martedì 3 gennaio 2017

7 gennaio 2017 - Giornata nazionale della Bandiera


Sabato 7 gennaio 2017, Giornata nazionale della Bandiera, si celebra a Reggio Emilia il 220° Anniversario della nascita del Primo Tricolore, che nacque nella città emiliana il 7 gennaio 1797, quale bandiera della Repubblica Cispadana. Ospite delle celebrazioni, in qualità di rappresentante delle istituzioni nazionali, sarà il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.



Un Drappo Tricolore di 1797 realizzato dall'ANRP (Associazione Nazionale Reduci di Prigionia) metri sfilerà per le vie del centro storico di Reggio Emilia e la Banda dell'Arma dei Carabinieri dedicherà alla festa della bandiera un appuntamento musicale.


Il Tricolore “giramondo”
di Alfredo Bernardini Presidente dell'ANRP
La Bandiera Tricolore realizzata dall’ANRP oltre ad essere la più lunga del mondo è diventata anche una vera globe trotter.Finora ha visitato molte città e cittadine della nostra Penisola e per due volte ha volato sopra l’oceano raggiungendo New York e Buenos Aires. Ovunque ha raccolto un’accoglienza straordinaria, trovandosi al centro dell’interesse e dell’affettuosa attenzione di decine di migliaia di persone. Ecco, proprio in questo risiede la sua forza simbolica: quella di riunire intorno a sé persone di tutte le età, estrazione sociale e, oserei affermare, di diverse nazionalità.Il suo lunghissimo drappeggio, che oggi ha raggiunto i 1797 metri (anno del primo tricolore della Repubblica Cispadana) per 4,80 di larghezza, pari a 8.625 metri quadrati ed un peso di 480 chilogrammi, richiede dalle mille alle duemila persone per essere dispiegato e trasportato. Questo gesto non è solo un atto fisico e spettacolare, ma crea soprattutto un moto nell’anima e nel cuore della gente. La coralità che produce questo lavoro sommuove un senso di unità e quella gente che si ritrova (nel senso profondo di ritrovarsi) a sostenerlo o semplicemente ad assistervi si fa popolo. Un popolo multiculturale e multietnico, com’è avvenuto in tutte le situazioni in cui la nostra Bandiera ha sfilato.Noi siamo orgogliosi della potenza culturale del nostro Vessillo e - lungi dallo scivolare nell’esaltazione nazionalistica o nell’adorazione feticistica dell’oggetto - lo consideriamo fermamente e molto seriamente un veicolo di Pace. ............... continua a leggere ................
Il Presidente a Casa Cervi

Nella stessa giornata Sabato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà in visita privata a Casa Cervi. 
L’arrivo del Capo dello Stato è previsto per le ore 16 circa a Gattatico, dove svolgerà una breve visita dell’Istituto Cervi di circa 45 minuti, al termine della quale incontrerà gli eredi della famiglia Cervi e le rappresentanze dell’Istituto.


Il 7 gennaio il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella incontrerà la memoria della Resistenza nella casa dei sette fratelli Cervi.

Siamo coscienti e consapevoli del messaggio di speranza, umiltà e coraggio che viene da questo luogo così simbolico. E’ la casa della coesione familiare e sociale, luogo di lavoro e di fiducia nel cambiamento e nel progresso.
Il trattore e il mappamondo, come la ruota e l’alloro sulla nostra effige nazionale, sono simboli della Repubblica, memoria che vive oggi nell’impegno  dei cittadini e delle istituzioni.
Contro la paura, gli egoismi, i muri la risposta migliore di fronte alle chiusure generate dal terrore è il grande esempio di responsabilità che questo luogo nella pianura reggiana racconta. 
Alle ore 16, il popolo di Casa Cervi accoglierà il Presidente della Repubblica in visita privata. La cittadinanza è invitata a partecipare per dare il benvenuto insieme a noi al Capo dello Stato.
ALBERTINA SOLIANI
Presidente Istituto Alcide Cervi 

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi