specialità del salto in alto. 

Nel presentarla la preside Lorenza Pellegrini ha ricordato come Sandra Dini abbia “avuto la "sfortuna", anche se di 5 anni più giovane, di avere nella sua "epoca" Sara Simeoni”, ma questo non ha impedito un abbraccio tra le due atlete che insieme hanno vissuto momenti memorabili.

Per la parte musicale la prof Stella Cocconi ha diretto con la solita "grinta" i ragazzi della 3G e, per qualche pezzo, anche alunne della 3F, la sezione musicale della scuola era poi presente con la prof Francesca Bertolani, il prof Gregorio Pedrini e il prof Richard Bodria. 


Alcune foto ed un breve filmato


Stella Cocconi con i suoi orchestrali

  video






Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi