mercoledì 2 luglio 2014

Il mistero della lettera in Consiglio Comunale


Le cose sono andate per loro conto ieri sera in Consiglio Comunale scombinando tatticismi e strategie, ma alla fine il bilancio consuntivo è stato approvato con 12 voti favorevoli (PD e civici), un astenuto (M5S) e tre voti contrari (Forza Italia). 
Forza Italia si rifà ottenendo un posto nelle Terre Verdiane raggiungendo un accordo con gli altri consiglieri di opposizione.
Aperta ancora la questione ASP che aveva assunto toni polemici nei due giorni precedenti, Massari ha lavorato di fino lasciando aperta la possibilità di dialogo.

Le parti più colorite della serata sono quelle hanno preceduto l'approvazione del bilancio e qui ricorriamo all'impietosa (esiste pietà in politica) analisi di Pierre. 
Certo che tra un ex consigliere padano che sparisce al momento giusto ed un paio di ex consiglieri PD che restano innominati attorno a Francesca Gambarini qualcosa non ha funzionato. Anche il Sindaco per motivi suoi sembrava essersi volatilizzato ma alla fine è ritornato.
Cercando alleati impossibili parla di una lettera da lei firmata unitamente a ai  ex consiglieri PD e protocollata, ma ecco i passaggi chiave nella ricostruzione di Pierre:

"Dopo alcune affermazioni della Gambarini sul comportamento contraddittorio del PD, uno stizzito Beppe Rota, Consigliere comunale del PD, alza la mano, chiede di parlare e fa una curiosa domanda alla Gambarini, che accusa il PD di votare un Rendiconto finanziario da loro stessi  criticato anche firmando nei mesi scorsi, insieme a lei,  lettere e altro dove esprimevano forti dubbi sull'operato della precedente amministrazione; Beppe Rota : "Ci dice per favore chi ha firmato questa lettera con lei del PD? A me non risulta che il PD abbia mai firmato lettere insieme a lei! Ci può fare i nomi e i cognomi?"



Nell'imbarazzo generale non arrivava nessuna risposta dalla Gambarini (vedere il filmato) se non un generico: "Consigliere, parlatevi fra di voi".
Chissà mai perché, durante lo strano duetto, Massari gongolava mentre un neo assessore, lentamente, si stava sbiancando diventando sempre più un viso pallido... sarà stato il caldo??"
Nel video sotto l'intervento del Consigliere Francesca Gambarini:

17 commenti:

  1. Se è veramente una lettera protocollata non dovrebbe essere poi così difficile chiederne una copia da parte di un qualsiasi consigliere, Rota compreso.

    RispondiElimina
  2. GSM ovvero Global System Mobile?

    RispondiElimina
  3. Quindi, in estrema sintesi, se è vero che sul voto di approvazione del bilancio la responsabilità è dei consiglieri comunali che lo approvano e non della Giunta che lo propone al consiglio e nel caso queste lettere o esposti che siano andassero a buon fine, vuol dire che qualcuno del PD potrà vantare in futuro il merito di avere fatto ricadere eventuali responsabilità sugli attuali compagni di partito che l’hanno votato. Interessante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi, in estrema sintesi, lei anonimo delle 12.48 del 2 luglio non ha capito nulla.

      Elimina
  4. E' Malvisi il firmatario...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se uno prende tre firme e non guarda l'oggetto della lettera....

      Si tratta di cose differenti. E Rota lo sa benissimo... tanto è vero che era la Gambarini in imbarazzo a dire sotto quale documento vi fosse la firma.

      Elimina
  5. Allora Rota che era in consiglio comunale insieme a lui era all'oscuro di tutto e non sapeva nulla?
    Dai non può essere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rota lo sapeva bene che si trattava di un altro documento. Un altro documento!

      Elimina
  6. andrea cabassa2 luglio 2014 22:49

    non sono "sparito al momento giusto", avevo ospiti a casa che mi aspettavano dalle 21,30 e quindi dovevo andare.
    purtroppo credevo che essendo un consiglio monotematico la seduta fosse unica e quindi per quell'ora sarebbe finita la discussione, se poi avessero rispettato gli orari ei presenti per la ripresa dei lavori invece di arrivare 45 minuti dopo.................
    saluti

    RispondiElimina
  7. Rota aveva ragione, dei consiglieri comunali del PD attualmente seduti in consiglio nessuno ha firmato lettere o esposti con la Gambarini, la Sartori è scomparsa mentre Malvisi è assessore. La sostanza non cambia, ma Rota ha detto le cose come stanno effettivamente.Certo che anche la Sartori e Malvisi che si sono prestati al gioco della Gambarini non ne escono brillantemente!

    RispondiElimina
  8. La puntualità, ragazzi, la puntualità! Questo sostantivo astratto, non è astratto per niente e chi lo mette in pratica dimostra: serietà; professionalità e rispetto verso gli altri.

    RispondiElimina
  9. andrea cabassa3 luglio 2014 12:39

    siamo sicuri che la Sartori e Malvisi si siano prestati ? o ci credevano pure loro all'epoca dei fatti....
    saluti

    RispondiElimina
  10. Cabassa, vuol dire che forse oggi che Malvisi è assessore non ci crede più nemmeno lui?
    Come avrà potuto vedere i colleghi consiglieri di Malvisi lo hanno votato il bilancio e nessuno, anche se i tempi c'erano, l'ha cambiato. Prima il commissario poi Massari. Come mai?

    RispondiElimina
  11. Questa polemica è il meglio del meglio che possa attendersi Massari.

    Avanti così! la minoranza più inutile del mondo.

    RispondiElimina
  12. Germano Meletti6 luglio 2014 17:01

    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte cavalli ed altri eventualmente anonimi. Ma tu ne sai qualcosa di più o di diverso sull'argomento oggetto del post?

      Elimina
  13. Germano Meletti6 luglio 2014 23:34

    Ambrogio, come hai notato è un po' che non scrivo o lo faccio a ritmo molto ridotto, questo perchè sono impegnato a sgomberare l'appartamento di Busseto dove abitava mia suocera, deceduta il 7 maggio scorso, per cui non sono afferrato nello specifico, ma mi riferisco ad un comportamento generale che si trascina da anni ed ormai poco credibile, del resto, ripeto, ritengo che il parziale insuccesso di Rigoni con conseguente esclusione dal ballottaggio sia dovuta non a suoi demeriti, ma di alcuni del suo entourage

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi