domenica 12 febbraio 2017

Il 416° Anniversario della nostra Diocesi


Cade oggi il 416° Anniversario della nostra Diocesi avvenuta con la bolla Super Universas il 12 febbraio 1601.
Ha una storia importante che arriva ai nostri giorni! 

Così il sito della Diocesi ricostruisce i momenti che portarono alla formazione della Diocesi:
"Il cammino che ha condotto alla sua creazione ha visto la continua presenza della potente famiglia Farnese che unendo doti di spregiudicatezza politica e capacità militare ha saputo evidenziarsi nella realtà italiana durante il burrascoso periodo che va dal Cinquecento agli inizi del Settecento.

Alcuni anni prima della nascita della diocesi viene conferito a Giovanni Antonio Facchinetti prima l'incarico di governatore pontificio di Parma e canonico del Duomo di Fidenza ed in seguito concessa l'arcipretura si Siccomonte, piccola località a pochi chilometri da Fidenza. Viene eletto papa il 29 ottobre 1591 col nome di Innocenzo IX, ma il suo pontificato è di breve durata; da salute cagionevole, muore infatti dopo due mesi dall'elezione alla cattedra di Pietro.
Nel 1599, alcuni anni dopo l'elezione al soglio pontificio di Ippolito Aldobrandini col nome di Clemente VIII (dal 1592 al 1605), Ranuccio I Farnese ne sposa la nipote Margherita. A distanza di due anni al matrimonio, il 12 febbraio 1601, Clemente VIII con una bolla papale risponde favorevolmente alla richiesta di Ranuccio I e decreta la creazione della diocesi di Fidenza. La richiesta di Ranuccio I, che raccoglieva le istanze della popolazione e della Chiesa di Fidenza desiderosa di staccarsi definitivamente dal vescovo di Parma, e la risposta immediata del pontefice chiudevano definitivamente un lungo periodo di incertezza.
Nel complesso panorama del potere di quegli anni grosso modo successe così: Alessandro Farnese, terzo duca di Parma e Piacenza, aveva chiesto al figlio Ranuccio Farnese di ridimensionare l'autonomia dei Pallavicino, cosa che Ranuccio fece. 
Per rafforzare poi la presa sul territorio ottenne che nella nuova diocesi fossero incorporate le parrocchie della Bassa che appartenevano alla Diocesi di Cremona. Cremona si oppose senza successo. 


Primo vescovo fu Papirio Picedi che prese possesso della Diocesi l'8 gennaio 1603, lasciò poi il 30 agosto 1606 in quanto nominato vescovo di Parma.

Una curiosità che la Prof. Mirella Capretti aveva trovato e inserito in una nota del suo libro sull'abate Zani "L'Abate Don Pietro Antonio Maria Zani Fidentino" a proposito di una lettera dell'allora Vescovo Sanvitale (nota 14a p. 426): sia il primo vescovo di Borgo, Papirio Picedi sia il diacono Trecasali e il suddiacono della prima Messa pontificale, erano stati sposati in gioventù!

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi