venerdì 20 febbraio 2009

Città, territorio e buone intenzioni

Il programma di Sinistra Per Fidenza

UNA CITTA' AL SERVIZIO DEI CITTADINI 

UNA CITTA' PIU' VIVIBILE, PIU' BELLA E PIU' FUNZIONALE

Riteniamo necessario bloccare l'espansione edilizia della città e concentrasi sulla riqualificazione del tessuto urbano esistente e delle zone frazionali.
Va dato al più presto l'incarico per il nuovo piano regolatore (PSC), non "a scatola chiusa", ma fortemente orientato dai documenti politici già approvati dalla Giunta e dal Consiglio Comunale.
Vanno affrontate subito le criticità manifestatesi nella gestione dei servizi cimiteriali, attraverso una profonda ristrutturazione del servizio stesso, anche ipotizzando la possibilità di una gestione in economia o attraverso una nostra partecipata.
Si debbono prevedere forti incentivi locali per l'utilizzo delle FER (fonti di energia rinnovabili), nonché un impegno diretto dell'Amministrazione per dotare gli edifici pubblici e i nuovi insediamenti di adeguate soluzioni in tal senso.
Occorre impegnarsi nel completamento della tangenziale sud (e comunque risolvere in tempi brevi il problema dell'incrocio di Cabriolo), nel raddoppio del parcheggio del Cimitero, nell'assetto definitivo del parcheggio dell'ex giardino Guernica, nel progetto di approntamento di un parcheggio nell'area ex Galaxy.

Vai al programma completo pubblicato su  http://www.diariodifidenza.it 


Commento

Troppo generica ed abusata la formulazione di principio: 
Riteniamo necessario bloccare l'espansione edilizia della città e concentrasi sulla riqualificazione del tessuto urbano esistente e delle zone frazionali.

Le indicazioni concrete sollecitano scelte già fatte:
Va dato al più presto l'incarico per il nuovo piano regolatore (PSC)
Occorre impegnarsi: 
nel completamento della tangenziale sud"
nel raddoppio del parcheggio del Cimitero, 
nell'assetto definitivo del parcheggio dell'ex giardino Guernica, 
nel progetto di approntamento di un parcheggio nell'area ex Galaxy.

In materia urbanistica la sinistra non riesce a scrollarsi di dosso il ruolo di difensore delle decisioni di altri e dell'operato dell'Ufficio Tecnico Comunale.

Nessun commento:

Posta un commento