lunedì 23 gennaio 2017

Il Giorno della Memoria a Fidenza


Fidenza celebra il Giorno della Memoria con un consiglio comunale straordinario convocato venerdì 27 gennaio alle ore 17.30 al Teatro Magnani.
All'introduzione del Presidente del Consiglio comunale, Amedeo Tosi, seguirà l'intervento di Alessandra Mastrodonato dell'Isrec, l'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea di Parma, sul tema: “La memoria 'esercitata': appunti per una riflessione sul rapporto tra conoscenza storica e dovere di memoria”.

Prenderanno poi la parola i consiglieri comunali, mentre concluderà la seduta l'intervento del Sindaco Andrea Massari.

A seguire alle ore 18.30: “Note sul filo della memoria”, musiche di Schulhjoff, Bozza, Milhaud, Jacob Tv, Williams a cura dei professori Andrea Vegetti e Romeo Zucchi.. 
Parteciperanno studenti e studentesse della scuola secondaria di I grado “Pietro Zani”.

*****************

Per la stessa giornata, in mattinata, la locale sezione ANPI, di concerto con l'assessorato alla scuola e alla cultura del Comune, ha organizzato un incontro rivolto agli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado (scuola media). 
Nell'occasione verrà proiettato in prima assoluta il filmato "Lo sguardo oltre ... " frutto del lavoro della classe 5A della scuola elementare De Amicis e che è risultata prima classificata nella selezione regionale della  XV Edizione del Concorso nazionale "I giovani ricordano la Shoah". 
Nella seconda parte dell'incontro, attraverso le immagini, ci si muoverà nell'Europa degli anni della guerra sino al suo epilogo. 


1 commento:

  1. Ho letto la testimonianza di uno, pressapoco della mia età, che racconta come suo nonno incontrasse un signore anziano, ebreo, ad Ancona, che lo ringraziava perché, in tempo di guerra, portava burro e pasta alla sua famiglia, nascostiain campagna, e non voleva soldi in cambio. “Perché la conosco da quarant’anni -rispondeva mio nonno-, e perché mi vergogno di essere cittadino di uno Stato che ha fatto le leggi razziali”. La sua Giornata della Memoria è anche in una piccola lapide, rovinata dagli anni e dai vandali, in Piazza Malatesta di Ancona, nella quale furono arsi vivi 24 ebrei, marranos portoghesi, nel 1556, ai tempi di Papa Paolo IV, quello della Bolla antigiudaica “Cum nimis absurdum”. A testimonianza che l’antisemitismo è antico, pericoloso e onnipresente, in venti secoli di Cristianesimo, un mostro, pronto a ricomparire, ogni volta con una veste diversa

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi