giovedì 1 giugno 2017

La Meteorite di Borgo S. Donnino


Dalle informazioni riportate  da Matteo Chinellato che si riferiscono alla relazione del Prof . G. Battista Guidotti dopo la visita sui luoghi della caduta della meteorite.


 Il giorno 19 aprile 1808 il cielo di Borgo S. Donnino era coperto di nubi con sprazzi di sereno.
Alle ore 1 del pomeriggio gli abitanti udirono, senza aver osservato nessun fulmine in cielo, due fragorosi scoppi somiglianti a due cannonate, seguiti da una serie continuata di colpi come una scarica di mortaretti che durarono circa 1 minuto però con aumento di potenza.
Poi si sentì un cupo rumore simile ad una forte corrente d'aria o al rumore che emette il camino acceso il quale durò 3-4 minuti. Durante questo rumore, delle pietre caddero accompagnate da una specie di fischio nell'aria simile ad un sasso lanciato con una fionda che come riferivano i testimoni assomigliavano a delle strisce di fumo ed erano scambiate per fulmini.

In seguito il Prof . G. Battista Guidotti accompagnato dal Prof. Sgagnoni si recò il 5 maggio a Pieve Cusignano, Varano de' Marchesi e Cella di Costamezzana per raccogliere testimonianze e materiali.
I sassi al momento della caduta scottavano, erano molli all'interno, ma nessun odore di zolfo, nessun fulmine e nessun globo di fumo o fuoco era stato rilevato

In seguito il Guidotti  recuperò una pietra quadrata- oblunga con piccoli “seni”sulla superficie ripieni di terra per il contatto con il terreno.
Pesava 790 grammi e il peso specifico calcolato era di 3,3999 – 3,460. Furono eseguite varie prove di reazione con acidi.
Alla fine si concluse che la meteorite era su cento parti composta da: Silice (50) – Ferro ossidato (28) -Magnesia  (19) – Nikel ossidato ( 2, 50) – Manganese ossidato ( 1,50 ) - Cromo ossidato ( 1,0)- Zolfo ( 4 )  ( totale 106).

Le analisi eseguite ai giorni nostri hanno classificato la meteorite di Borgo S. Donnino come una Chondrite LL6 brecciata per una massa totale sconosciuta.
La maggior parte è conservata presso l'Università di Parma e pesa 477 grammi.

…........
G. Battista Guidotti= Professore di Chimica e di Storia Naturale dell'Università diParma, nel 1808.

Matteo Chinellato =  ( anni 42 ) Restauratore e fotografo. Collezionista di meteoriti da 17 anni.

A cura di Marisa Guidorzi

1 commento:

  1. Cabassa Andrea2 giugno 2017 14:05

    mia figlia stanotte uscendo da via zaccagnini ne ha visto uno con direzione nord-est verso le 02.40, ci sono altre segnalazioni ?

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi