sabato 4 febbraio 2017

A NeverEnding Story, ovvero, il regolamento referendario borghigiano


Inutile fare proposte e tanto meno fidarsi delle controproposte: il referendum non piaceva prima, hai voglia che piaccia adesso dopo il 4 dicembre e l'insuccesso renziano! Questo un po' il succo della nota di Gabriele Rigoni Consigliere Comunale per Rete Civica Fidenza e Presidente della Commissione Bilancio.

Gabriele ha scritto: 

Regolamento referendum comunale
a neverending story. 

.. Stamattina si è svolta una riunione della commissione bilancio del comune di Fidenza , di cui sono presidente, che avrebbe dovuto essere decisiva per arrivare finalmente a poter pensare di svolgere un referendum su base locale. L'ultima riunione svolta aveva visto il deposito della proposta comune delle opposizioni con indicazione sul numero di firme da raccogliere e sul quorum necessario per la validazione dei risultati (1500 firme per 20% di quorum, 1000 firme per 30% di quorum). 
Il PD però, invece di passare finalmente la sua proposta, ha nel appena inviato, dopo circa 15 commissioni apposite, una nuova proposta dove il referendum viene inglobato in un processo partecipativo innovativo ma pure molto più complesso da spiegare e condividere. 
In pratica si ripartirebbe da zero. Ho spiegato che a mio avviso sarebbe come per una squadra di serie C (oggi Fidenza non ha regolamento nonostante sia richiesto dallo statuto) voler fare la coppa dei campioni. Prima bisogna andare in serie A quantomeno. 
La discussione è stata accesa e serrata ma nessuno ha voluto retrocedere dalle proprie posizioni. Alla fine si è raggiunto a fatica il faticoso compromesso di non votare le proposte e cercare una composizione equilibrata in Riunione fuori commissione. 
La prossima però sarà una commissione che uscirà necessariamente con un voto che dirà ai cittadini chi vuole davvero la democrazia partecipata e non le chiacchiere. Sono convinto che troveremo un accordo sulle regole prima o poi.."

1 commento:

  1. nell'attesa possiamo far fare un preventivo alla ditta OLTRE?

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi