sabato 3 dicembre 2016

"Genitori connessi", una iniziativa della Direzione Didattica di Fidenza


"Genitori connessi" 

Come si costruisce l’identità dei nostri figli in un mondo che sta affrontando la cosiddetta “Quarta Rivoluzione Industriale” o “Rivoluzione Digitale”?
Come le nuove tecnologie modificano il funzionamento cognitivo, affettivo, emotivo e sociale dei bambini di oggi?
Che prospettive di apprendimento, scolastiche e lavorative incontreranno i fanciulli nel prossimo futuro?
E soprattutto, che strumenti hanno i genitori di oggi per far fronte a questo cambiamento?


La Scuola Primaria De Amicis di Fidenza aprirà le sue porte Mercoledì 14 dicembre, alle ore 17.30, per poter discutere con i genitori di questi importanti cambiamenti.
L'occasione sarà quella della conferenza dal titolo "Genitori connessi" promossa dalle Dottoresse Sara Moruzzi e Francesca Carloni, psicologhe cliniche e dell'età evolutiva, attive sul territorio di Parma e Fidenza.

Rispetto al passato, nella nostra quotidianità sono cambiate abitudini e stili di vita: parte di questi cambiamenti storici sono stati introdotti dalla diffusione di strumenti multimediali.
Ciò che emerge, a fianco di un diffuso entusiasmo generale per i più recenti dispositivi digitali, è anche una difficoltà nella gestione di questi strumenti relativamente alla fascia dei più piccoli: difficoltà di organizzare il tempo pomeridiano e dei compiti, difficoltà relazionali,   di mantenimento dell'attenzione e di  addormentamento, ma non solo.
Di fronte a queste complicazioni la risposta istintiva può non essere quella più adeguata, al contrario di quella dettata da una maggiore consapevolezza.

Il 14 dicembre, pertanto, sarà offerta l’opportunità dalla Direzione Didattica di Fidenza per tale incontro, il quale porta come obiettivo la prevenzione e l‘introduzione alla conoscenza, approfondimento e confronto sulla tematica delle relazioni virtuali e su come queste impattino all'interno dei contesti famigliari fin dall'infanzia, con lo sviluppo dell'identità del bambino. Infine, verranno segnalate ai genitori anche alcune strategie, linee guida per affrontare tali cambiamenti, lasciando comunque spazio a ciascuno per poter domandare rispetto al proprio vissuto specifico.


Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi