domenica 19 ottobre 2014

L'Amministrazione: "sono in FORMA e mi mangio il FUTURO"


Particolarmente appetite sembrano essere le poltrone della partecipata Forma Futuro. Ricordiamo come durante il mandato della Giunta Cantini fu nominato Presidente dell'ente il marito di "una assessore". Il rispetto del Codice Etico che prevedeva l'esclusione per vincoli parentali, fu in quel caso  risolto con un cavillo: lo stato di coniuge non configura vincolo di parentela. 
Ora abbiamo la Giunta Massari e succede che prima si nomina il CDA di Forma Futuro poi si delibera sulla trasparenza degli atti di nomina, un capolavoro di tempismo.

Ciò premesso arriviamo all'oggi, la minoranza di allora è diventata solida maggioranza, delle componenti politiche della giunta Cantini sopravvive solo il gruppo di Forza Italia che si trova in compagnia di due "new entry" della politica fidentina: M5S e Rete Civica Fidenza.
E' quest'ultima a presentare interrogazione circa la procedura adottata che ritiene non conforme a quei criteri di "trasparenza" che la maggioranza stessa dice di voler seguire.
L'interrogazione era stata anticipata da un comunicato che qui sotto riprendiamo.

Le carnaval des animaux 

“Abbiamo promesso totale trasparenza nella gestione dell'interesse pubblico e proseguiamo nel  rispetto di questo impegno: il Comune ha avviato la ricerca delle candidature che costituiranno la nuova governance delle nostre società partecipate“
Queste le parole pronunciate dal Sindaco.
Parole “ben dette“ ma a poco più di un mese dalle dichiarazioni apprendiamo dalla Gazzetta che “senza nessuna comunicazione ufficiale al Consiglio Comunale”, con ben due Consigli Comunali  utili allo scopo (quelli del 30-31 Luglio scorso), il CdA di “Forma Futuro” è già stato nominato con atto deliberativo del 30 luglio scorso
Adesso capiamo la ragione per la quale Forma Futuro non è stata inserita nel bando per la ricerca delle candidature per le società partecipate. 
Il Sindaco in quella occasione diceva anche “Non ci sarà spazio per scelte di rendita politica” ma i debiti vanno onorati e la nomina nel CdA di “Forma Futuro”, di un componente della lista “Fidenza a Sinistra” è stata disposta come riconoscimento a una delle liste a sostegno del candidato Sindaco Massari in occasione delle recenti elezioni comunali. 
Il Presidente di “Forma Futuro” pare peraltro avere troppi impegni professionali lontano da Parma per dedicarsi a questa attività. Come farà a 
meritarsi un compenso non proprio simbolico di circa 30.000 euro?
Quale sarà il modo e la forma per pagare altri debiti? altri enti o partecipate? posti di lavoro fino al secondo grado di parentela? E’ una storia che si ripete ormai da anni con primattore, protagonista da sempre, il PD!
Rete Civica Fidenza ha presentato una interrogazione urgente affinché siano rese note le ragioni per le quali la nomina in oggetto sia avvenuta nel più assoluto silenzio ed il Sindaco non si sia premurato, come avrebbe dovuto, di informare il Consiglio comunale, le cui prerogative sono state lese in palese violazione dell'art.20, c. 2 dello Statuto comunale, violazione per la quale si chiede al Presidente del Consiglio comunale di esprimere formale censura.

Gabriele Rigoni e Luca Pollastri per RETE CIVICA FIDENZA

1 commento:

  1. Come aveva detto Massari qualche mese fa, in merito alle future nomine nelle partecipate, sicuramente lui come principali criteri per la scelta avrà prima verificato il curriculum presentato, poi valutato la competenza del candidato e alla fine che fosse una persona "sul pezzo". Sicuramente è andata così anche per Forma Futuro.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi