sabato 28 giugno 2014

Il rendiconto 2013 in Consiglio Comunale lunedì prossimo

L'ordine del giorno del Consiglio Comunale del 30 giugno prevede al quarto punto:  "Rendiconto della gestione 2013. Approvazione. (Relatore Sindaco)".
Abbiamo dato una sommaria lettura degli allegati e ci siamo poi soffermati sulla Relazione del Collegio dei Revisori dei Conti.
Non emergono dalla relazione del Collegio dei Revisori dei Conti rilievi che possono giustificare il rigetto del bilancio consuntivo 2013 la cui approvazione è necessaria per garantire la continuità amministrativa di cui il nostro Comune ha bisogno
Nelle conclusioni la relazione del Collegio dei Revisori dei Conti si sofferma sulla parte contabile e formale del bilancio che, a mio avviso, è particolarmente rilevante in un momento in cui l'Amministrazione (Sindaco, assessori e consiglieri) chiamata ad approvare il Bilancio non è quella in carica durante il periodo di competenza cui il bilancio fa riferimento.

Tornando alle conclusioni del Collegio l'unica annotazione riguarda il contenzioso con la società Forma Futuro di 90.000 euro, società partecipata. La questione del contendere, specificata nelle conclusioni, può ritenersi il sottoprodotto dei personalismi che hanno disturbato l'amministrazione comunale in anni recenti.

Non troviamo invece citato nella relazione del Collegio alcun riferimento alla relazione degli ispettori ministeriali che tanto ha animato l'ultimo anno di mandato dell'amministrazione Cantini.

Pensiamo sia per lo meno opportuno che, nell'approvare il Bilancio consuntivo, sia fatta un po' di trasparenza su questo argomento. Ricordiamo infatti che l'entità dei compensi impropriamente percepiti da dirigenti e funzionari del Comune indicata dagli Ispettori è significativa ammontando a circa mezzo milione di euro .


In poche parole occorre sapere:
  • se le osservazioni degli  ispettori siano state in tutto od in parte accettate e se, propriamente inserite, abbiano avuto effetto sulle cifre di bilancio che s'intende approvare;
  • se, al contrario, sia nel frattempo pervenuto decreto che di fatto condoni eventuali omissioni rilevate riguardanti gli indebiti aumenti di stipendi che andrebbero recuperati. Dell'esistenza del decreto non abbiamo conferma ufficiale, il Consiglio Comunale può essere la sede adatta per renderlo pubblico;
  • se tutto ciò sia stato opportunamente evidenziato nel bilancio e quali effetti abbia comportato sulle poste contabili;
  • quali sono i motivi che hanno suggerito il Collegio dei Revisori di non fare alcun cenno  nelle loro conclusioni a questo argomento tenendo presente la rilevanza del credito;
Un esame più approfondito delle poste di bilancio potrebbe in realtà evidenziare altri elementi di criticità che la lettura sommaria, che ci è stata possibile fare per ora, non permette di svolgere per ora compiutamente.

Ribadiamo comunque quanto detto all'inizio circa la necessità di approvare il Bilancio.

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi